>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli FREE

Monti e i suoi tecnici. Tecnicamente falliti
Stampa
  Text size
«Strano che questi tecnici commettano tanti errori tecnici», ironizzava sere fa Tremonti in non so quale talk show. Effettivamente. La legge Fornero, che a dire della tecnica si proponeva di aumentare la «flessibilità in entrata» nel mondo del lavoro e creare tanti «posti fissi», sta producendo rigidità in uscita, ossia licenziamenti di gente con i contratti a tempo determinato. Gli esodati senza salario né pensione sono un effetto collaterale di un altro errore tecnico dei tecnici. E il decreto anti-corruzione? Annunciato con la consueta grancassa mediatica: «Via i condannati dal parlamento» (aspetta e spera i tre gradi di giudizio), invece rende impossibile perseguire la corruzione: per dirne una sola, mette infatti sullo stesso piano penale il pubblico funzionario che esige denaro, e il privato che è costretto a darglielo, in modo da esser sicuri che il ricattato privato non denuncerà mai il corrotto, perché finirebbe in galera con lui. Tutta questa grande riforma è definita «un passo indietro» dal Consiglio Superiore della Magistratura. Un passo indietro persino rispetto alle leggi e leggine che Berlusconi ha fatto approvare per salvarsi dai processi, come l’accorciamento assurdo della prescrizione. Anche questa, non sanata dalla «riforma» montiana. (Il Csm boccia il ddl anticorruzione. "Un passo indietro incoerente")

Monti, arrogante, ha risposto alle critiche con alterigia: i passati governi e le maggioranze di prima non hanno mai varato una legge anti-corruzione. È vero, ma è meglio nessuna legge piuttosto che una finta-riforma che non riforma, perchè illude che esistano norme anti-corruzione mentre «fanno girare il sistema a vuoto» (Davigo). E di finte riforme, il governo dei tecnici ne ha fatto ormai non so quante. Bravissimi negli annunci, poi partoriscono topolini. E mostriciattoli informi. La legislazione dei tecnici è teratologica.

Ma passiamo ai soldi (nostri) che sono quelli che contano. I ladri di Stato, i Lusi, i Fiorito, il siculo Lombardo, il Daccò, la Polverini, Penati sprecano o rubano milioni. I tecnici dilapidano miliardi. Tre soli esempi.

Monte dei Paschi: 3,9 miliardi. Ha fatto un certo effetto la notizia, il 18 ottobre, che Moody’s ha declassato i titoli di Monte dei Paschi a «spazzatura». Il che è naturale, essendo la Montepaschi fallita per la gestione dei suoi caporioni, tutti comunisti di ferro (oggi PD); basta ricordare che nel 2007 questi fecero comprare a Montepaschi una banchetta del Nord-Est, l’Antonveneta, per 9 miliardi – mentre ne valeva 2, suscitando i peggiori sospetti, fra cui quello di costituzione di fondi neri è il minore (è scomparso un miliardino). Il bello è che pochi mesi prima, il governo Monti e i suoi tecnici hanno regalato complessivamente 3,9 miliardi (diconsi miliardi, mica milioni) di soldi nostri, facendo comprare al Tesoro i titoli della Montepaschi – titoli oggi spazzatura. Il valore della banca è oggi 2,96. Un pessimno affare per il Tesoro, cioè per noi contribuenti. Aiuti di Stato a cui, pare, non sempre i liberisti bocconiani sono contrari (e la UE non si lamenta: al timone c’è il Commissario Monti, uno dei loro), quando si tratta di fare favori ai comunisti, da Bersani in giù. E c’è una commovente solidarietà fra banchieri: il colpevole del fallimento, Giuseppe Mussari, ex PCI, amministratore delegato di Montepaschi all’epoca – che dovrebbe essere in galera – è oggi elevato a presidente dell’ABI, la confindustria delle banche. C’entra anche che uno dei capintesta della banca, Alessandro Profumo, è il fratello del ministro della Istruzione? E che nella vicenda sono «persone informate sui fatti» Vittorio Grilli, attuale ministro dell’Economia e al tempo direttore generale del Tesoro, nonché Anna Maria Tarantola, allora altissima funzionaria di Bankitalia, e oggi messa da Monti a dirigere la RAI? Chissà. Intanto, cominciano i licenziamenti, ma non dei top manager. Il sindacato (rosso) della rossa banca di Siena lamenta: «Si salvano figure dal costo elevatissimo che non hanno dimostrato nel tempo alcuna capacità professionale».

Sembra quasi che i tecnici, andati al governo, stiano spendendo un sacco di soldi nostri per coprire le magagne e i danni di altri tecnici (o di loro stessi) provocati – a voler essere ingenui – dalla loro sesquipedale incompetenza. O è disonestà? A voi la scelta.

A Morgan Stanley 2,6 miliardi. Infatti è in gran segreto che a marzo il Tesoro, per chiudere un contratto-derivati, paga quatto quatto 2,567 miliardi (non milioni: miliardi) alla banca d’Affari Morgan Stanley. Siccome la notizia salta fuori comunque dagli USA, il governo impapocchia qualcosa di simile a una risposta. Secondo la versione più sommariamente difensiva, il Tesoro, nel 1994, avrebbe comprato uno «swap» (derivato) dalla banca d’affari americana in modo da garantirsi contro rialzi dei tassi d’interesse da pagare sui nostri titoli pubblici. I tassi allora calavano – erano i tempi di Ciampi e Dini – sicché a guadagnarci era Morgan Stanley e a perderci, noi. Quando i tassi hanno cominciato a salire, Morgan Stanley, che avrebbe cominciato a perdere, ha rotto il contratto. Invocando una clausola di «termination» che vi aveva fatto inserire.

Ma non la contano giusta. Tanto per cominciare, nessun contratto del genere comporta una simile clausola. Chi l’ha firmato a nome dell’Italia s’è fatto infinocchiare di brutto dai bankster americani. E chi era nel ‘94 il direttore del Tesoro che firmò? Tenetevi forte: è il più eccelso dei tecnici, il tecnico dei tecnici, l’indiscutibile super-tecnico che tutto il mondo c’invidia: Mario Draghi. Poi passato a Goldman Sachs, ed oggi a capo supremo della BCE. Del resto, sapete chi è il caporione in Italia di Morgan Stanley, a cui i tecnici hanno pagato 2,6 miliardi (ossia metà dell’aumento dell’IVA da loro deciso)? E’ Domenico Siniscalco, ex direttore generale del Tesoro.

Gli esperti di eufemismi parlerebbero di «conflitto di interessi». Nella farsa italiota, diciamo che questa è gente che fa le due parti in commedia. Prima fa uno swap come altissimo funzionario dello Stato, e poi si fa pagare come Goldman Sachs o come Morgan Stanley.

La manina di Draghi in questa enorme perdita per noi suscita i peggiori sospetti; dopotutto, si sospetta sia stato Draghi – allora con il cappello Goldman Sachs – ad insegnare ai greci come truccare i bilanci. Vittorio Grilli, sempre lui, nella sua altezzosa e laconica risposta sul pasticcio, ha detto: «Abbiamo ripagato un debito». Ma allora fra Italia e Morgan Stanley esisteva un rapporto da debitore e creditore? I contratti di swap «normali» non costituiscono un rapporto del genere fra le due parti. Ma esisteva nel contratto fra Goldman Sachs e il governo greco, questo debitore, e la banca creditrice... E come mai è stato l’unico caso di contratto derivato nella storia con inserita una clausola di rescissione, dando a Morgan la possibilità di sfilarsi appena cominciava a perdere? Chi ha fatto una simile coglionata? Ed è poi una coglionata, o un papocchio tra amiconi Funzionari-Banchieri o viceversa per dividersi il denaro di noi contribuenti? (Può essere solo una coincidenza: un figlio di Monti, bocconiano, è vicepresidente di Morgan Stanley). Silenzio dei media, sempre discreti in questi casi. E grande riservatezza della magistratura: niente intercettazioni ai Tecnici. Sono i Venerandi, gli Indiscutibili. (Monti regala 2,5 miliardi alla Morgan Stanley...?!?)

A MES e EFSF, 27 miliardi. Notoriamente, da quando Monti e i tecnici – fra gli applausi generali – hanno preso il timone dello Stato, il debito pubblico non è diminuito. È aumentato di 70 miliardi. Nonostante la torchia fiscle intollerabile, nonostante le austerità e i tagli che hanno portato alla recessione (PIL -3%). Ma naturalmente lo spread è ultimamente calato! Bravi, bene! Sotto i 500 punti! Meravigliosi tecnici! Basta dimenticare che dal 2008 al maggio 2011, ossia fino a quando Berlusconi non ha esautorato di fatto Tremonti (annunciando all’Europa che lui in persona assumeva la «cabina di regia» della crisi), lo spread è stato sui 113 punti, e senza gli «aiutini» della BCE (Draghi).

Ma torniamo a bomba. Il debito pubblico italiano è aumentato, dicevamo, di 70 miliardi. I tecnici hanno tecnicamente ignorato che le Regioni sono secchi sfondati da cui il denaro dei contribuenti si perde a vagonate; anzi hanno dato un altro miliardo alla Sicilia, a piè di lista. Di quei 70, non tutti sono dovuti alle follie regionali non represse e alle maggiori spese d’interessi da corrispondere sui BOT e BTP, ogni volta che una emissione vecchia viene a scadenza e deve essere sostituita da una emissione nuova, ovviamente con interessi più cari perché «i mercati» altrimenti non ci prestano. Questo scarto, pare, è sui 6 miliardi: un quarto di finanziaria viene volatilizzato così. Di qui altre tasse, altre stangate, altre finanziarie mascherate da «vi abbiamo calato l’IRPEF» (e aumentato l’IVA), e via truffando.

La voce più grossa, in questi 70 miliardi di troppo, sono i 27 miliardi (quasi la metà) che l’Italia deve conferire, come quota di partecipazione, al cosiddetto Fondo Salva-Stati (EFSF) e al Meccanismo Europeo di Stabilità (MES). Tutto naturale, diranno i fan dell’Europa Federale; Germania e Francia contribuiscono anche di più. Già, tutto europeisticamente giusto. A patto di dimenticare che l’Italia già sborsa 90 miliardi annui solo per pagare gli interessi sul debito pubblico. E che per trovare quei 27 miliardi – una finanziaria – da conferire ai Fondi Salva-Banche (pardon: Salva-Stati), l’Italia li deve chiedere in prestito. Sicché accade questo: che l’Italia dei tecnici prende a prestito, indebitandosi sempre di più, per riempire dei Fondi che, in caso di crisi, la «aiuteranno» dandole in prestito i capitali. Praticamente i nostri stessi soldi ci verranno restituiti, ma come debito aggiuntivo. Su cui dovremo pagare gli interessi. Questa è la logica eurocratica. Questa è la logica e l’ideologia dei Tecnici. Che è la logica dei banchieri: indebitarci sempre più.

Una logica che si traduce sempre, come per caso, in trasferimenti dal basso verso l’alto, dai cittadini-contribuenti alle banche nazionali e internazionali. Basta dire che dei 90 miliardi che ci vengono estorti ogni anno per pagare i soli interessi sul debito (che non viene estinto nemmeno di un euro), solo pochissimo torna ai risparmiatori italiani: essi detengono ormai solo il 14% in titoli pubblici, mentre il resto è detenuto da banche estere (il 32%) e dalle banche nazionali, così ben rappresentate nel governo dei tecnici.

Ciò significa che i soldi non tornano nelle mani dei privati che potrebbero investirli nell’economia reale locale, bensì nelle mani di banchieri che li usano per le loro speculazioni. Di qui la proposta di Tremonti di comprare il debito pubblico in mano a stranieri, invogliando gli italiani a tornare ai BOT sancendo l’esenzione fiscale totale dei titoli di Stato. Ciò metterebbe il debito pubblico al riparo delle paturnie dei «mercati» ossia della speculazione estera. La cifra è sugli 800 miliardi. Gli italiani ce li hanno? Sì, ce li hanno ancora. E almeno 500 miliardi dei loro risparmi li hanno investiti all’estero, non trovando in Italia buoni impieghi; e non parliamo della fuga occulta di capitali, incalcolabile. Assurdamente, «l’Italia importa debito mentre esporta risparmi», come dice Tremonti. Ma non fate quel nome. Non è un tecnico.

E non affrontiamo la questione del Fiscal Compact, ossia della regola imposta dalla Germania e dall’eurocrazia di ridurre il nostro debito dal 120 al 60% del PIL, entusiasticamente accettata dai Tecnici, e inserita nella costituzione dai partiti-traditori: il che li renderà «legalmente» autorizzati a tagliare 45 miliardi lanno per vent’anni. In realtà, a tassarci e ridurci i servizi per spuntare quella cifra (a tagliare le spese inutili, i tecnici non sono capaci). Si tratta dello strangolamento e dissanguamento totale dell’economia italiana, e di qualunque minimo sogno di ripresa economica. (Rimando per questo all’ottimo blog: Fiscal Compact, il pareggio di bilancio in costituzione è una lucida follia tecnocratica)

Questi tecnici spendono, e promettono di spendere, decine, trentine o cinquanta miliardi per volta: Fiorito e la Polverini, Lombardo il siculo e Penati, gli sprechi delle caste e i deputati più pagati del mondo, sono al confronto bruscolini.

I sondaggi danno Grillo al 21%. E sia, non potrà far peggio dei Tecnici.



L'associazione culturale editoriale EFFEDIEFFE, diffida dal copiare su altri siti, blog, forum e mailing list i suddetti contenuti, in ciò affidandosi alle leggi che tutelano il copyright.   


 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# madmax 2012-10-20 13:03
non stanno che perfezionando il sistema di rapina dai cittadini e versamento, pardon 'protezione', alle banche... quando il sistema sarà completato e centralizzato a livello europeo, con 500.000.000 di schiavi che potranno prendersela solo con chi non conterà più, allora ci sarà la vera crisi... secondo alcuni fino al 2018...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Bruno 2012-10-20 13:34
Direttore meno male che c'è Lei! Altrimenti dove leggere queste notizie gustose|
Ma quando ci vogliamo veramente organizzare.....?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Marcel 2012-10-20 14:57
gran bel pezzo!!! complimenti e tatissimi auguri
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Franco_PD 2012-10-20 15:37
Quello che mi colpisce è la documentazione estrema di quanto Blondet afferma. E i richiami (link) a blogger o siti parimenti documentati. Ma la gente di questo non sa nulla. Non gli viene detto. Cose pubbliche ma che nessuno sa. Aveva ragione Solgenitsin: "In democrazia puoi dire ciò che vuoi, ma nessuno ti ascolta". Mi permetto di aggiungere al Maestro nella mia infinita piccolezza: "Perché è messo nelle condizioni di non poterti ascoltare"...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# astrorosa1 2012-10-21 05:07
La forza di Mr Sherlock Holmes al secolo
Mr Dr Blondet.

"Nella matassa incolore della vita scorre il filo scarlatto del delitto, noi abbiamo il dovere di dipanarlo, isolarlo e tirarlo fuori da capo a fondo" A.Conan Doyle
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# pelzen 2012-10-21 14:10
Per la verità è sufficiente informarsi. Certo ci vuole tempo voglia e sopratutto il dubbio, che mi insegnate è una virtù del diavolo, ma in questi casi è celestiale.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Francesco 2012-10-20 15:39
Casaleggio, che muove Grillo, ha dichiarato d'essere seguace di St. Yves d'Alveydre, nume tutelare dei rettiliani che oggi ci opprimono.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maurizio Blondet 2012-10-21 09:37
...e allora voti Alfano. Si sente più tranquillo?
Maurizio Blondet
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Francesco 2012-10-25 13:58
Citazione Maurizio Blondet:
...e allora voti Alfano. Si sente più tranquillo?
Maurizio Blondet

Mai votato per simili nefandi personaggi.
Voterò per qualcuno che oltre alla sovranità monetaria (importantissim a, senza dubbio, ma di per sé insufficiente) abbia a cuore anche i 170.000 bambini (italiani) che ogni anno vengono trucidati nel ventre delle proprie madri, e la tutela della famiglia naturale fondata su matrimonio tra uomo e donna. Tutte cose di cui Grillo se ne infischia altamente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Brancaleone 2012-10-21 10:00
ha una fonte precisa per affermare questo? Se si per cortesia la renda pubblica

Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Francesco 2012-10-25 13:50
http://www.ilgiornale.it/news/interni/casaleggio-techno-guru-esoterismo-e-fantasy-835557.html

http://www.tgcom24.mediaset.it/politica/articoli/1059362/gianroberto-casaleggio-il-techno-guru-che-ha-inventato-beppe-grillo.shtml
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Wotan 2012-10-22 08:18
Citazione Francesco:
Casaleggio, che muove Grillo, ha dichiarato d'essere seguace di St. Yves d'Alveydre, nume tutelare dei rettiliani che oggi ci opprimono.


Perfetto, continua a votare "destra" o "sinistra" così sei SICURO di prenderla in saccoccia. Contento te...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Francesco 2012-10-25 13:43
Citazione Wotan:
Citazione Francesco:
Casaleggio, che muove Grillo, ha dichiarato d'essere seguace di St. Yves d'Alveydre, nume tutelare dei rettiliani che oggi ci opprimono.


Perfetto, continua a votare "destra" o "sinistra" così sei SICURO di prenderla in saccoccia. Contento te...


Certo, hai capito tutto proprio tu, che hai stipulato coi rettiliani un forward per un immobile tra le nuvole, offrendo tua figlia come collateral...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Antonio_1234 2012-10-22 09:33
Invece gli "altri" sono tutti figli spirituali di San Francesco e legionari della fede sotto l'insegna di San Michele Arcangelo...
Ma per piacere!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Francesco 2012-10-25 13:52
Continua la fiera dei sofismi. Chi ha mai difeso gli "altri"?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cgdv 2012-10-20 18:04
Personalmente non posso che ringraziare Blondet per il prezioso e lucido esame della reale essenza e valenza del governo tecnico che ci hanno messo in capo, con la complicità dei tradizionali traditori della nazione e l'abbandono timoroso di chi per elezione doveva proteggerci. Comunque ci dovremmo convincere tutti che non si tratta di semplice incompetenza dei tecnici, ma bensì chiaramente di obbedienza ad intrecci ed ordini superiori che non si possono in alcun modo disattendere.
Il risultato economico, industriale, civile e finanziario lo stiamo verificando in ogni caso sulla nostra pelle e su quella dell'Italia, alla faccia dell'incredibile ipocrisia del Decreto salva Italia e mentre a buon conto ci stanno preparando l'illusorio, nonché comico, pacco in attesa del più che probabile bis. Tuttavia la cosa più grave consiste nel fatto che questo governo ha tolto agli italiani, per la prima volta dalla fine della guerra, la volontà (nonché aggiungo io la possibilità) di ripresa, come praticamente diceva in anteprima alla sua trasmissione su RAI 2 l'ottimo Paragone.
Ovviamente molti potranno sempre dire che è colpa nostra come popolo e della Germania. Anche se sulla prima questione ci si potrebbe in effetti ragionare.
Giuliano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Sergio64 2012-10-20 18:37
Questo è giornalismo.
E il direttore, come ognmi bravo "anchor man" da alla fine la sua indicazione di voto.
Senza entusiasmo, ma si deve votare per Grillo.
Non illudiamoci, ma al tempo stesso non scartiamo questa mossa; del resto Napolitano & Friends sembrano averne una certa qual paura...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Catello 2012-10-20 18:46
I tecnici alla Monti non fanno i conti con la scarsità della massa monetaria M1, cartacea ed elettronica.
Ci propongono di superare il problema del debito pubblico pagandolo senza vendere nulla.
Sono euro che escono dall'Italia per pagare i creditori esteri, senza considerare che già attualmente ne abbiamo troppi pochi per sostenere la domanda interna.
In più ci vogliono infliggere una doppia perversione ulteriore, i soldi che dobbiamo dare all'ESM sono regalati, e aumentano il nostro debito, quelli che prenderemmo invece sono prestati, e quindi lasciano il debito inalterato, e si possono avere solo cedendo sovranità. Cioè ci propongono meno sovranità e più debito e interessi da pagare, non più alle banche estere ma al MES e alla BCE che a quel punto interverrebbe comprando i nostri BT.
Si dirà che quelli che tornerebbero indietro prestati, chiedendo aiuto, sono molto di più, invece sarebbero poco di più, perché dietro il MES non c'è la BCE, e la Germania non ha voluto che sia una banca, e comunque sarebbero da restituire.
Si tratta secondo me di un imbroglio colossale e i partiti che lo avallassero così com'è ne dovrebbero rispondere al popolo.
Anche gli inventori alla Tremonti fanno lo stesso sbaglio facendo ricomprare il debito dagli italiani, incentivandoli con una detassazione: sono sempre euro che uscirebbero dall'Italia, mentre servono qui.
Non dimentichiamoci della fase uno di questo imbroglio, quando l'Italia ha dovuto convertire le lire in euro pagandoli quasi il doppio del loro valore. Mentre invece la Germania li ha pagati a prezzo giusto, ma ha stampato poco prima dei marchi per darli alle sue regioni dell'Est, e così ha avuto più euro del dovuto, se è vero quello che ho letto in un Blog.
Naturalmente le soluzioni per l'Italia ci sono, a parte una modifica in nostro favore dell'atteggiamento europeo. Ad esempio una creazione fittizia di moneta ad uso interno, come i CTZ da 100 euro, che ci permetterebbe di ricomprarci il debito facendo uscire euro ma rimpiazzandoli per il mercato interno, oppure vendendo beni non strategici a compratori esteri, che ci diano euro per pagare il debito, ecc.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maurizio Blondet 2012-10-21 09:41
Grazie infinite di questo suo intervento, illuminante per chiarezza:

"Ci propongono di superare il problema del debito pubblico pagandolo senza vendere nulla. Sono euro che escono dall'Italia per pagare i creditori esteri, senza considerare che già attualmente ne abbiamo troppi pochi per sostenere la domanda interna."

Questo dice, in brevissimo, perchè le manovre di Monti ci rovinano, senza alcun vantaggio.

Maurizio Blondet
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# monster76 2012-10-20 19:00
Innanzi tutto grazie al Direttore per aver sempre la passione di raccontare queste notizie con grande chiarezza!

Mi domando come si possa essere finiti in questa situazione di colossale debito! Ci deve essere una ragione per questa strategia che va avanti da decenni, forse da almeno un centenario, una cosiddetta mission.. solo che il disegno complessivo non riesco a vederlo, a capirlo!

Ok, vengo a conoscenza di queste notizie, tutte peraltro verissime, ma qual'è il fine di tutto quello che ci permea e che ci conduce in una direzione nella vita?

La Chiesa ad esempio invoca più Europa, ad ascoltare i suoi vertici, più fratellanza, più unione!
Internet unisce la gente, i trasporti veloci anche, l'energia rinnovabile anche... e assurdamente, anche il debito sembrerebbe una strategia per unire i popoli europei!!

Mah, fatico a capire!
Continuerò nell'apprendimento.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Catello 2012-10-21 11:23
Il debito si fa perché i soldi non bastano. Non possono bastare perché non si possono fabbricare e bisogna prenderli in prestito da chi li fabbrica. Restituendo capitale e interessi dopo un certo periodo si torna al punto di partenza e bisogna chiedere altri prestiti. Siccome gli interessi non vengono prestati, si torna al punto di partenza dopo periodi sempre più brevi.
Allora lo Stato trasforma i debiti privati in debito pubblico per consentire all'economia di usufruire di abbastanza soldi per periodi meno corti, e così si forma il debito statale.
Però quando gli speculatori colpiscono il debito statale facendo pagare interessi troppo alti, allora lo Stato, per non fallire, può essere tentato, sbagliando, di alzare le tasse e diminuire le spese, fermo restando che invece trasformare gli sprechi in spese utili è sempre giusto.
Questa politica dell'austerità è sbagliata perché manda l'economia in recessione col risultato che il rapporto debito PIL, anziché diminuire, aumenta, dando agli speculatori un motivo razionale per infierire maggiormente sul debito pubblico.
Così si dipende sempre più da chi fabbrica i soldi, cioè dalla BCE, che per ora ci ha salvato dicendo che interverrà se chiederemo aiuto in cambio di una cessione di sovranità, la cui entità non dipende dalla BCE ma dall'Europa, ed in particolare dalla Germania, e che Draghi ha auspicato che non sia tanto grande.
Invece la possibilità di un fallimento, che normalmente rende più cauti i creditori, e che dà al debitore uno spazio di manovra per ristrutturare il debito diminuendolo, è stata annullata dalla presenza dell'attuale governo, troppo serio per avvalersi di questa carta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giannizzero 2012-10-21 13:07
Il prof. Catello Cosenza, ordinario di Economia Politica, non avrebbe potuto spiegare meglio....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pietro G 2012-10-21 18:12
Il governo tecnico è stato imposto all'Italia proprio perchè gli speculatori avevano timore di un default, anche parziale (tipo mancato pagamento degli interessi per un periodo di tempo), che sarebbe stato catastrofico per la finanza internazionale, perchè all'Italia si sarebbero immediatamente aggiunte Spagna, Portogallo Grecia e Irlanda. Io sono dell'idea che siamo già nella trappola del debito : non cresciamo a causa del debito elevato e la mancata crescita causa un aumento del debito, così il cerchio si chiude. Per spezzare la spirale occorrerebbe avere una moratoria sugli interessi per almeno una decina d'anni e impiegare i soldi risparmiati per ricomprare, per quanto possibile,la parte di debito detenuta all'estero. Non sono un esperto di economia e finanza però i 2000 miliardi, con la crescita attuale e quella prevista nel prossimo futuro non li ripagheremo mai, alla faccia del fiscal compact.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Valter22 2012-10-22 01:42
@Catello

"Allora lo Stato trasforma i debiti privati in debito pubblico per consentire all'economia di usufruire di abbastanza soldi per periodi meno corti, e così si forma il debito statale."

Gentilmente potresti spiegarlo meglio?

Tante grazie!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Catello 2012-10-22 10:33
Lo Stato, spendendo di più, può creare per se stesso un debito aggiuntivo nei confronti degli investitori stranieri, ed immettere soldi freschi nell'economia; così permette agli imprenditori privati italiani di far buoni affari e pagarsi i loro debiti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Valter22 2012-10-22 10:52
Grazie!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# grafica 2012-10-20 20:38
Rivoluzione permanente, guerra permanente, terrorismo permanente...E infine crisi finaziaria permanente...Con debito pubblico permanente. Tutto a livello mondiale...Non né usciremo mai più da questa voragine...Questi sono tempi neri, oscuri, a migliaia sono morti e a migliaia moriranno...Guardate l'accostarsi degli avvenimenti uno dietro l'altro...Ci sono volute due guerre mondiali per riuscire ad ottenere a tutti i costi la creazione dello stato di Israele, poi un concilio vaticano II, svolta epocale nella storia mondiale, poi il periodo della finta guerra fredda fra est e ovest, tra Stati Uniti e Unione Sovietica...Poi lo spettacolare attentato terroristico negli Stati Uniti...Seguito dalla famosa guerra infinita al terrorismo ancora in corso e lo sarà per sempre, tutti noi potremo diventare dei potenziali terroristi in futuro...Infine per ora La grande crisi finanziaria mondiale...Tutto questo è un cocktail esplosivo che stà portando tutti i popoli del mondo nell'abisso. E in questi poco più di cinquant'anni cosa è successo qui in Italia? Di tutto e di più, Ruberie e scandali...Malavita organizzata e droga a tutto spiano, diseducazione dei giovani attraverso i canali nediatici...E ora è il momento della meteora Mario Monti...Quando avrà terminato la sua missione sovversiva qui in Italia si ritirerà in tranquilla e beata pensione. E la rivoluzione continua...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# DBF 2012-10-21 15:51
Bravo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ulisse 2012-10-20 20:44
Nell'ultimo (in tutti i sensi) governo Berlusconi,Trem onti si definiva "l'unico ministro col portafoglio",e lo era,cioé era molto più di un ministro,e pochissimo meno di un Presidente del Consiglio.Lo spread a 113 punti base dal 2008 alla metà del 2011 é merito di Berlusconi/Tremonti, così il demerito dell'impennata dello spread non può essere solo colpa di Berlusconi. Tutto il resto é un'opinione come tante.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# winston1984 2012-10-20 21:41
con il Lombardo "siculo" compreso..
Solo, fatto che rimane astruso,.

sfugge il perchè tanto in vista.
ci stia "quella" targa manifesta.
e lascia ogni alra in terga ascosta.

Scontando che i nomi in lista,tanti,.
nel palio siano tutti lesto.fanti,.
s'impone l'appello degli astanti.

salta fuori che del tacco sono tre,*.
altrettanti son romani a dire embè,*.
e 12, oiboh, circa conterranei di Blondet**.

Quindi il "siculo" nel discorso sbavato.
in locus risulta come sputo gratuito;.
consono, forse, ai celti con elmo ornato,.
ma disdicevole in bocca al fine erudito..

E sconforta nel sentirlo, costì.. ribadito

Tantopiù, nomen omen e guarda caso, strano,.
che un Lombardo sia d'ascendenza siciliano.
quanto magari un Alemanno civicus romano...

Fanti.lesti in drappello:
*Mussari catanzaro, Lombardo etneo, Lusi capitolino-abruzzese
*Al centro Draghi & Polverini romani, Fiorito bey d'Anagni
*Bersani da Bologna -Lauzi cantorum- non conosce la vergogna

**Poi quella sporca dozzina:
Ciampi Azzaglio livornese con LambeVto fioVentino e Profumo genovese..
Tre.monti valtellina, Monti-piton & Grilli-vice da Milano con Jena Ridens, stessa tana;
il Penati vien da Monza briantina, Daccò è lodigiano baresino. Nuovi acquisti Siniscalco da Torino con Fornero canavese. Ultima in nota d'Aramengo, la Tarantola di Casalpusterleng o...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# winston1984 2012-10-21 19:16
Sorry..,
l'INCIPIT persoin trasmissione
rende tortuosa la comprensione:

"NOMI E DATI TUTTI UTILI E PREZIOSI"
con il Lombardo "siculo" compreso..
evvia dicendo, esplicitato per esteso...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Brancaleone 2012-10-20 22:15
Lo spartiacque sono le elezioni, o si riiesce a cacciarli o meglio emigrare....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# durando 2012-10-20 22:15
La straordinaria e documentata competenza di Blondet mi spinge a chiedermi perché non si faccia avanti a livello nazionale per sostenere la rivolta dell'ex comico...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# licio 2012-10-21 07:48
Perchè dovrebbe creare un agorà vera da contrapporre a quelle mediatiche...e i capitali chi glieli dà ???
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# durando 2012-10-21 23:06
nemmeno Grillo ha grandi mezzi...e i media gli sono contro.Eppure...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# CESCO 2012-10-20 22:32
Direttore,si è dimenticato il pederasta Marrazzo che andava a farsi fare la rettifica alle natiche con i soldi nostri e con la scorta pagata da noi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maurizio Blondet 2012-10-21 09:43
...
e chi lo dimentica? M'arrazzo è indimenticabile .

Maurizio Blondet
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# zara 2012-10-21 10:38
Ma chi se ne frega di tutto questo! E' questione di pochi anni e saremo morti tutti,comunque, noi e loro. Viviamo al meglio i nostri pochi giorni e in culo a Monti e al suo governicchio. Dopo il furto delle pensioni,dei quarant'anni di versamenti- acconsentito dall'intero arco partitico- possono fottersi tutti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# DBF 2012-10-21 16:04
Chiaro ... loro sono solo marionette ben pagate. Un cattolico uno di questi ... mi ha detto ... chi serve serve e chi serve comanda. Ho rinunciato a servire a comandare e a tutti privilegi del 'buon cristiano'.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# FRANCI 2012-10-21 12:49
ecco la verità sulla crisi in 30 secondi

parole di Tremonti:

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=RdX5ofGca5c
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Hermann 2012-10-21 12:52
Mi aspettano ancora almeno 20 anni di lavoro, e mi ritengo fortunato ad avere un posto fisso. Allo stato attuale la mia pensione sarà la metà del mio attuale trattamento retributivo, la buonuscita mi sarà pagata dopo almeno due anni, senza interessi. Tra 3-4 anni, se non prima, la sanità sarà privatizzata e dovremo pagare tutto, è il sistema statunitense che si sta facendo strada anche da noi, d'altra parte da oltre oceano mai è arrivato qualcosa di buono, mai. Le nostre città sono un enorme immondezzaio umano, delinquenza e criminalità ci stanno soffocando, dall'estero arriva spesso il peggio del peggio del peggissimo e ci dovremo convivere, se costoro non ci ammazzano prima. La gioventù è persa, sfatta, senza idee.
Ai giovanissimi lettori di questo sito raccomando caldamente di emigrare, dovunque.
A chi ci ha portato alla situazione attuale, auguro ogni sorta di maledizioni.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gilles 2012-10-21 13:22
Trovo che la prova peggiore dei tecnici, fra tutte quelle indicate, è la enormemente avventata decisione che ha causato l’ingiustizia degli esodati, perché in questo caso c’è persino il rischio che si sia trattato di un marchiano errore tecnico, mentre negli altri casi si tratta di decisioni irresponsabili ma indubbiamente volute. Sembra comunque evidente che l’austerità è un concetto che riguarda noi poveri cittadini, mentre a livello di numeri, visto anche l’aumento del debito pubblico, il problema non esiste. I tecnici svolgono ora soprattutto il ruolo dei garanti, mentre c’è chi dice che l’occupazione massonico-rettiliana dell’amministra zione pubblica va avanti a livello di seconde linee, per così dire, in realtà a livello di dirigenti generali e di altissimi burocrati, che garantiscono concretamente la continuità dell’esercizio del potere. In questo momento a me non interessa se grillo è etero diretto o meno, mi interessa la possibilità di rottura che è in grado di apportare. Anche se Grillo fosse un candidato manciuriano, occorrerà del tempo ai suoi controllori per sostituire la vecchia casta con una nuova più presentabile e far sì che questa cominci ad operare. Per questo occorre sfruttare la forza dirompente del grillismo, cavalcandolo fino a che non comincerà ad uniformarsi ai dettami dei suoi controllori, ammesso che questi esistano veramente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# amsicora 2012-10-21 17:29
@maurizio blondet

è cominciata la campagna elettorale (per tremonti) come se il presidente del bilderberg non avesse governato negli ultimi 10 anni, ma fosse stato all'opposizione o, come grillo, fuori dal parlamento.
si tratta probabilmente di un omonimo di quel commercialista di sondrio?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# celligius 2012-10-21 18:14
Intanto che lor signori si dividono il bottino io vi racconterò cosa sta succedendo nel silenzio più assoluto negli uffici delle entrate. Da Roma è stato proposto agli uffici provinciali di richiamare gli ex dipendenti, ora in pensione, per far loro delle proposte alquanto allettanti riguardo a un lavoro part-time. In cosa consiste questo lavoro? Dobbiamo premettere che questo lavoro non sarà remunerato mensilmente, ma sarà retribuito solo a fine anno, mentre i viaggi in auto e i pasti al ristorante saranno rimborsati subito( pensate che siano in tanti a rifiutare un pasto al ristorante?). Il lavoro accennato prima consiste nel dare la caccia agli evasori o presunti tali. La mia fonte mi ha riferito: "Noi possiamo ricevere vari incarichi: per esempio frequentare negozi di una certa zona per controllare, senza farci notare, l'emissione di scontrini; possiamo avere anche l'incarico di pedinare una certa persona per tutto il giorno, oppure fotografare tutte le case ristrutturate di una zona della provincia, piuttosto che fotografare delle auto parcheggiate di fronte a certe pizzerie o ristoranti". Insomma la STASI è tornata in auge tra di noi. Pertanto mentre i politici, finanza e grande industria si stanno spartendo i nostri soldi, i poveracci si stanno scannando fra di loro. Povera Italia, che fine che hai fatto!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# amsicora 2012-10-22 10:13
inquietante: è cominciata una guerra. contro di noi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# milvus 2012-10-21 18:30
" Questa politica dell'austerità è sbagliata perchè manda l'economia in recessione..."
Il debito pubblico alto ed impagabile, le spese dei politici, dei partiti, generano alta fiducia finanziaria dell'Italia nel mondo e nei Mercati, ed anche qualora si votasse, lo si fa solo per questioni "culturali", perchè oggi le sfide si pagano, e non si vota più per la paura di essere truffati, tanto le truffe si susseguono se si abbassa l'IRPEF si aumenta l'IVA, oggi ciò che conta è il rischio sui derivati, sui BOT, sui Bond, e si chiede un prestito-debito ti fanno la polizza rischio che lo copre, sono piccole minacce metaforiche dell' FMI, altrimenti l'unica opzione per l'Italia è l'esempio Grecia. Ai Mercati non interessa nulla se noi riusciamo nel PIL interno o pagare il debito, solo dare fiducia finanziaria ad ogni costo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# mrcfdf 2012-10-21 19:46
Ho tagliato tutti i costi possibili immaginabili (e non basta), ma l' abbonamento a questo sito rientra tra le spese necessarie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Fatima 2012-10-21 22:24
La proposta di far tornare la maggior parte del "debito pubblico" in mani italiane è l'ennesima perdita di tempo... La verità è che la moneta deve essere di proprietà dello Stato!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Dany Zenobi 2012-10-21 23:35
Bell'articolo, davvero molto documentato.
Mi consola il fatto che anche il nostro direttore, sempre al top dell'informazione, abbia chiaro in mente che si, di volgari ladri alla Fiorito o Lusi ne abbiamo da combattere parecchi, ma i veri nemici del genere umano sono di ben altra levatura e commettono crimini ben peggiori.

Alle manovre suscritte si potrebbe poi aggiungere anche la grande fregatura degli LTRO, i circa 1000 (se non erro) milioni di euro che la BCE ha creato per ridare liquidità alle banche di tutta europa, sull'orlo dell'abisso, al tasso 1%.

Questi fondi, nella propaganda di lor signori, avrebbero generato anche liquidità sufficiente per far si che le banche riprendessero a fare credito all'economia in affanno.

Ovviamente le piccole e medie imprese di quei soldi non ne hanno visto nemmeno l'ombra: infatti perchè mai le banche avrebbero dovuto prestare alle aziende, diciamo al 7%, con annesso rischio di credito, quando potevano (anzi, dovevano, ricordate il bot day?) acquistare titoli di stato con rendimento al 6% e protezione statale del rischio?

Dunque gli LTRO non sono altro che moneta cattiva (creata dal nulla) che genera altrettanta moneta cattiva (debito tramite titoli di stato) ripagati ai gran capi di bruxelles con moneta buona (le tasse e le riduzioni di servizi di noi cittadini).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# amsicora 2012-10-22 10:15
i soldi delal bce servivano alle banche per comprare i titoli pubblici italiani, posto che la bce non può farlo direttamente, ma solo nel mercato secondario, come accadeva con la banca d'italia dopo il trattato sme
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# frank10 2012-10-22 16:47
"Basta dire che dei 90 miliardi che ci vengono estorti ogni anno per pagare i soli interessi sul debito"

Infatti il debito attualmente è solo pagamento di interessi.

In questo sito ci sono delle tabelle interessantissi me a riguardo fino al 2007:
http://leprechaun.altervista.org/debito_pubblico_italiano.shtml

Questo significa che il problema non sono tanto le entrate-uscite con relative spese eccessive dei politici: dal 1992 gli interessi annui sono stati sempre più alti del deficit di bilancio che veniva chiuso in attivo!!
Se non ci fossero da pagare gli interessi, saremmo addirittura in saldo attivo.

Ha calcolato che gli interessi attuali corrispondono a circa il 4,2% in più dell'inflazione ufficiale!

La cosa incredibile è la quintuplicazion e del debito in SOLI 10 anni (1981-1991), con tassi medi del 13%.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# davidedoc1 2012-10-23 10:03
L'articolo è come sempre esemplare, vorrei solo far notare che molti dei tecnici criticati sono tutt'altro che incapaci o falliti, perseguono solo degli obiettivi differenti da quelli che noi pensiamo abbiano. In questo sono efficientissimi e lo fanno in maniera spietatamente elegante, se non fosse così le vittime si sarebbero ribellate facendone polpette invece di perdersi in elucubrazioni sulle loro capacità. Non scordiamoci mai l'obiettivo finale di chi li ha messi in quelle cariche e tutto assume un senso.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# prodigus 2012-10-25 15:44
Una previsione: se vince grillo in sicilia la regione sarà commissariata.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giogio 2012-10-27 11:15
considerazione: in un sistema economico basato sulla moneta LA TASSAZIONE NON E' ALTRO CHE UN DRENAGGIO DI LIQUIDITA' PER EVITARE UNA SERIE DI SITUAZIONI CHE SI POSSONO INTUIRE QUINDI... COMPLIMENTI AL DR. BLONDET PER L'ARTICOLO, DAL PIU' PROFONDO DEL CUORE
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# BULEGH 2012-10-29 11:20
Questo magistrale articolo di Blondet, forse ancor più dei precedenti, ci ricorda o ci rivela quale sia la reale consistenza di una certa parte degli abitanti di questa penisola e dell'attuale nonché democratico governo di sudici, tossici tecnici e dei loro gerarchici protettori, dall'astutissimo reuccio vesuviano (alias boccuccia-a-culo-di-gallina) in sù.

La Storia è stata un continuo susseguirsi d'infamie e tragedie d'ogni genere e dimensioni. Ma le straordinarie imprese compiute oggigiorno dai suddetti "LorSignori", grazie soprattutto alla loro ingnoranza e alla loro dimostrata incompetenza, proprio nelle materie di cui si vantano nei loro curricula, ebbene tali imprese rappresentano un nuovo primato mondiale.

Un nuovo primato? Sissignori: in fatto di

TRADIMENTO

Tradimento della terra natia, dei propri concittadini, delle oneste e laboriose comunità. Tradimento delle nostre virtuose popolazioni, presto destinate a un irreparabile martirio, forse ad una definitiva estinzione.

Ma non è detto che lorsignori ne escano con le tasche piene, illesi, totalmente immuni da certe deleterie conseguenze di pubblica valenza, professionali ma anche personali.

Oltre agli inganni, alle frodi e alle incredibili castronerie bocconiane varie da essi ripetutamente perpetrate, "LorSignori" sono colpevoli di un tradimento che solitamente si definisce "alto" ma che, in questo caso, trattasi di bassissimo, verminaceo tradimento. Appunto com'è ben documentato e denunciato nel suddetto articolo.

Non è inverosimile che, in un prossimo futuro, la situazione politica e socioeconomica subisca capovolgimenti tali da suggerire un adeguato nonché minuzioso esame dell'operato normativo ed esecutivo e della condotta di Lor Signori, tali da imporne una condanna esemplare in adeguato patibolo.

Con adeguata ingiunzione di risarcimento pecuniario, o di equivalente concreta ricchezza, a lor signori, reuccio vesuviano incluso?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità