>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli FREE

Voterò Komunista (alle primarie)
Stampa
  Text size
Comunico che la settimana scorsa ho deciso: mi sono recato al circolo del PCI (oggi PD) e, sotto il busto di Togliatti e la foto di D’Alema, mi sono iscritto come votante alle loro primarie.

Voterò per Matteo Renzi. Ed ho portato con me alcuni familiari.

Perché? Il perché lo mutuo dal mio amico e analista finanziario Paolo Rebuffo, il cui ragionamento mi sembra di abbacinante chiarezza e semplicità:

Il PD vincerà le elezioni politiche. Le vincerà perché dalla parte opposta non c’è più nessuno da votare. I sondaggi sono inequivocabili: 30% contro il 15.

In questa situazione, chi vincerà le primarie del PD sarà quasi certamente il capo del prossimo governo delle sinistre. Secondo le previsioni, le vincerà Bersani.

A voi che di sinistra non siete, resta una esile possibilità di ostacolare l’ascesa di Bersani al governo: andare alle primarie degli altri e votare Renzi. Voi, che non potete più scegliere il presidente del consiglio di centro-destra (per colpa di Berlusconi che ha tradito il suo elettorato e ha mandato a puttane la più solida maggioranza della storia italiana), potete ancora scegliere il capo del governo della sinistra. Il meno peggio. Quello che ha possibilità di farcela: Renzi.

S’intende che alle politiche non voterò Renzi, ma voterò (turandomi il naso) Grillo e i suoi grillini. Sperando che, come mera massa sgorgante, faccia da sturacessi del parlamento e della «politica».

Prevedo le obiezioni che mi verranno. Ce ne sono che ben conosco: «Le primarie sono l’ennesimo trucco dei poteri forti, io non ci casco». «Blondet, proprio te, non hai ancora capito che la democrazia è una frode del Bilderberg? Che tutto è già deciso? Che sarà Monti-bis?» Altri: «Renzi e Bersani sono uguali, non c’è differenza». «No, io non vado a votare (variante: non vado mai a votare dal 1970…) perché il sistema mi fa schifo». C’è persino chi dice: «Andare alle primarie significa legittimare il PD, che mi fa vomitare», e financo: «Non è onesto andare a votare le primarie di un altro partito».

Non è onesto? In guerra, quando tutto è perduto e i capi hanno tradito, coloro che non si arrendono possono ancora tentare di infiltrarsi nel campo avverso e lanciare le ultime bombe a mano. Vi devo confessare che è quello che faccio da sempre, scrivendo. Una vittoria di Renzi alle primarie, forse, contribuirebbe a destabilizzare il Partito Komunista che sopravvive dietro Bersani. Per me, è un motivo sufficiente per tentare.

Tutte le altre obiezioni si compendiano in assenteismo, in astensionismo, giustificato dal «io non la bevo»: mi sembrano ispirate da viltà, una tipica viltà «di destra», mascherata sotto la finzione di un’altezzosa consapevolezza. Io non voto nessuno di questi perché «sono contro il Sistema, io»: comodo. «Non partecipo alla politica perché nessuno di questi mi rappresenta, sono troppo inferiori»: così intere generazioni di «destrorsi» non si sono sporcati le mani, sdegnosamente, finchè non scendeva dal cielo, a guidare le loro quadrate legioni, l’Arcangelo Michele in armatura d’oro. Intanto, «gli altri» facevano e disfacevano. L’Arcangelo non scenderà. Non per voi, soprattutto. La politica si fa con le carte che si hanno in mano, non con i sogni.

Sono milioni, oggi, quelli che proclamano: «io non vado a votare, così “quelli” imparano». Che insipienza politica! Se l’astensionismo fosse anche del 90%, quelli farebbero i governi anche col 10%: e sarebbe l’ineluttabile governo Bersani-Casini, con Monti superministro o addirittura al Quirinale, che oggi conta più di ogni governo. Se non Prodi... Sarebbe la continuità di quello che abbiamo già conosciuto e provato: il governo dei parassiti pubblici, perché la sinistra di Bersani è la rappresentanza politica della legione degli insegnanti, dei magistrati, dei super-burocrati da 600 mila euro annui. Insomma, i fancazzisti che succhiano denaro pubblico (che noi gli paghiamo) come corpo sociale, sono con Bersani.

«E Renzi, non è lo stesso?». No, non è lo stesso. Sapete la cosa che mi ha veramente colpito di lui? Che da sindaco di Firenze, una volta, ha detto di provar fastidio per tutti quegli impiegati del Comune che dieci minuti prima sono già lì a far la fila per timbrare il cartellino d’uscita. È uno sputo in faccia ai fancazzisti pubblici che sono il corpo elettorale della sinistra. Alla Leopolda, qualche giorno fa, Renzi ha aggiunto che vuole abolire il finanziamento pubblico ai partiti e i sussidi; ha detto e ripetuto che non farà alleanza con Casini. Mi basta.

Obiezione: «Non farà nulla di tutto questo, si rimangerà le promesse». E chi se ne frega? Io mica lo voto, Renzi, alle politiche. Che attui o no il suo programma, è uno che porta scompiglio nelle «sinistre» e nei suoi apparati. Basta aver assistito alla rabbia minacciosa di D’alema, che vive la propria rottamazione come lesione alla sua divina maestà. Basta vedere l’invidiosa bile di Rosy Bindi di fronte a Renzi: no, lei non si vuol fare rottamare, tanto che chiede la «deroga» (lo statuto del Partito Komunista prevede solo 3 mandati, il candidato che vuole ripresentarsi deve chiedere una deroga): 5 (cinque) mandati in Parlamento non le bastano, vuole il sesto: dice che la nazione ha bisogno della sua intelligenza – ancorché sia più bella che intelligente. E far schiattare la Bindi, non è forse una soddisfazione bastante?

Ed ora, anche Di Pietro invita a votare Bersani. Ed è sceso in campo anche il brontosauro Nobel Dario Fo: «Renzi non mi piace». Ecco un altro motivo per votarlo. Alle primarie.

Insomma: chi non va a votare Renzi, di fatto vota per un governo Bersani. Che avverrà ineluttabilmente, visti i sondaggi. Che significa: coalizione-inciucio con Casini (l’eterno compromesso storico) e il programma, quello di Monti: tasse e niente tagli al grasso pubblico parassitario. Bersani, l’abbiamo già provato nel governo. Sappiamo cosa fa: «privatizzazioni» dei privati, preferibilmente tassisti e benzinai, anziché liberalizzare i fancazzisti pubblici. Imposta patrimoniale. E mantenimento degli apparati parassitari, dei milioni di dipendenti pubblici inadempienti e strapagati, dei magistrati di parte, dei dirigenti pubblici da 600 mila euro annui. Insomma, la continuità del peggio.

Oltretutto, guardate, Renzi perderà le primarie. I vecchi trinariciuti esistono ancora, e sono tutti mobilitati per Bersani; li ho visti, al locale circolino dei Komunisti, già pronti con quintali di manifestini pro-Bersani. Quel che conta, per noi che non siamo di sinistra, è che Renzi non perda «troppo». Che resti come componente notevole, come ostacolo allo status quo in quel campo. Altrimenti il rullo compressore stalinista lo schiaccerà (D’Alema ha fatto le note oscure minacce) e, con lui, ogni prospettiva di cambiamento futuro delle sinistre.

Dinosauri a sinistra. Dinosauri e puttane a destra. E tutti questi rottami (1), mozziconi, residui in briciole svergognati che ingombrano il campo senza aver più nulla da dire agli italiani, Fini, Rutelli, Berlusconi, Di Pietro, ed ora per ultimo Montezemolo – «il nuovo che è avanzato», come l’ha salutato Pubblico: ennesimo giornalùcolo sussidiato, ma la battuta è buona.





1) Colgo qui l’occasione per chiedere ai radicali italiani come mai, loro così «innovativi», non hanno il coraggio di rottamare Pannella. Sarebbe un povero vecchio da compatire, se non fosse per l’evidente cattiveria: vuole distruggere quel che resta del partito, prima di doverlo lasciare per sempre su ordine delle Parche. Ha espresso odio (invidia) per il presidente del partito, Silvio Viale, il medico abortista di Torino, eliminandolo per eresia e lesa maestà del Profeta. Delira per ore intere da Radio radicale, con il solo intento evidente di non lasciare spazio a nessun altro. L’ultima volta, m’è capitato di ascoltarlo a Radio Radicale mentre chiedeva a Grillo di allearsi con lui, si ergeva contro Napolitano, rievocava Ernesto Rossi e Altiero Spinelli e criticava la filosofia di Benedetto Croce (che lui ha conosciuto personalmente) a nome di Karl Popper. Ho spento, sono andato a pranzo con un amico, ho fatto una passeggiata. Tornato tre ore dopo, Pannella era ancora lì a parlare: stava ordinando ai suoi di non votare Renzi, passando poi a dare appoggio alla lotta degli Uiguri per la democrazia; subito dopo ha preteso l’amnistia e l’eutanasia, insegnato alla nuova leadership cinese come deve gestire la Cina, opposto il Papa e la Chiesa a Pannunzio e ai Fratelli Rosselli; ormai rauco, riusciva ancora a contraddire il suo interlocutore – un servetto radicale che non lo contraddiceva affatto, ma si limitava ad adorarlo con squittii di approvazione. A chi non crede a tal delirio di onnipotenza della vecchia checca, riporto una delle sue frasi: «Candidiamo (Emma Bonino) a premier dopo Monti per costituire governi che abbiano come centro motore il mondo e la storia Radicale, che è la storia del popolo italiano, che con i nostri referendum (abolizione del finanziamento pubblico, antiproibizionismo, sistema elettorale anglosassone) ci ha dato fiducia all’80% e al 90%». Dopo di chè, patetico, si domandava come mai gli italiani gli diano solo l’1%, mentre lui aveva avuto sempre ragione in tutto. È evidentemente lui ad impedire i grandi successi. Il partito dovrebbe rottamarlo, ma non osa. Il partito Radicale è il solo partito confessionale rimasto, prostrato tremante davanti a questo ultraottantenne morente e cattivissimo. Che Satana ce lo conservi, perché senza di lui il Partito va subito al 10%.


L'associazione culturale editoriale EFFEDIEFFE, diffida dal copiare su altri siti, blog, forum e mailing list i suddetti contenuti, in ciò affidandosi alle leggi che tutelano il copyright.


 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# NUMA 2012-11-19 17:28
ma lei stà dando affidamento ai sondaggi? in questo periodo poi? senza considerare che è il sondaggio spesso a creare la tendenza,non viceversa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maurizio Blondet 2012-11-20 08:13
Metto la sua osservazione nella categoria "Santa Innocenza".

Maurizio Blondet
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NUMA 2012-11-20 12:27
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NUMA 2012-11-23 10:59
Vorrei ricambiare il complimento ma vorrei essere prima sicuro della sua reale ingenuità.Nonostante Berlusconi possedesse tutti i mezzi di informazione,da televisioni a quotidiani,una disponibilità economica enorme,nonostan te avesse predisposto suoi uomini e donne in punti strategici al fine di eseguire suoi ordini senza discutere,nonos tante fosse giunto ad avere il 70% di preferenze personali(odora va di santità...)dal popolo sovrano,nonosta nte abbia combattutto contro tutto e tutti per modificare lo status quo, è stato costretto a scusarsi con gli italiani per non essere riuscito a fare cio che aveva promesso di fare.Ha detto che non "gli" hanno permesso di fare nulla!Ha detto di non definirlo monarca perchè in realtà è il sistema a legargli le mani(non con le manette..)ha detto che senza modificare la Costituzione il presidente del consiglio rimane solo un pupazzo manovrato dal sistema.Mi domando quali possano essere le aspettative del popolo di fronte a delle caccole come renzi,bersani,v endola o non so chi altro esponente politico se confrontati a Berlusconi.Nessuno tra questi ha mai detto di voler modificare la Costituzione per dare potere al Presidente del consiglio.Mi domando quale sia l'obbiettivo da raggiungere seguendo la stategia da lei indicata.Mi domando se in questo caso, la sua ingenuità in verità sia stata inquinata dallo stesso software che genera quella realtà virtuale nella quale molto spesso tutti cadiamo.La risata era amara.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# astrorosa1 2012-11-27 01:13
Ebbene per la prima volta in vita mia
mi sono iscritto ad un partito.


Voterò per il movimento 5 stelle di Beppe Grillo con cui mi sono iscritto per queste ragioni:
http://www.youtube.com/watch?v=VzPxm3xZXPk
alle primarie è giusto votare Renzi ma i pensionati voteranno in maggioranza Bersani.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# stellapolare 2012-12-01 12:47
Io avevo simpatia verso Renzi anche se non sono mai stata comunista.
Ho letto in un blog che RENZI a maggio 2011 ha dichiarato nell'intervista ad un giornale di Firenze "Reporter"che lui è BISEX, che la moglie sa tutto perchè ha una mentalità "aperta".
Scusate, ma non era lui che sembrava il puro, normale con famiglia. Invece mi sembra un pò diverso da quello che fa vedere. Ecco perchè si allea con Vendola.
Per loro, appena insediati, la prima cosa sarà di legiferare su matrimoni gay,lesbo,figli a gay e lesbo. Penso che invece per il popolo la cosa più importante è SALVARE IL POSTO DI LAVORO - LA SALUTE. Tra un pò saranno considerati anormali quelli che hanno moglie e figli in una coppia uomo con donna.
ciao
Anna Maria
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Franco_PD 2012-11-19 17:32
Senza ironia definisco quella di Blondet un'ottima scelta rivoluzionaria: così si fa! Io avrei dei problemi a seguirlo nell'impresa visti i miei personali trascorsi movimentisti (di piazza) affatto sconosciuti a quelli che dovrebbero essere i miei provvisori ospiti. Del resto in riunioni anche di un certo livello di qualche decennio fa avevo proposto che il MSI in parlamento votasse a favore di alcune demenzialità governative. Essendo il periodo duro dell' arco costituzionale sarebbe successo il finimondo. Non mi diedero retta... L'operazione poi che prospetta Blondet risulta anche divertente e gratificante perchè prendere a gabbo i trinariciuti dà soddisfazione. Negli anni 70 ci eravamo studiati numeri da circo con finte conversazioni demenziali tra militanti comunisti, ad uso e consumo di viaggiatori in autobus o in treno che leggevano giornali di sinistra. Ci si fingeva impegnatissimi in qualche attività di sinistra, del PCI. Si millantavano conversazioni con noti esponenti del partito e si creavano siparietti credibilissimi quanto pieni di nulla. Autentici cabaret ad uso e consumo degli ascoltatori. Che diventavano paonazzi. Ma nessuno fiatò MAI. La cosa ci colpì sempre molto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# adelauro 2012-11-19 18:08
Sono stato un convinto elettore PCI-PDS-DS-PD...Fino a quando mi si sono aperti gli occhi, mi è venuta la nausea, e sono diventato quasi fXscista. Però dare un dispiacere al premio Nobel Dario e alla Rosi potrebbe essere una soddisfazione che ripaga il sacrificio...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# guglielmotell 2012-11-19 18:10
Non sono d'accordo con Blondet. Lui avanza tanti di quegli argomenti e con tanta foga, che mi viene il sospetto che voglia convincere prima di tutto se stesso. Non credo che l'astensione dal voto sia una non scelta da sbeffeggiare (non mi dilungo a spiegare i motivi per cui penso possa avere, se estesa, anche un significato politico concreto e non solo simbolico). Non darei credito all'insofferenza del sindaco Renzi per gli impiegati comunali fancazzisti; proprio lui, fancazzista per eccellenza, sindaco assenteista, ex presidente fantasma della provincia di Firenze. E' un personaggio prodotto in modo così evidente (negli atteggiamenti fisici, nelle espressioni del viso, nelle parole e nel tono di voce) dalla televisione e dal chiacchiericcio mediatico, che se è lui a rottamare D'Alema, Veltroni e compagnia bella, io non lo considero un progresso. L'amicizia con i banchieri è poi la stessa, ugualmente affettuosa e interessata. Detto questo, voterò Grillo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Franco_PD 2012-11-19 18:54
Renzi è un personaggino interessante. Veneziani notava di non vedere in lui atteggiamenti di odio, così presenti invece in tutti i suoi compagnucci. Per certi versi è anche pericolosissimo , una sorta di sinistra alla vaselina cucinata molto meglio di come faceva Veltroni, ad esempio. Veltroni riuscì a portare ad una sua kermesse niente meno che un fratello dei Mattei bruciati vivi a Roma... Renzi è pragmatico, si incontra con banchieri e va anche da Berlusconi, proprio a casa sua. I bischeri del suo partito (chiaro che lo dico alla fiorentina visto il contesto) non hanno capito che con lui andrebbero al potere e ci resterebbero chissà per quanto in un delirio di buonismo socialdemocrati co. E filo occidentale. Renzi riuscirebbe a prendere anche una fetta dell'elettorato berlusconiano, senza scherzi! La gente ha bisogno di uomini nuovi, o che lo sembrino, e che siano brillanti. Naturalmente Renzi sarà segato alla grande. Forse è meglio così (Crozza ne tesse gli elogi, poi si guarda intorno furbescamente ed esclama: non capisco...l'inc... dove è?)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# musicus barocchus 2012-11-19 23:51
Citazione guglielmotell:
Non sono d'accordo con Blondet. Lui avanza tanti di quegli argomenti e con tanta foga, che mi viene il sospetto che voglia convincere prima di tutto se stesso. Non credo che l'astensione dal voto sia una non scelta da sbeffeggiare (non mi dilungo a spiegare i motivi per cui penso possa avere, se estesa, anche un significato politico concreto e non solo simbolico). Non darei credito all'insofferenza del sindaco Renzi per gli impiegati comunali fancazzisti; proprio lui, fancazzista per eccellenza, sindaco assenteista, ex presidente fantasma della provincia di Firenze. E' un personaggio prodotto in modo così evidente (negli atteggiamenti fisici, nelle espressioni del viso, nelle parole e nel tono di voce) dalla televisione e dal chiacchiericcio mediatico, che se è lui a rottamare D'Alema, Veltroni e compagnia bella, io non lo considero un progresso. L'amicizia con i banchieri è poi la stessa, ugualmente affettuosa e interessata. Detto questo, voterò Grillo.

Vedo che non ha capito bene cosa voglia dire Blondet.Renzi puo`essere benissimo un fancazzista,un assenteista,un mafioso,un terrorista,tutt o quello che vuole lei;chi se ne impippa di com`é.In questione non e`l´uomo Renzi,ma quello che lui rappresenta.Per farle capire,il "renzismo" potrebbe essere quello che la nouvelle theologie fu per la Chiesa al concilio vaticano II:la pugnalata alle spalle in grado di scompaginare le fila del PD e di minarne la disciplina e la coesione.Perche`oramai la falange sinistroide puo`essere sconfitta o almeno indebolita solo dall`interno.Se poi costui dovesse rivelarsi una schiappa,tanto di guadagnato;megl io avere a che fare con una mezzacartuccia in tenera eta`che con vecchie b****cche rotte a ogni raggiro e sotterfugio;sen za contare la ulteriore perdita di credibilita`che ne deriverebbe alla sinistra.L´ímportante e`che la sconfitta annunciata del centro-destra non si trasformi in una rottache il duo Bersani-Casini non stravinca e non ottenga un trionfo.Per questo un successo anche solo parziale di Renzi potrebbe essere utile.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# entronauta 2012-11-19 18:52
MONTEZUMOLO il nuovo che avanza.... dai MAYA
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giannizzero 2012-11-20 16:56
La "vendetta di Montezuma" la conosciamo e la Scottex ci ha costruito sopra un impero. Ma la vendetta di Montezumolo come sarà ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# littoria3 2012-11-19 18:56
Sbagliare (votando per il berlusca), è umano, il perseverare (sperando nel meno peggio),è ................... non sò cosa scrivere, lo faccia Lei Maurizio, comunque auguri. Io semplicemente me ne frego!come faccio dal 1991.
Ave
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maurizio Blondet 2012-11-20 08:19
Mi tocca citarmi, perchè ho già previsto il suo caso: "Così intere generazioni di «destrorsi» non si sono sporcati le mani, sdegnosamente, finchè non scendeva dal cielo, a guidare le loro quadrate legioni, l’Arcangelo Michele in armatura d’oro. Intanto, «gli altri» facevano e disfacevano. L’Arcangelo non scenderà. Non per voi, soprattutto".

Maurizio Blondet
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# AS1974 2012-11-20 09:34
Mah...votare o non votare, se il crierio deve essere quello della speranza che un granellino di sabbia inceppi gli ingranaggi del sistema allora sono d'accordo con il direttore, bisogna cercare di fare più danni possibili a questo sistema che è irriformabile ed inemendabile perchè marcio nella sua intima sostanza e non solo negli uomini che ne interpretano i ruoli. (Probabilmente è l'idea stessa di democrazia rappresentativa che sta segnando il passo coi tempi).
Mi permetto di rilevare come che molti di noi vivono con cinica ineluttabilità il corso degli eventi come spettatori di fronte ad in reality-show.
Ma che popolo siamo diventati? Cervelli anestetizzati ad ascoltare acriticamente le affermazioni dei "grandi timonieri" come Draghi "Euro processo irreversibile"; Monti "Via tracciata" o Napolitano "Percorso ineluttabile".
Il direttore ha ragione, sarà anche una battaglia persa in partenza, e anche la guerra è impari, ma non reagire quando il "nemico" ti umilia non solo non è dignitoso ma neppure umano.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Contadino 2012-11-19 19:02
Io credo fermamente che, se veramente il venturo governo Bersani sarà come ce lo descrive il Direttore, allora bisognerà fare il possibile affinchè venga eletto.
Infatti, se le scelte economiche del Bersani saranno a completo vantaggio di parassiti e gran commis, il default o la rivolta sociale saranno assicurati.
Solo dopo un ''reset'' radicale sarà possibile ragionare su un vero cambiamento.
FORZA BERSANI!!= FORZA DEFAULT!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# oriundo06 2012-11-19 19:59
Ma siete sicuri sicuri che alle elezioni ci andiamo così, tranquillamente , per eleggere un 'governo' 'civile' e 'democratico' ? Io non ne sono così convinto...facendo gli opportuni scongiuri, temo invece di qui a non molto uno sconvolgimento tale da rendere tutti questi ritualismi politici assolutamente inutili: oggi siamo nel mondo ciber-militare...insomma, occhio che si sta preparando la 'grande prova' nel Mediterraneo e noi ci siamo dentro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maurizio Blondet 2012-11-20 08:20
"Siete sicuri sicuri che alle elezioni ci andiamo così, tranquillamente , per eleggere un 'governo' 'civile' e 'democratico'?"
Non ho affermato nulla del genere.

Maurizio Blondet
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Nieuport 2012-11-19 20:02
Il discorso sull’astensione mi sembra chiarissimo, e mi fa rabbia trovare tante persone, nei siti anti-sistema, sia come questo, sia di estrema sinistra, che si vantano della propria astensione, sia attuale sia trentennale, come se lanciassero un coraggioso messaggio al mondo, facendo tremare il sistema.
Il discorso è molto semplice. Esiste il potere? Si, chiamatelo Bilderberg o massoneria o ABI o Trilateral, ma esiste.
Al potere l’astensione dà fastidio? Assolutamente no. Più astensioni ci sono e meglio è. Tutta gente che ha rinunciato a dare fastidio.
Secondo i sondaggi di LA7, astenuti e indecisi sono sopra il 50%. Per il potere sono ottime notizie.
Ma se quel 50% e più votasse contro il sistema (Grillo, Forza Nuova, Partito Comunista Marxista-Leninista, fate voi) il potere se ne accorgerebbe.
Quindi l’alternativa è semplicissima: o fare un favore al potere e astenersi, o opporsi, e votargli contro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maraffio 2012-11-19 20:04
Mi stupisco che quelli dell'ex(?)PCI abbiano lasciato via libera al Direttore per votare alle primarie...
Però sono cavoli dei rossi (detto con un sorrisone, dopo aver letto questo caustico articolo).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cuorenerogo 2012-11-19 20:05
non andrò a votare e non andrò a iscrivermi alle primarie del pd per votare renzi, ma la consueta lucidità di Blondet mi sta mettendo più di un dubbio su questi miei propositi. grazie Maurizio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# gjovi 2012-11-19 20:12
Direttore, io domenica ho visto il patetico banchetto del PD, con i manifesti di Bersani. Facevano pena, nessuno si avvicinava. Io non andro a votare, per due ragioni: 1) Meglio se vince Bersani, il partito potrà svaldarsi , e alle politiche prenderà meno voti.
2) Il programma di Renzi per il pseudo risanamento si basa sulla svendita dei pochi asset pubblici di valore rimasti.
In altre parole, in prospettiva un cambiamento vero sarà possibile ( per induzione ) con Bersani candidato e a quel punto possibilmente con Berlusconi dall'altra parte.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Roberto Dal Bosco 2012-11-19 20:26
Farò la stessa cosa. E aggiungo: la nota su Pannella è un breve esempio di maestria assoluta - sono ancora qui che muoio dalle risate!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Alfio200 2012-11-19 20:32
"In guerra, quando tutto è perduto e i capi hanno tradito, coloro che non si arrendono possono ancora tentare di infiltrarsi nel campo avverso e lanciare le ultime bombe a mano."

Se il Direttore mi permette, suggerirei piuttosto...piazzare un bel po' di mine antiuomo il cui scopo non è uccidere, ma produrre feriti da accudire e trasportare in modo da ritardare l'avanzata (comunque inevitabile) del nemico.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# gianfranco56IT 2012-11-19 20:34
Io non posso farlo ma sottoscritto.

(dopo il Sindaco,Il parroco e il comandante stazione c.c. ci sono io con la mia posizione "fancazzista" che mi impedisce di schierarmi apertamente)

Un bel trojan nel PD non sarebbe male,anzi, se potessi lo farei subito.

Però, non è detto che le intenzioni di voto,rimangano le stesse da quì alle elezioni.

Mancano ancora 5/6 mesi e può accadere di tutto.

Il Pd è accreditato al 24% secondo i sondaggi ma sono convinto che scenderà.

Almeno spero!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gabriele62 2012-11-19 20:41
Caro direttore non mi ha convinto. Voterò con il cuore, e cioè Forza Nuova. Semplicemente perchè ragionamenti, (giusti) che fa lei non placherebbero la mia coscienza!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maurizio Blondet 2012-11-20 08:26
Votare Renzi alle primarie PD non le impedisce di votare "con la pancia" alle politiche. Mi sgomenta doverglielo far notare.

Maurizio Blondet
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# maxkolbe 2012-11-22 00:13
Mi sgomenta farle presente che di fatto, così facendo, finanzia (direttamente in questo caso) il PD!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# tenfris 2012-11-19 20:57
Chissà che i sondaggi questa volta non si "sbaglino" vista l'elevata possibilità che molti moltissimi voti che sembra potrebbero prendere Grillo e soci sono ancora probabilmente nascosti tra tanti insospettabili votanti di destra forse non ancora presi in seria considerazione.

In ogni caso l'idea è interessante.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# samuelezerbini 2012-11-19 21:03
vedete, conosco Matteo Renzi da vent'anni. E per come lo conosco io, so che quello che dice è esattamente quello che sente. Spero che ce la faccia, perchè quello che dice è proprio quello in cui crede. Si è abbeverato a Sturzo, vuole trasformare il PD in un partito dove i cattolici non siano dei paria. Tanto mi basta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maurizio Blondet 2012-11-20 08:27
Ahm bene, non sapevo. Allora andrò a votarlo, magari con qualche amico e parente?

Maurizio Blondet
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# samuelezerbini 2012-11-20 11:32
Citazione Maurizio Blondet:
Ahm bene, non sapevo. Allora andrò a votarlo, magari con qualche amico e parente?

Maurizio Blondet


Beh, magari... :)
Preciso meglio: avevamo sedici anni quando -entrambi negli scout- ci conoscemmo. Suo padre, caposcout anch'egli, e piccolo consigliere di Rignano sull'Arno, aveva un'azienda attiva tutt'ora che organizzava promozioni: la vendita dell'Avvenire davanti alle chiese, la distribuzione di riviste davanti alle edicole eccetera. (Avvenire, Direttore, che forse ricorderà che attendevo solo per leggere i suoi articoli, i più chiari, precisi e informati sui fatti del mondo). Io iniziai quindi a lavorare per loro su Rimini, organizzando queste promozioni, che poi, qualche anno dopo, mi permisero di pagarmi gli studi perchè vivevo senza la mia famiglia.
Assieme, nello stesso momento, decidemmo di impegnarci in politica, e assieme vivemmo un momento che per noi fu formativo: le battaglie dentro i Giovani Popolari. Vede, fu in quel momento che una generazione di giovani (io, Renzi, Adinolfi e tanti altri che ora vedo in giro) al di là delle nostre manchevolezze imparammo a non avere alcuna subalternità culturale nei confronti della sinistra. Tuttora la pago qui a Rimini. Divenne poi Renzi caporedattore della Rivista dei Rover Scout, e poi via via nelle rispettive vite e carriere politiche ci siamo sentiti ogni tanto al telefono o visti in giro, per raccontarci e confrontarci. Sempre con gli stessi ideali di allora, sempre con la stessa voglia di cambiare radicalmente l'Italia che non ci piaceva. E'difficile raccontare quella voglia che ci pervadeva, la sensazione di portare avanti un messaggio, un ideale molto più grande di noi, la consapevolezza di sentirci inadeguati rispetto alla missione, ma al tempo stesso l'orgoglio di esserci, di sapere che la politica si occupa delle cose penultime, e non delle ultime come la sinistra pensava.
Per chi conosce queste cose, per chi ha vissuto assieme quei momenti, quando si ascoltano i suoi discorsi risultano evidenti gli ideali e la consapevolezza della nostra limitatezza, della nostra fallacia ma della fiducia di voler essere strumenti nelle mani di Dio, il terrore di chi spera e prega affinchè il nostro impegno, nel giorno Ultimo, ci sia di lode e non di condanna.

Per tutto questo voto Renzi e lo sostengo pienamente. E per questo, Direttore, sono contento che anche Lei -per ragioni ovviamente diverse dalle mie- ha deciso di votarlo.

Samuele Zerbini
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# samuelezerbini 2012-11-20 23:38
ops... "abbia", se fosse possibile la correzione...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# nicolas 2012-11-19 21:56
Il PD al 30 per cento: non ci credo manco se taroccano spudoratamente i conteggi delle schede. E' vero che buona parte degli italiani ha la capoccia inzuppata nelle tv ma da qui a consegnare il paese a Bersani che è stato acceso sostenitore di Monti e che proprio stamane è stato additato come "sporco traditore degli operai" da parte dei disperati dell'Alcoa ce ne corre. E pure vero che a destra si sta facendo di tutto per perdere le elezioni visto il trattamento subito da Berlusconi. Tuttavia credo che lo zoccolo duro dell'elettorato di destra rimane intatto, anzi di più.
Il sostegno a Monti si sta rivelando un boomerang e i sudditi tarassati, i nuovi schiavi comunciano a realizzare che si stava meglio quando si stava peggio, ossia sotto il Berlusca.
Da indefesso sostenitore di quest'ultimo e da illuso o sognatore(quand o frequentavo gli ippodromi puntavo sempre sui brocchi talentuosi e spesso ci azzeccavo),che dir si voglia auspico una sua ridiscesa in campo anche se il processo Ruby e i soliti magistrati lo tengono sotto schiaffo come non mai.
Il tradimento di Berlusconi consiste nel non avere rischiato il martirio a suo tempo.
Ma adesso la situazione è precipitata, gli anni passano, il tipo è coriaceo e idealista, e, visto che il rullo compressore dei suoi nemici non si ferma più ,anzi mira proprio a distruggerlo magari soffiandogli le aziende, potrebbe avere un sussulto di orgoglio di stampo eroico(il passo nella storia si avvicina in fretta) e farsi promotore di un programma rivoluzionario basato sulla uscita dall'euro con tutte le ricadute benefiche di cui il direttore ha sprsso parlato. O la va o la spacca!
Bah!Forse è il mio programma politico
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rosedi1966 2012-11-19 22:14
La campagna elettorale di Renzi viene pagata da Roger Abravanel, giorni fa è stato addirittura alla presentazione del nuovo libro del "venerato".
Roger Abravanel ha lavorato per 30 anni in McKinsey. Attuale direttore di McKinsey è Yoram Gutgeld un bancario Sionista.

AVETE CAPITO CHI APPOGGIA RENZI?

Divulgate il più possibile.

Che tristezza!
Non mollate, non arrendetevi mai al male!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maurizio Blondet 2012-11-20 08:30
Che paura che mi ha fatto... E pensare che avevamo Alemanno, Fini, Berlusconi che i giudei e i loro banchieri li hanno sempre tenuti a distanza! Berlusconi che è sempre stato contro Goldman Sachs e quindi sostiene il governo Monti!

Maurizio Blondet
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# eLahi 2012-11-20 18:43
E' vero, però è come cascare dalla padella alla brace...e che brace! Da quando c'è Renzi, nel centro storico c'è stata un'alta presenza di turisti israeliani in comitiva...prima non accadeva. Inoltre al Festival del gelato della scorsa estate l'ospite d'onore è stato Israele...mentre gli anni precedenti non era mai accaduto che l'evento ospitasse alcun paese! Ma ciò che più preoccupa è l'accordo preso dalla Regione Toscana con Israele per avviare un progetto di razionamento dell'acqua per risolvere il problema della siccità estiva (causato dalla Geoingegneria!) . Beato lei Direttore che non si spaventa, glielo dico sinceramente!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# eLahi 2012-11-20 20:26
Citazione Maurizio Blondet:
Che paura che mi ha fatto... E pensare che avevamo Alemanno, Fini, Berlusconi che i giudei e i loro banchieri li hanno sempre tenuti a distanza! Berlusconi che è sempre stato contro Goldman Sachs e quindi sostiene il governo Monti!

Maurizio Blondet

A Firenze c'è un detto: "Meglio aver paura, che buscarne!"...Non è per insistere Direttore, le sue ragioni di strategia di voto (in teoria!) non fanno una piega, ma ho appena saputo delle dichiarazioni che oggi Renzi ha rilasciato su Israele:

http://www.ilmondo.it/politica/2012-11-20/m-o-renzi-sinistra-ripeta-che-israele-ha-diritto-esistere_142296.shtml

Ed al minuto di 1:13:35 di Omnibus La7:

http://www.youtube.com/channel/SWnK9w7sAA3lo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# milvus 2012-11-19 22:19
Si Direttore, anche noi faremo così, la cosa funziona bene, lo fece mio padre le scorse politiche, alla chetichella, per far vincere la destra, la domenica mattina andò alla sede del PD qui vicino alle Primarie per votare. E vinse infatti Berlusconi. Ognuno ha ciò che si merita.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rosedi1966 2012-11-19 22:25
Per quanto riguarda il voto è possibile recarsi a votare e dichiarare di non riconoscersi in nessun partito: il non voto.
Se il 50% dei votanti scegliesse questa strada, solo la metà degli attuali deputati fancazzisti potrebbero sedere in parlamento.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maurizio Blondet 2012-11-20 08:35
LA tattica che suggerisce è troppo sofisticata: lo è per il livello intellettuale della maggior parte degli astensionisti. Non si riuscirà mai a far capire a un 50% quel che deve fare al seggio. Inoltre, dichiarare il non-voto richiede un minimo di coraggio (anche se non avrebbe nessuna conseguenza), ed è tipico dell'italiano che protesta aver paura di tutto.

Maurizio Blondet
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Lorenzo 2012-11-20 10:40
concordo maestro...il due legislazioni fa chiesi che fosse messo a verbale il mio non voto, e almeno nel mio distretto di sassuolo creai lo sgomento , perchè quelli del seggio dovettero andare a vedere il regolamento su come fare per venirmi incontor...gli altri astanti mi guardavano o pieni di ammirazione (senza però emularmi) o pieni di sdegno (perchè dovevano tornare alla loro amata tv...e perdere 10 minuti era un peccato.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# codino 2012-11-20 12:26
Citazione rosedi1966:
Per quanto riguarda il voto è possibile recarsi a votare e dichiarare di non riconoscersi in nessun partito: il non voto.
Se il 50% dei votanti scegliesse questa strada, solo la metà degli attuali deputati fancazzisti potrebbero sedere in parlamento.

ma non è vero, il numero dei deputati è fisso per costituzione, questa storia del non voto dichiarato è solo un gesto simbolico!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# winston1984 2012-11-19 22:35
Liberissima e personale strategia,.
ma lo sbandieramento pubblico.
dell’abracadabr a messo in alchimia.
si direbbe manuale propedeutico.
per aficionados cui mostrar la via.
circa come ai trinariciuti a fare pratica,.
coi manifesti in cui Bersani appaia.
La sbrigativa ricusa di ogni critica
sembra pregna di residui da tifoseria.
Riponderarle potrebbe ripagare la fatica.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Sergio64 2012-11-19 22:40
Votare Renzi alle primarie sapendo che tanto poi le vince Bersani sembra un paradosso logico.
Al tempo stesso è condivisibile lo spirito con cui il direttore Blondet fa questa propsta.
Mi viene in mente Georege Orwell, che in "Omaggio alla Catalogna" scrisse: "certe battaglie vanno combattute anche sapendo che verranno perse".
Il problema è come turarsi per bene il naso al momento di dichiararsi elettore del PD: magari con del silicone?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# markus.mann 2012-11-19 22:44
Mi spiace dover ancora contraddire il caro Blondet su Renzi, ma proprio non riesco a mandar giù...
A rischio di essere ripetitivo (ma anche l'articolo ripete il concetto), provo a riassumere in elenco le (mie) buone ragioni per stare distante il più possibile dall'abatino della Leopolda.

1 - Renzi è la reincarnazione della defunta corrente dei miglioristi del vecchio PCI, considerata la destra del partito, quella che ha sfornato i vari Napolitano, Macaluso, Chiaromonte, Bondi (Sandro) e compagnia danzante.
Dietro lo scopo dichiarato di aprire al dialogo con il capitalismo, si manifestò poi qual'era la vera intenzione dell'allegra brigata: diventarne compartecipe ai dividendi una volta crollata la follia marxista, alla quale del resto i compagni miglioristi non avevano mai creduto.
La destra comunista fu la costola del partito che inzuppò in Tangentopoli. Essendo fatta da paraculi di professione, vide due campioni di trasformismo sopravvivere ed affermarsi: Napolitano dove purtroppo sappiamo tutti, Bondi Sandro folgorato sulla via di Arcore.
Renzi prosegue nel solco della migliore (appunto) tradizione di casa migliorista: chiagnere a sinistra per poi fottere a destra.

2 - Tiziano Renzi, il sù babbo per dirla alla Pieraccioni (il vero modello di stile di Matteo), già ex deputato DC ed esponente importante della massoneria toscana, maneggia i contratti pubblicitari della stampa di mezza regione e del capoluogo intero. Gli strumenti da lavoro di Matteo sono assai simili a quelli di Berlusconi: squadra e compasso e controllo pubblicitario sulla stampa e sulle tv locali. Forse per questo Silvio ha chiesto ai suoi di sostenere "con ogni mezzo e nella massima riservatezza" Renzi alle primarie.
Però Matteo non ha bisogno di giurare ai "fratelli", babbino garantirà per lui e la sua aria da bravo boyscout resterà intatta.

3 - Matteo Renzi, visto da sinistra, è una carta tarocca, una vera iattura per chi, poveraccio, dopo anni spesi a votare PCI, PDS, e poi PD, rischia di naufragare ancora, stavolta su uno scoglio di... plastica. Ma, dico io, Matteo Renzi cambierebbe forse in meglio la sinistra? Certo che no, guiderebbe la sua massa elettorale, sempre più docile e confusa, al servizio degli oligarchi neoliberisti (De Benedetti gongolerebbe). Si perchè, e Lei Direttore lo sa benissimo, Renzi è sempre stato e rimane un liberista convinto. Farebbe rimpiangere il peggior D'Alema e manterrebbe, nei fatti, la rotta che alla Nazione ha imposto Monti dopo il golpe di un anno fa.
E Bersani invece no? Forse, ma Renzi è un'assoluta certezza.

L'invito a votare Grillo come sturacessi al tritolo l'ho già raccolto, credo saremo in tanti a farlo. Ma, per pietà, lasci ai comunisti veri il piacere di scegliere come farsi sodomizzare (c'e anche Vendola da votare).
Per loro, comunque vada, sarà una dolorosa catastrofe.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maurizio Blondet 2012-11-20 08:37
Vedi alla categoria: "Io non scendo in campo, perchè sono tutti sporchi. Aspetto l'Arcangelo Michele, a lui sì obbedirò".

Maurizio Blondet
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# markus.mann 2012-11-20 12:48
Mi permetto di controbattere.

Non ho certo scelto di non "non scendere in campo perché sono tutti sporchi", votando Grillo accetterò di sporcarmi le mani (e non solo quelle) pur di tentare l'incisione del bubbone italico.

Ho solo espresso totale contrarietà al sostegno di Renzi perchè inutile e controproducent e, per le ragioni che ho esposto e che credo Lei conosca bene, anche se evidentemente non condivide.Ma tant'è, i cinque euri sono i suoi...

Circa S. Michele Arcangelo, Santo Patrono di chi mangia in una gavetta come la mia, confesso di averlo ricordato nelle mie preghiere.

Sarà per questo che sono refrattario ai vari Renzi e a tutti i furbastri opportunisti come lui?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# samuelezerbini 2012-11-20 11:46
Citazione markus.mann:
Mi spiace dover a
2 - Tiziano Renzi, il sù babbo per dirla alla Pieraccioni (il vero modello di stile di Matteo), già ex deputato DC ed esponente importante della massoneria toscana, maneggia i contratti pubblicitari della stampa di mezza regione e del capoluogo intero.


Taglio e mantengo solo questa parte, che mette in luce un'analisi viziata di fondo. Tiziano Renzi, sul quale potrei escludere che sia massone, ma ovviamente non lo posso certificare (chissà se è stato così bravo da nascondermi tutto per tutta la vita...) di certo c'è che NON è MAI stato Onorevole. Non lo è MAI stato, e la sua azienda NON ha in mano il mercato pubblicitario, e anzi da quando Renzi è diventato Presidente della Provincia di Firenze ha rinunciato a tutti i contratti con gli Enti Pubblici e ha DIMEZZATO il fatturato. Questi dati sono riscontrabili persino a mezzo internet.

Se le informazioni che Lei spaccia per vere se le è procurate su siti costruiti apposta, e non si è nemmeno preso la briga di verificare le notizie più facilmente controllabili, mi spiega su cosa basa le sue affermazioni?

Samuele Zerbini
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# markus.mann 2012-11-20 22:16
Debbo risponderle, per cortesia e perché è giusto ammettere le imprecisioni (la foga fa brutti scherzi).
La mia in questione è stata quella di definire Tiziano Renzi "ex deputato DC": è vero, il titolo corretto è "ex consigliere comunale DC", a Rignano sull'Arno per l'esattezza, poi attivo nella Margherita (quella dei petali milionari, soldi nostri sfogliati da Lusi mentre Rutelli dormiva, così narra la leggenda...), ora nel PD .
Il titolo di "deputato" è stato quindi dovuto ad un lapsus freudiano (scrivevo del padre pensando alle mire del figlio) durante la scrittura. Spero me la perdoni: in fondo gli ho soltanto dato dell'onorevole, mica del cretino.
Circa gli altri punti che poco garbatamente mi accusa di "spacciare", non posso fare altro che invitare chi ne fosse eventualmente interessato a compiere la mia stessa lunga, estenuante e spesso noiosa, opera di raccolta di articoli e commenti (alcuni autorevoli, mi creda) su Renzi che, per forza di cose, va compiuta principalmente in Rete, dove si trova tutto ed il contrario di tutto, ma almeno l'inquinamento ambientale è apprezzabilment e più basso rispetto alla carta stampata e le opinioni sono subito confrontabili. Basta provarci senza pregiudizi, sia a favore che contro.
Certo, chi afferma: " chissà se è stato così bravo da nascondermi tutto per tutta la vita..." di Tiziano Renzi, dichiara di saperla lunga in materia.
Ecco perché cercare di informarsi può essere, alla lunga, un po' stancante, ma spesso consente di distinguere il vero dal falso, o il grano dalle... margherite già sfogliate.
Forse dietro la firma "Samuele Zerbini" c'è l'omonimo consigliere comunale del PD (ed ex Margherita...) nel Comune di Rimini. Nel caso così fosse, nulla di grave, ci mancherebbe.
Se però, appunto, così fosse, me lo consenta, il suo contributo pro Renzi assumerebbe un aspetto un tantinello diverso. Non dico di marketing virale (non posso dimostrarlo) che appesta il web come ben sappiamo, ma sarebbe comunque singolare apprendere che tra i lettori di EFFEDIEFFE c'è anche chi cerca di trasformare una legittima, anche se non da tutti condivisibile, opinione di Maurizio Blondet in un adulatorio tazebao pro Matteo Renzi.
Se invece avesse scelto di firmarsi Samuele Zerbini così a caso, che dovrei dirle... nomen omen.

Marco Fontana
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# samuelezerbini 2012-11-21 17:36
Citazione markus.mann:
...
Se però, appunto, così fosse, me lo consenta, il suo contributo pro Renzi assumerebbe un aspetto un tantinello diverso. Non dico di marketing virale (non posso dimostrarlo) che appesta il web come ben sappiamo, ma sarebbe comunque singolare apprendere che tra i lettori di EFFEDIEFFE c'è anche chi cerca di trasformare una legittima, anche se non da tutti condivisibile, opinione di Maurizio Blondet in un adulatorio tazebao pro Matteo Renzi.
Se invece avesse scelto di firmarsi Samuele Zerbini così a caso, che dovrei dirle... nomen omen.

Marco Fontana


Nomen omen lo prendo come un'offesa, o un complimento? Spieghi lei... Ad ogni modo certamente sono io, credo l'unico Samuele Zerbini in Italia. Se Lei avesse avuto la pazienza di leggere i miei interventi più sopra parte di questa mia esperienza non è nascosta. Nessun tazebao, nessuna volontà di trasformare questo sito in qualcosa d'altro, come invece pare abbia Lei accusando altrui di un suo desiderio?

Ora, Lei ha fatto un lapsus da poco, cambiando un consigliere di un comunello in un Onorevole. Aggiungo che ne ha fatto un altro, cambiando un capo scout in un gran maestro massone.

Adesso per cortesia mi spiega perchè le mie parole, dove racconto le ragioni di una conoscenza, dove non nascondo la mia militanza politica, dove mi firmo con nome e cognome "assumerebbe un aspetto un tantinello diverso".
Attendo spiegazioni: non è mia abitudine perdermi dietro a mezze frasi ed allusioni.

Invece Lei è questo Marco Fontana? http://www.marcofontana.it/chi_sono.php

No, giusto per sapere.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# markus.mann 2012-11-21 22:46
"Attendo spiegazioni: non è mia abitudine perdermi dietro a mezze frasi ed allusioni."

Caspita, che spropositata determinatezza. Non è che dietro le mentite spoglie di un innocuo piddino riminese si cela l'Abatino della Leopolda in persona (diamogli pure il maiuscolo), dotato dell'inconfondibile e riconosciuta arroganza? O forse, molto più modestamente, Lei si è sentito punto nel vivo? Chiariamo subito che "nomen omen" era rivolto ad un ipotetico usurpatore delle Sue generalità. Essendo Lei il legittimo (sedicente) titolare di nome e cognome, in quanto notoriamente non a scelta del destinatario il senso della battuta viene a mancare, a meno riesca Lei a darglielo.
Mi pare sia sulla buona strada.

Ci tengo a dire che mi spiace scocciare gli altri lettori con il prosieguo di questa inutile e giocoforza ripetitiva diatriba, che spero prosegua ormai da tutti loro dimenticata nell'archivio di EFFEDIEFFE, ma cortesia vuole che io Le risponda ancora, anche se lo farò per l'ultima volta per le ragioni che ho appena spiegato.

Sono di natura dotato di una certa pazienza e ho anche tanto tempo da perdere, tanto da cercare e trovare materiale che La riguarda e che circola in rete, dove un lampo di celebrità evidentemente non si nega a nessuno (se non è democrazia questa...). Sa, il web ancora non dimentica. I Suoi compagni di partito, mentre Lusi sfogliava la Margherita, non sono infatti ancora riusciti ad imporre ad internet l'alzheimer di stato della legge "Levi-Prodi".
Le ragioni del mio lapsus (freudiano, mi raccomando) le ho già spiegate, Le chiedo di rileggersele con più calma. Circa l'appartenenza massonica di Tiziano Renzi senior, oltre alla paziente ricerca che Le ho già consigliato di compiere nel precedente commento, mi domando e chiedo: ma Lei non è forse quello che ha affermato " chissà se è stato così bravo da nascondermi tutto per tutta la vita...". Essendo il suo biografo-confidente di tutta una vita (complimenti, porta gli anni benissimo), dovrebbe esser Lei a fornire delle certezze in proposito. Ironia della sorte, anche le assonanze tra un certo scoutismo e la frammassoneria sono ben documentate.

Circa "l'aspetto un tantinello diverso" della sua presenza qui, associato al dubbio che di marketing virale (che immagino Lei conosca bene) si tratti, provo a spiegarglielo.
Non ho idea da quanto Lei pratichi questo sito. Essendo a pagamento, credo sia la Sua in ogni caso una scelta non casuale e totalmente consapevole.
Appunto, che ci fa un consigliere comunale del PD in un sito come questo? Non mi dica che è il cattolicesimo ad accomunarla ad EFFEDIEFFE, perché sarebbe un'evidente bischerata. Dalle parti Sue, quelle politiche intendo, questo è tendenzialmente considerato un sito totalmente agli antipodi. Politicamente, culturalmente e, aggiungo io, fieramente e antropologicame nte.
Il rispetto che ho per la Fede mi impedisce di chiamarLa "cattocomunista", ma credo che tra Lei e la linea editoriale del sito ci scorra lo Stige in andata e ritorno (se così non fosse, la labirintite politica di cui soffrirebbe sarebbe all'ultimo stadio, attento a non iscriversi a Forza Nuova, dopo chi lo dice a Renzi. Vabbè la politica dei due forni, ma questo è troppo!).
Poi, stimolato da un commento raffinatamente (forse per Lei troppo) ironico dell'impareggiabile Maurizio Blondet ad un Suo breve post, ha aperto le cateratte del cielo riversando su queste pagine un effluvio agiografico su Renzi che, immagino, Lei per convinzione e soprattutto per mestiere ha sempre pronto nel secchio. Appunto, soprattutto per mestiere.
Il mio post, che Lei poi ha attaccato, è stato scritto in totale inconsapevolezz a del tappeto di seta (da cui "omen nomen") che Lei aveva già steso dinnanzi all'immaginetta dipinta di Renzi che aveva testé rappresentata. Io ho soltanto espresso, già lo avevo fatto in un commento ad un altro articolo, le ragioni alla mia totale contrarietà ad una qualsivoglia aderenza a Renzi ed al PD, anche per sberleffo come Blondet si propone (spero ancora desista) di fare.

Temo però che del suo amico Matteo saremo costretti a sentir parlare ancora a lungo. In un Paese dimentico e distratto come il nostro, la vecchia politica dei due forni ha sempre pagato. E questo il giovane-vecchio Matteo Renzi, il nulla che avanza, lo sa molto bene.
Detto questo, detto tutto.

Le auguro comunque sinceramente ogni bene.

Marco Fontana


P.S.
No, purtroppo (per l'età) non sono io il Marco Fontana che Lei ha scovato in quel di Torino. Sono milanese (uno dei pochi superstiti) ed ho pressappoco gli anni di Lei e Renzi (junior) messi assieme.
Fossi in Lei però non mi sentirei tanto sicuro della Sua esclusività come "unico Samuele Zerbini in Italia"; sospetto che, effettivamente, nella Patria nostra ce ne siano parecchi altri ed io, anche se di nome non facevano Samuele, devo averne anche già incontrati...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# samuelezerbini 2012-11-22 11:27
Citazione markus.mann:
"Attendo spiegazioni: non è mia abitudine perdermi dietro a mezze frasi ed allusioni."

CFossi in Lei però non mi sentirei tanto sicuro della Sua esclusività come "unico Samuele Zerbini in Italia"; sospetto che, effettivamente, nella Patria nostra ce ne siano parecchi altri ed io, anche se di nome non facevano Samuele, devo averne anche già incontrati...


Vedo che ha molte certezze ma nessuna risposta. E sopratutto in qualche modo è in grado medianicamente di valutare me, i miei ideali, la mia storia, le mie scelte. E come quasi tutti coloro i quali sostengono di possedere queste doti, sbaglia tutto e non risponde ne spiega nulla della sue affermazioni.

Ha ragione, è inutile discutere ulteriormente.

Stia bene.
Samuele
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# mauro73 2012-11-19 23:14
Mi consolo veramente perchè, non meno di due mesi fá, prendetti la stessa decisione. Renzi primarie Grillo alle nazionali! Tutti mi diedero del pazzo e volta bandiera! Traditore....
Mi consolo veramente... Perché non sono il solo pazzo! Siamo almeno in due...
Un caro saluto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maurizio Blondet 2012-11-20 08:37
Speriamo più di due.

Maurizio Blondet
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# monostatos 2012-11-20 12:37
Citazione Maurizio Blondet:
Speriamo più di due.

Maurizio Blondet

Tre. In assenza di partito rivoluzionario, che francamente non vedo, questa è una mossa di puro buonsenso.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Straniero 2012-11-26 20:50
Quattro!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Policarpo 2012-11-19 23:21
Anche se fosse vero. Votare per abortisti, sodomiti, bestemmiatori, odiatori di Dio? (a destra e a manca)...
Come giustificherò al mio giudizio particolare simili complicità? Mi sono turato il naso e ho votato? Non credo mi giustificherà. Non voterò. Scalderò un banco sgranando il Rosario.
P.S. Riflessioni senza nessuna polemica col direttore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maurizio Blondet 2012-11-20 08:38
Vedi alla voce "Arcangelo Michele". Pardon, San Michele Arcangelo.

Maurizio Blondet
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Catello 2012-11-19 23:31
Il problema non è votare a destra o a sinistra, oppure contro entrambe, oppure contro la casta o i fancazzisti, o non votare affatto. Il problema non è separare il nord dal sud oppure tenere l'Italia unita, non è voler cambiare tutto o non cambiare nulla, scendere in strada o rimanere a casa. Non è la carenza di materie prime, o l'immigrazione o i liberi mercati, la globalizzazione o la mancanza di fede.
Il problema è che nel momento in cui l'umanità ha raggiunto dei progressi mai visti prima nel campo dell'economia reale e si produce abbondante ricchezza, un'Europa di non eletti ha deciso una severa crisi economica continentale facendo mancare i liquidi attraverso tassi, tagli e tasse, con la scusa di pagare i debiti, condannandoci così a farli aumentare e non poterli pagare.
Perciò dovremmo dire: "Fratello fancazzista, fratello pensionato, fratello statale, carabiniere, poliziotto, giudice corrotto e non corrotto, fratello meridionale compresi quelli che si arrangiano in mestieri inutili o dannosi, fratello politicante buono a nulla e arraffone .....dei pazzi che comandano le grandi banche stanno sequestrando i nostri soldi perché ci vogliono tutti poveri, alcuni subito e gli altri fra un po'; ma questo non è giusto, rimaniamo uniti, imponiamo a qualunque governo ci sarà di non portare avanti la politica di questo governo, imponiamo o costruiamoci una seconda moneta, usciamo dall'euro e da sotto questo golpe europeo."
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maurizio Blondet 2012-11-20 08:42
Complimenti, lei ha capito tutto. Ottimo il programma. Un esercito di fratelli fancazzisti, di politicanti buoni a nulla, di meridionali parassiti, di giudici corrotti mobilitato contro i banchieri internazionali... Già me li vedo come tremano, a Wall Street e al Bilderberg.

Maurizio Blondet
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Catello 2012-11-20 10:48
Per salvarci dovremo fare due cose difficili:
• uscire dall'Euro
• nazionalizzare Banchitalia
Però abbiamo il vantaggio di poter unire tutte le forze dato che il tipo di crisi economica europea colpisce o colpirà tutti. Penso che dovremo sfruttare questo vantaggio e che dividersi sia sbagliato.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# EdoardoCas 2012-11-19 23:34
MAI!

MAI!

Mai andremo e daremo retta ai comunisti!

Marciamo!

Uomini del nord e del sud!

MARCIAMO!

MANIFESTAZIONE UNICA NAZIONALE!

CE NE FREGHIAMO DELLA MEZZA SEGA RENZI!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maurizio Blondet 2012-11-20 08:46
Allora è deciso: tutti dietro a Giorgia Meloni. Marciamo, tu guidaci Meloni! Uomini del Nord e del Sud! Siamo qui tutti uniti! (O forse alla Mussolini? Alla Santanché?)

Maurizio Blondet
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# EdoardoCas 2012-11-20 09:56
Macchè Meloni!

Vogliamo seguire Lei Direttore!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# milvus 2012-11-19 23:39
Siamo davanti alla scelta tra due tipi di Democrazia: la delegante, che esibisce solo il rituale elettorale per entrare nella solita Terza Repubblica democratica in base alla Costituzione Nazionale, e la partecipativa con Grillo, dove la politica esige identità e quindi un contratto tra il cliente ed il padrone ( credo lui li definisca "datori di lavoro"), non devoti ad uno slogan.
Berlusconi fu colto infraganti in scandali sessuali, ma chi riesce a mantenere fede agli slogans iniziali, può benissimo fare delle polpette del suo programma elettorale, perchè la politica non ha più la partecipazione del cittadino.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# EdoardoCas 2012-11-19 23:46
Chiedo ADUNATA NAZIONALE DEI SOSTENITORI NAZIONALI DI EFFEDIEFFFE!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cgdv 2012-11-20 00:02
La strategia di Blondet potrebbe produrre il risultato sperato (che sarebbe gran cosa) ma non entro nel merito. Del resto non riesco ad escogitare un'obiezione che non sia tra quelle elencate a priori.
Pertanto mi tocca defilarmi dicendo che mettere una croce sulla lista delle primarie del PD o su quella elettorale di Grillo potrebbe anche portarmi sf..a.
Molti però dicono che io sia un po' superstizioso.
Giuliano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# pelzen 2012-11-20 00:31
Comprendo l'arma di Blondet, ma mi rattrista assai la scelta anche se desiderosa di voler rivoluzionare ciò che non cambierà. Questa atteggiamento comporta un niente rispetto a quello che accadrà, la scelta è quindi ininfluente. Certo la coscienza è a posto, ma i risultati non gratificheranno la nostra mente. Quanti faranno il lucido ragionamento di Blondet? 100 persone, mille persone...embè? Che cambia? Nulla!
E con le pive nel sacco ci sorbiremo ancora anni di malgoverno di svuotamento della nostra identità culturale a favore di quella impostaci da un Casini (un vero infame), da un Monti(persona affetta da gravi problemi del sistema nervoso. Ma l'avete mai sentito? E' così lento nel parlare che spesso mi chiedo se mai si addormenti durante i suoi discorsi), da un Bersani che al di là di presentarsi in maniche di camicia e di fare il Peppone della situazione non sa altro che dire. Non credo siano queste le soluzioni che ci potrebbero aiutare.
Anzi ci lascerebbero un tale amaro in bocca che nessun dolcificante potrebbe risolvere.
Votare Grillo è protesta pura e forse, visto il disadorno scenario politico italiano. Potrebbero anche prendere una percentuale molto alta, ma come in tutte le politiche italiane sarebbero costretti ad andare a patti con le bestie stesse che essi combatto...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Annhilus 2012-11-20 12:52
Lei è così convinto che votare renzi col naso turato o grillo col naso turato o casini o magari monti o bunga berlusca chi vi pare ma col naso turato, metta a posto la coscienza...???

Io dico di no!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# idamodipisa 2012-11-20 00:45
Strategicamente errato a mio avviso:
il governo Bersani-Casini sarà politicamente debole (oltre che elettoralmente minoritario), vecchio e senza nessuna idea, quindi totalmente incapace di affrontare l'avanzare impetuoso della crisi. Cadrà dopo un annetto per le solite meschinità dalemiane o per l'ennesima inchiesta giudiziaria su qualche esponente udc o forse per un ricatto di Casini.
Nel frattempo la nausea collettiva avrà alimentato le condizioni per la nascita di qualcosa che sia a destra, senza annacquamenti e moderazioni liberali.
E' più facile che avvenga con Bersani al governo, dato chè quest'ultimo, vinte le elezioni, è geneticamente portato a offrire il peggio dei governi ulivisti filo-poteri forti con l'aggiunta dell'immobilismo andreottiano. In tempi di crisi la nausea può essere provvidenziale.
Con Renzi il discorso è diverso: lui ha la freschezza per illudere ancora una volta un vasto elettorato con l'incantesimo del moderatismo. Lo stesso incantesimo che ha fatto perdere a questo paese quasi vent'anni nell'illusione della scommessa berlusconiana.
Se vince Renzi, energie preziose saranno distratte dalla costruzione di un blocco ampio di contestazione e attratte verso il vitalismo inutile del rottamatore.
Sento già in giro ragazzi entusiasti che, vivendo nel regno gerontocratico italiota, elevato a sistema in tutte le professioni e i mestieri, si sentono rappresentati da questa idea della rottamazione. E' la giusta soddisfazione di mandare via il vecchio dinosauro che non vuole cedere il potere a cui è abbarbicato da decenni.
Anche io, quando ho visto D'Alema schiumare e inveire carico di veleno contro la terribile minaccia del pensionamento, ho avvertito un brivido di delizia. Ma sappiamo che è un'illusione. Evitiamo, quindi, di cadere nella trappola solo perchè ci sembra seducente.
Molti di noi ci sono già cascati concedendo energie preziose a finti cavalli da corsa del rinnovamento.
Basta perdere tempo, le energie stavolta devono essere tutte dirette ad una svolta radicale ed estrema. Perciò è meglio che la classe politica scaturita dalle urne alle prossime elezioni sia senza speranza, in modo tale che gli entusiasmi popolari si indirizzino verso lo scontro e verso alternative politiche radicali, come avviene in Grecia (ma anche in Francia con la delusione Hollande).

Il punto debole del Suo ragionamento è la mancanza di spietatezza. Se avesse venti o trent'anni ragionerebbe diversamente e non perderebbe il Suo tempo con le primarie del Pd.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# nepotandra 2012-11-20 01:23
Io credo che, in questa fase, cambiare i volti sia solo un disturbo alla comprensione. Votare Renzi per cambiare Bersani e poi ancora Grillo per cambiare chi vince le primarie pd e`curioso come il gioco delle tre carte, quando vince solo il mazziere, non di certo le carte. Meglio attendere l'esaurimento delle pile gia` usate,
che metterne di nuove. Il mazziere si stanchera` prima o poi di giocare da solo. Per questo, magari, votero` la lista di Montezemolo, che, meglio di Casini, ci traghettera` nell'abisso il piu` velocemente possibile e poi, almeno, potremo risorgere.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# geppino 2012-11-20 01:35
Io voterò Casini...se non si mette con Vendola...ma alla fine con l'acqua alla gola faranno l'alleanza Fini-Casini-Alfano (Berlusconi)...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# codino 2012-11-20 09:26
a conferma di quanto detto dal Direttore:

http://firenze.repubblica.it/cronaca/2012/11/19/foto/la_protesta_dei_dipendenti_comunali-47000340/1/?ref=HREC1-6

però mi sembra che Vendola sia stato l'unico a dire qualcosa su Gaza:

http://firenze.repubblica.it/cronaca/2012/11/19/foto/la_protesta_dei_dipendenti_comunali-47000340/1/?ref=HREC1-6
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sinderesi 2012-11-20 09:38
Una sola obiezione, Direttore:

http://www.matteorenzi.it/news/462-diritti-adesso-manifesto-lgbt-in-sostegno-di-matteo-renzi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# umberto64ok 2012-11-20 10:06
pur di scongiurare un Montibis sono disposto a tutto.
Grazie direttore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Sessantasette 2012-11-20 10:24
Qualche anno addietro un gentil signor, appartenente al PD, di nome Matteo Renzi andò in missione dall'Imperatore in carica, se ben ricordo Obama Augustolo primo. Da allora non attesii altro che la sua stella brillasse ardentemente (di luce riflessa). E tutti gridarono "Ecco il nuovo governatore". Alleluia.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Luigi B. 2012-11-20 10:41
Come avevo già scritto in precedenza, alle elezioni voterò M5S per fare piazza pulita. Alle primarie del PD non ci avevo pensato, forse per il disgusto, forse perché li vedo come un blocco monolitico di vecchi retrogradi legati a doppia corda al partito. Ho vissuto un po' in Toscana e sono rimasto allibito dal dominio del PD sulla società e dal pizzo che estrae legalmente in molti modi dalle aziende e dal fatto che se sei contro, sei fuori. Molta gente non li ama, ma li vota, per non perdere tutto. Questo blocco di trinariciuti si difenderà fino all'ultimo, però Blondet ha ragione, un'azione di disturbo può servire. Anche a dare forza al Renzi, che magari uscirà dal partito, strappandone un altro pezzo, chissà.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# pelzen 2012-11-20 17:50
"Un azione di disturbo può servire", ma ci siamo contati? Che disturbo vuoi che ci sia se un piccolo gruppetto di persone fa il giochino che Blondet ha suggerito...e poi, siamo seri, ma per quale alternativa? Chi? Per votare Grillo, sapendo che dietro alle sue spalle ci stanno i più bei nomi della finanza? A me pare che stiamo veramente raschiando il fondo del barile, necessita un martello, una mazza per rompere questo cerchio indecente nel quale ci troviamo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Luigi B. 2012-11-21 22:50
Il tuo atteggiamento è rinunciatario e francamente inutile, ai fini politici. Se invece, quando dici "necessita un martello", intendi un'azione di forza, beh allora fai proposte precise
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# pelzen 2012-11-22 00:23
Il luogo non è consono.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ulisse 2012-11-20 11:02
Io non voterò mai per la sinistra,per cui non andrò a votare neanche alle primarie della sinistra:non mi sembra onesto. Sì Sì, No No.
Come voterò alle politiche? Sorteggiando tra i partiti che siano contro: aborto, eutanasia, matrimonio gay (nell'ordine).
Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Lukas 2012-11-20 11:12
Il ragionamento non fa una piega, teoricamente però. Mio padre appartenente alla X MAS si rivolterebbe nella tomba se votassi Grillo o se partecipassi alle primarie del PD. Finirò con non votare oppure servirmi del diritto e invalidare la scheda. La volevo informare che nel sito "Stampa Libera" libera è un eufemismo lei viene citato spesso ma mai approfondito perchè sinistramente libera.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# adelauro 2012-11-20 11:17
Caro Direttore, credo che seguirò il Suo consiglio, tanto vale tentare...

Alle primarie si può votare anche dall'estero, attraverso internet:

https://votoestero.primarieitaliabenecomune.it/P0_WELCOME.aspx

Bisogna registrarsi entro oggi 20-11-2012.
Bisogna sottoscrivere una dichiarazione...Va bene tanto poi alle elezioni vere ognuno fa come vuole...Tanto, peggio di così non può andare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# mastro45 2012-11-20 12:18
Non ci avevo pensato a votare alle primarie del PD; mi piace l'idea; l'adotterò.

In dieci/dodici anni, ho fatto tre tentativi ad avvicinarmi all'area Grillo; ogni volta ci ho messa tutta la mia buona volontà, poi me ne sono scappato. In questi giorni mi hanno chiesto di presentare delle proposte sul da fare sul territorio in cui abito; ho proposto di parlare di un canale sempre in procinto di straripare (e che è già straripato diverse volte) e perennemente inquinato, e della manutenzione di alcune strade che sembrano bombardate tante sono le buche che presentano; le mie proposte non hanno destato alcun interesse, per contro ho ricevuto l'invito a parlare di ciclabilità e taxi.

Sono molto combattuto tra lo sperare che il M5S vinca le elezioni (più mascalzoni si riesce a mandare a casa e meglio è) e che rimanga all'opposizione (non credo abbiano la minima idea di cosa vuol dire amministrare una nazione).

Caro Direttore, mi ha dato un pugnalata al cuore affermando che San Michele non ci salverà, era ed è la mia unica vera speranza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Annhilus 2012-11-20 12:50
Mi piace molto leggere Blondet quando scrive, non mi interessa neppure un pò quando e per chi fa campagna elettorale, perchè per me le elezioni non esistono.

Mi si dirà che così facendo anche per causa mia il nuovo eletto del PD anzichè essere renzi sarà bersani, mi si dirà che così facendo non darò bastante respiro all'armata brancaleone dei guitti di grillo... etc... etc...
ma alla fine nessuno risponde mai alla mia domanda: perchè dovrei votare turandomi il naso quando posso tranquillamente evitare di recarmi nei seggi inzaccherati di mota democratica e fottermene allegramente, salvaguardando la mia dignità e la coerenza che mi impone la retta coscienza derivata dalla fede in Nostro Signore?

Mi si potrà dire che la fede e la coscienza non c'entrano nulla col voto???

Se si può dire questo allora si può anche dire (e io lo dico) che è esattamente il contrario e a prescindere da qualunque ragionamento per andare a votare per qualcuno (o per non farlo) bisogna rendere conto solo e soltanto alla propria coscienza.

Chi ritiene in coscienza di fare cosa buona votando per personaggi come renzi o grillo (nasi o non nasi) lo faccia.

Io sicuramente posso affermare che non mi turerò il naso davanti a nessuno ed invito tutti (direttore compreso) a valutare serenamente l'ipotesi.

Evitate di fare riflessioni sui sondaggi, sui futuri governi, proiezioni sociologiche sulla presenza dei grillini in parlamento o sulle iniziative future di bersani.... ragionate su questo:
il vostro voto non vale niente in termini democratici, perchè lo zerovirgolazero milapercento non cambia nulla in termini di dinamiche macronumeriche, neppure se tutti i lettori di blondet e i loro familiari votassero in massa renzi il risultato delle primarie cambierebbe (se non mi credete fate voi i conti dopo le primarie e vedrete che ho ragione) ma le vostre azioni sono tutto quello che avete per testimoniare la vostra dignità e la vostra fede.

Se per voi premesso questo, è ancora plausibile votare grillo o renzi o qualche altro buffone o puttaniere o servo delle tecnocrazie plutocratiche... allora votate.... ma ricordatevi che giunti al momento del giudizio individuale ognuno renderà conto di quello che riguarda la popria coscienza e delle azioni derivanti...

i risultati delle elezioni primarie del PD ed il titanico scontro tra renzi e bersani o la traversata a nuoto di grillo non avranno grande significanza.

Ecco perchè io non voto ed ecco perchè
pur valutando plausibile la scelta del direttore o di altri di votare, in primo luogo pretendo rispetto per la mia scelta di non votare che difendo in quanto derivata da obbligo etico e non da opportunità mondana, ed in secondo luogo, senza pretesa di proselitismi, invito però i sostenitori del voto a qualunque costo e soprattutto quelli col naso turato a spiegarmi su base
etica tale accanimento democratico, evitando le solite menate sui sondaggi o sui risultati, che nella questione per me fondamentale non c'entrano per niente.

Augurando buon voto a tutti quelli che voteranno e migliore astensione a quelli che non lo faranno, rimetto i miei umili saluti al direttore e ai lettori tutti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# noto 2012-11-20 13:49
Ognuno di noi brilla di luce propria , non e' un pecorone , ha chiaro cosa e' la politica ed il mondo in cui viviamo , ognuno di noi ha la sacra ricetta per uscir dal guado . E' che soli non si va da nessuna parte , e unirsi vuol anche dire scendere a compromessi . Se diamo el nostro saggio Direttore un poco di fiducia perché non seguirlo ? Ognuno resterà della sua idea dopo questa battaglia ma per ora meglio essere compatti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# boldie 2012-11-20 14:21
Il direttore ha ragione. Però ho 2 obiezioni, alle quli spero che lui ... obietti:
1) andare a sottoscrivere per Renzi potrebbe comunque significare dare più visibilità e più forza al PD prima del voto: perché certo è diverso se i sottoscrittori, non importa per chi, sono 100.000 o un milione - c'è un effetto a catena, temo;
2) ho una personale ripugnanza a dichiararmi pubblicamente sostenitrice non solo di un uomo, ma di un partito al quale mai e poi mai darei il mio voto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Kelsen82 2012-11-20 15:48
E la dichiarazione fatta da Napolitano ieri a Napoli a margine dell'incontro trilaterale con i presidenti della Repubblica di Polonia e Germania non la prendiamo in considerazione?
Sembra quasi che il novello anchise-pulcinella abbia vaticinato il prossimo tempo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Policarpo 2012-11-20 15:50
Lo so, non ho detto di attendere che San Michele mi tolga le castagne dal fuoco, ma soltanto che preferisco sgranare rosari.
Come si dice in Friuli, sono un patafebàn (se l'ho scritto bene, significa scaldabanchi).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# umberto64ok 2012-11-20 16:20
Qualsiasi cosa va bene pur di evitare il Montibis.
Grazie Direttore per aver motivato questa convinzione interiore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# enryely 2012-11-20 16:48
faccio un umile commento al Direttore. Ha avuto il piacere di conoscere personalmente i ragazzi di Lo sai, Daniele e Laura (losai.eu), e lo stesso hanno avuto loro nei suoi confronti.
Sono ragazzi spinti da valori positivi, cattolici, di cambiamento materiale e spirituale degli italiani. Sono ragazzi che informano da molti mesi (anni) su internet circa la massoneria e la truffa del debito. Questo è un video che ha girato Daniele che "ha provato" ad intervistare Renzi, il meno peggio della politica sinistroide.....
http://www.youtube.com/watch?v=yXwbmfHUCFI&feature=plcp

e questo è il video dell'incontro tra Lei ed il gruppo di Lo Sai (al quale non sono iscritto ma reputo tra le voci più sincere e trasparenti dell'informazione italiana, oltre a questo giornale che seguo con dedizione e passione dal lontano 2005).
Un abbraccio di cuore a tutti coloro lottano in questa battaglia contro il maligno.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# enryely 2012-11-20 16:50
questo è il link di incontro tra il nostro stimato direttore e il gruppo di Lo Sai

http://www.youtube.com/watch?v=07cNE1RHORo&feature=plcp
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giannizzero 2012-11-20 16:50
Bersani - e soprattutto quelli che costui rappresenta - vi ammazzeranno di imposte, vi faranno pentire di avere un portamonete, vi faranno trasferire in Montenegro : voi , sorelle ed anziane madri. Ma prima vi sconquasserà le reni(siamo in zona). Sarà un Prodi al cubo e senza ritegno, viste le contingenze. Chi ha immobili è perduto : o li svende o ci muore sopra.

Sarà un Monti khomeinizzato . Un pasdaran delle Agenzie delle Entrate, quella che prima sequestra e poi dice "discutiamo" ( in tribunale , a spese vostre, col denaro sequestrato e i tempi dell'italica giustizia).

Un talebano del pubblico impiego parassitario e ladro , nordico o sudista che sia. Visti i numeri, chiaramente, più sudista che nordista.

Ma voi , che siete italiani e non francesi- alhamdulillah -avete una grande possibilità : prendere la residenza a Montecarlo. Sapete perchè mai Bernard Arnault sta chiedendo la cittadinanza belga, anche quello un paese ad alta tassazione ? Ma perchè , con il passaporto di Bruxelles in tasca, potrà risiedere a Montecarlo e sfuggire ai rigidissimi accordi franco-monegaschi del 1960 che obbligano il Principato a tassare tutti i francesi di nazionalità.

Il Principato di Monaco , in effetti, è fatto per noi Italiani. Chiedere al signor Fini in Tulliani per conferma.

A parte la digressione , concordo ancora una volta con il Direttore. In fondo l'Italia è destinata a ripetere , subito dopo e già senza speranze, gli errori madornali della Francia. Perchè Bersani and Co. non dovrebbe fare quello che sta facendo Hollande ? Lo farà e con l'aggravante di una situazione di spesa pubblica e imposte già anormali, rispetto al resto dell'Europa.

Se è vero che l'Austria o la Francia o l'Olanda tassano di più ( ma esistono loopholes molto importanti che rendono questi paesi a volte anche fiscalmente attraenti) va tuttavia ripetuto che il "patto sociale" quivi esistente è ben più solido , ragionevole e onesto che in Italia. Ci vuol poco a vederlo e a capirlo. Ventisei Maserati blindate nuove di pallino a ventisei flatulenti generali trasteverini sono un solo ma lampante esempio di cio' che, nei paesi citati, sarebbe impossibile a vedersi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# eLahi 2012-11-20 17:53
Sono passati trent'anni da quando l'Iran ha acquisito autonomia internazionale, ma pare che lei non si sia ancora accorto del senso di ciò che è accaduto in realtà: Khomeini ha restituito al suo popolo quel che era stato sottratto da personaggi molto simili a Monti...il quale invece sta togliendo sovranità nazionale al nostro paese, quindi l'accostamento è quanto meno inadeguato!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giannizzero 2012-11-21 09:54
Veda , esimio , proprio oggi una persona che conosco bene sta partendo per Bandar Abbas, a 200 km da qui. Ci va con la consorte, perchè l'ha tradito. E la porta via dalla penisola arabica perchè la fattispecie giuridica dell'adulterio, qui, ha bisogno di prove fattuali e circostanziali molto nette, tra cui INTER ALIA un minimo di quattro testimoni maschi, oppure otto donne. Questo è cio' che detta , benchè con varie contraddizioni, la dottrina sharaitica.
In Iran , invece,l'amico ha buone probabilità di farla arrestare con minor sforzo probatorio e condannarla alla lapidazione ( anche se poi a lui basta darle un tre anni di galera). L'Iran riesce a far figurare un paradiso di garantismo l'Arabia Saudita !

Lei sprofetta con tono condiscendente dalle sue fumiganti poltrone scoreggioniche in Italia. Lo scrivente con l'Iran si "relaziona" ogni santo giorno. La "sovranità nazionale" di cui parla lei, la maggior parte della gente , se la cuoce dentro allo shawarma.

Che poi Ahmadinejjad dica delle verità importanti, questo è indubbio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# eLahi 2012-11-21 18:50
Gli argomenti di propaganda spicciola (che noia la solita menata della "lapidazione"!) ed il nick che ti sei scelto sono rivelatori che la condiscendenza della poltrona fetida è tutta tua...Lascia perdere con me: io l'Iran lo conosco meglio di te, vai tranquillo!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giannizzero 2012-11-22 08:21
E' una polemica idiota su un argomento che non c'entra alcunchè, nè in riferimento all'articolo nè al mio post.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# littoria3 2012-11-20 17:17
Non scomodi l'Arcangelo Gabriele Direttore, senza il Padre-Eterno non si farà nulla! si sà è Dottrina della Chesa (con la C maiuscola) ma sti cattocomunisti......... figuriamoci.... s'è visto cosa hanno fatto negli ultimi sessanta anni. Mussolini Lei lo sà, la Storia lo afferma,è caduto per Manu Militari, non per altro, quindi è facile 'votare' Renzi o Forza Nuova (ma de chè?), o altri, il risultato è e sarà I N U T I L E! meglio per gli italioti pagare di persona le str.... te che fanno, io del resto ne sono consapevole e ne pagherò le conseguenze ma almeno potrò in coscienza AFFERNMARE, di non aver contribuito allo sfacio dell'Italia, nata dalla sconfitta militare e tradimenti costanti degli interessi popolari.
Riconfermo i miei auguri.
Ave
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Katto 2012-11-20 17:30
Direttore, a parte l'incursione virale tra le fila del nemico, che mi piace da morire nonostante la sua scorrettezza metodologica (o forse proprio per questo)e nonostante mi provochi qualche scrupolo di coscienza di falsa testimonianza il fatto di dover dichiarare che si condivide il programma del PD, il dubbio principale riguarda la fase 2, cioè il voto a Grillo in uno scenario elettorale che vedrà Bersani candidato PD e probabile vincitore delle elezioni. Se, come pare ragionevolmente possibile, Grillo dovesse attestarsi attorno al 10-15%, che futuro aborto-eutanasico-culattocratico ci dobbiamo aspettare, con un primo ministro postcomunista e un potente manipolo di giacobini ignoranti e assetati di sangue umano a fare finta opposizione sull'acqua pubblica e obbediente politica di governo su tutti i temi di morale e bioetica? In altri termini, quali sono le considerazioni che la hanno convinta a preferire il voto a Grillo a un voto (anch'esso assistito da solida molletta al naso) ai peripatetici del centrodx? I miei dubbi nascono dal fatto che, nel centrodx, qualche residuato bellico di pensiero cattolico, o almeno di visione antropologica ispirata al cattolicesimo, si può trovare, mentre i grillini mi pare che siano la quintessenza del laicismo più hard che il mondo di oggi sia capace di produrre. Rinnovo a lei e all'editore fraterni auguri per la vostra salute (intesa nel senso totale del termine latino)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Lukas 2012-11-20 17:36
Come spiega bene il direttore le prossime elezioni porteranno il nome di Bersani, la destra non esiste più dunque le speranze di vittoria sono vane. Però con un Bersani presidente del consiglio e il mucchio selvaggio a formare la maggioranza, vi sarà da ridere perchè quanto potrà durare un porcile del genere? Quanto tempo gli daranno i mercati prima di affondarlo per sempre?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# lettera41 2012-11-20 17:48
Articolo geniale Direttore. Non ci pensavo, quasi quasi mi ripugnava meno Bersani. Invece ha ragione Lei. Seguirò il suo consiglio e mi recherò alle primarie-farsa per votare Renzi.
Su Grillo ancora non so. Come unica soluzione ai nostri problemi io sono per l’amputazione, come dice Lei, di almeno quattro regioni canaglia, i cui abitanti sono ormai irrecuperabili. Non mi pare che Grillo dica niente in proposito. Penso che continuerò a votare Lega.
Ho però ancora la remota speranza che il PD non passerà: l’unica saggezza che noi Italiani abbiamo avuto nella nostra disgraziata storia è che quando abbiamo dovuto scegliere tra i comunisti e la merda, abbiamo sempre scelto la seconda.
Cari saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Catello 2012-11-20 20:02
Credo che votare Grillo sia la scelta peggiore.
Secondo noi ci farebbe da sciacquone e poi ci toglierebbe il disturbo spontaneamente? No. Ma l'importante è che ci sbarazzi dagli odiati politicanti adesso.
Però se per caso raggiungesse la maggioranza, attraverso una disciplina ferrea sui propri parlamentari, imporrebbe leggi comuniste e giustizialiste. Non avremmo più nessuna infrastruttura e nessun sviluppo, ma solo un mare crescente di giovani disoccupati, che riqualificati come ecologisti attuerebbero un controllo capillare sul territorio fin dentro le case, attraverso la raccolta differenziata porta a porta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Catello 2012-11-21 15:56
PS. Per i rifiuti bastano:
A) 3 cassonetti piccoli diffusi in tutto il centro abitato:
• Arancione, per l'umido alimentare (segue compostaggio)
• Verde, per il secco pulito (segue separazione e riciclaggio).
• Nero, per i rifiuti tossici o infetti (segue trattamento).
B) 3 cassonetti grandi per ogni paese o per ogni quartiere di città:
• rifiuti domestici grandi
• rifiuti elettronici
• macerie edili
Gli inceneritori servono soprattutto temporaneamente , finché la gente continua a sporcare il secco mischiandolo con l'umido, ed è meglio non costruirne troppi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Andrea V. 2012-11-20 21:21
Ha ragione direttore, mi sa che faccio anch'io così.

Poi però voterò per un partito autonomista veneto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# PIERO61 2012-11-20 22:42
salve
con un mio collega avevamo prospettato
una cosa simile ma a livello di "goliardata" e botta di vita...non immaginavo potesse diventare una sorta di rivoluzione...
una sola domanda: l'Italia, come gran parte delle (ex) Nazioni europee, non hanno piu alcun tipo di sovranità...nessuna, i nostri politici sono succubi di gente NON eletta (consiglio d'Europa)...ha senso votare per dei traditori e camerieri ?
Sperando di non averla fatta alterare con questa mia riposta le auguro una buona serata
saluti
Piero e famiglia
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# zampano 2012-11-20 22:58
Questa analisi non fa una piega, non è attaccabile da nessun punto di vista
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# raff 2012-11-21 01:16
"In guerra, quando tutto è perduto e i capi hanno tradito, coloro che non si arrendono possono ancora tentare di infiltrarsi nel campo avverso e lanciare le ultime bombe a mano."

Votare Renzi alle primarie, più che un lancio di bombe a mano, mi sembra che sia come tirare delle biglie con la fionda contro un carrarmato, ma al di la di questa constatazione, c'è una cosa che non capisco.
Lei Direttore dice di votare Renzi alle primarie, con la convinzione che non le vincerà e di conseguenza alle politiche,per contrastare Bersani voterà per Grillo. Ma chi voterà alle politiche se, per puro caso le primarie le vincesse proprio Renzi? Voterebbe Grillo o Renzi?
Quale sarebbe la ratio delle due scelte?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# CarloD. 2012-11-21 11:44
Non so se mi asterrò, ma sicuramente non voterò Grillo. Qualcuno sarebbe così gentile da spiegarmi (a cominciare dal direttore) perché dovrei farlo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# amsicora 2012-11-21 13:50
purtroppo ben pochi hanno colto la provocazione del direttore...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# EMERICH 2012-11-21 17:00
Forza Nuova no, eh?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Hermann 2012-11-21 20:31
E' un'idea notevole, ma proprio non ce la faccio a metterla in pratica: mi ripugna persino avvicinarmi a una qualunque sede del PD ripiene di busti di Lenin, Stalin, Mao e compagnia oscena. Anche perche', una volta registrato lì, verresti sommerso di lettere, inviti a conferenze, raccomandazioni al voto ecc... per il resto dell'esistenza. Fermo restando che il PDL - o quel che ne resta - e' l'accozzaglia piu' ributtante della storia. Della Lega nemmeno a parlarne. Ma dopo oltre dieci anni di astensione tornero' a votare e votero' Grillo: naturalmente se andremo a votare, temo ci sara' un prolungamento di Monti causa emergenza nazionale sapientemente preparata.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ulisse 2012-11-21 22:10
@raff:
"...votare Renzi alle primarie, con la convinzione che non le vincerà e di conseguenza alle politiche,per contrastare Bersani voterà per Grillo. Ma chi voterà alle politiche se, per puro caso, le primarie le vincesse proprio Renzi?...".
Raff evidentemente non conosce gli ex/post/mai-stati-comunisti, se pensa che, anche in via di mera ipotesi, le primarie possa vincerle Renzi. Al riguardo, ricordo cosa fece il compagno Migliore (Togliatti)da Ministro della Giustizia nel 1946, con i risultati del Referendum Istituzionale Monarchia/Repubblica.
Il PD ha sinora fatto tre volte le primarie: la prima volta ha vinto Prodi (un leader senza partito, per un partito senza leader).La seconda,Veltron i,con 1 punto percentuale in più di Prodi.
Bersani vincerà (v-i-n-c-e-r-à!)le primarie con un punto percentuale più di Veltroni, e 2 più di Prodi. Augh!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ulisse 2012-11-21 22:10
@raff:
"...votare Renzi alle primarie, con la convinzione che non le vincerà e di conseguenza alle politiche,per contrastare Bersani voterà per Grillo. Ma chi voterà alle politiche se, per puro caso, le primarie le vincesse proprio Renzi?...".
Raff evidentemente non conosce gli ex/post/mai-stati-comunisti, se pensa che, anche in via di mera ipotesi, le primarie possa vincerle Renzi. Al riguardo, ricordo cosa fece il compagno Migliore (Togliatti)da Ministro della Giustizia nel 1946, con i risultati del Referendum Istituzionale Monarchia/Repubblica.
Il PD ha sinora fatto tre volte le primarie: la prima volta ha vinto Prodi (un leader senza partito, per un partito senza leader).La seconda,Veltron i,con 1 punto percentuale in più di Prodi.
Bersani vincerà (v-i-n-c-e-r-à!)le primarie con un punto percentuale più di Veltroni, e 2 più di Prodi. Augh!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sentinella1 2012-11-22 12:44
Vado alle primarie del PD e voterò Renzi. E' una scelta lucida e disperata la mia, che però non va contro la mia coscienza cattolica, perché NON VOTO PER LE ELEZIONI POLITICHE ma cerco di introdurmi nei LORO meccanismi e 'giochi di potere', all'interno del LORO partito, con la speranza di rompere il maggior numero di uova nel LORO paniere!
E' puro-freddo-lucido-disperato tatticismo per andargli 'in pancia' e provocargli il più possibile un 'gran mal di pancia' da far c....e anche le budella!
Più saremo a fere questa scelta e più il 'mal di pancia' si farà sentire!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ULTIMO 2012-11-22 16:03
i dipendenti pubblici, la stragrande maggioranza sottopagata,spe ndono la loro tredicesima e i loro stipendi all'interno di questo sistema consumistico.....non li portano certo all'estero...
se tagliamo anche quei posti di lavoro addio economia dei consumi...
forse occorrerebbe chiedere che li si faccia lavorare ,sarebbe più corretto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giannizzero 2012-11-22 20:07
22 Novembre 2012.
Commenti alla " Maratona per Israele", organizzata dalla nota Fiamma.

Renzi chiama al telefono: Firenze con Israele
"Firenze vi è vicina in queste ore e afferma il diritto di esistere dello stato ebraico che qualcuno vorrebbe mettere in discussione". Lo ha detto il sindaco di Firenze Matteo Renzi in collegamento telefonico con la Maratona oratoria per Israele in corso davanti a Montecitorio. "Firenze accompagna la vostra maratona e con il suo sindaco e' orgogliosa di dirsi oggi amica di Israele", ha aggiunto il candidato alle primarie del centrosinistra, auspicando che tornino le "ragioni della speranza".

Mi sa che aveva ragione MArchionne......
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sinderesi 2012-11-23 07:14
http://matteorenzi.it/idee/10-idee/123-diritti-all-altezza-dei-tempi

direi che può bastare...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giannizzero 2012-11-23 10:09
Una collezione di aria fritta.

Questa è l' intera Weltanschaaung renziana sul Medio Oriente:

" Dobbiamo rilanciare la cooperazione con la Turchia, anche attraverso l’impegno a favorire la sua adesione all’UE. Dobbiamo salvare la soluzione dei due stati in Israele/Palestina, chiedendo a Israele che rispetti gli impegni sottoscritti nei suoi accordi con l’Ue e facendo leva sugli aiuti economici profusi dall’Ue per chiedere una riconciliazione tra le fazioni palestinesi imperniata sulla democrazia e la nonviolenza. Più in generale, dobbiamo promuovere la sicurezza e lo sviluppo in Africa,[...]".

A parte la povertà intellettuale di queste frasette sgangherate, abbiamo ora capito, dopo le sperticate parole in appoggio alla Frankenstein, chi sta dietro Renzi : la lobby-che-non-esiste .

Forse è meglio la varechina Bersani. Tanto peggio - tanto meglio .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Policarpo 2012-11-24 23:17
...E comunque faccio notare che già cent'anni fa un angelo (arcangelo? San Michele?) stava per incenerire il mondo con durissima penitenza. Nelle alte sfere celesti si pensa da tempo quel che qui amaramente si ironizza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Nahars 2012-11-25 17:37
Ho appena "pedissequamente " eseguito le direttive del direttore!
Matteo Renzi, a noi!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Centuri 2012-11-25 19:11
Anch'io stamane ho votato Renzi!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# albertotardivo 2012-11-26 17:33
@BLONDET
Direttore, anche io e mia moglie abbiamo seguito la sua strategia. Ora che si sanno i risultati, dice che siamo riusciti nell'intento?
Quale sarà ora la prossima mossa, in vista anche delle primarie del PDL?
Nel frattempo la ringrazio per l'ottima direttiva che ci ha dato.
Un saluto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# driver 2012-11-27 19:14
Mi rifiuto, meglio che ci sia il disastro e lo schifo,in ogni caso sarà lo stesso con Renzi. Arrivare fino in fondo,fino al marciume totale, infatti lo meritiamo, abbiamo sbagliato tutto, questa è una guerra, e vendersi non serve solo per rinviare quello che deve succedere.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Longi185 2012-11-27 19:40
direttore, cosa ne pensa del risultato? è lecito sperare? il fatto di aver preso un distacco di soli 9 punti porterà cambiamenti positivi?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# margheritaj 2012-11-28 14:28
Mi ha divertito questo suo articolo,
e posso anche darle ragione.
I “dipendenti pubblici” e compagnia bella,
anche se escono 10 minuti prima,
non LE SOTTRAGGONO nulla !!!
Secondo Lei invece,
devono fare BUONI ,
SUBORDINATI SCHIAVI
come quelli ( nel settore privato soprattutto )
che non hanno scampo alcuno ?
Se fanno buoni e subordinati schiavi
Lei sta meglio economicamente ( o … “moralmente “ )
Ma Blondet :
lasciali stare,
gli schiavi che si prendono
una piccolissima “boccata d’aria” !
Spero che Lei sappia
che questi “scarica colpe”
- bersagli facili indicatici dal Potere
nell'eterno gioco della divisione - non eseguendo, appunto,
il compito degli schiavi alla lettera
si riprendono
quel miliardesimo di miliardesimo
che non hanno preso
come “DIRITTO alla Vita”
sotto forma del
reddito di cittadinanza
di cui siamo DERUBATI da sempre !

Saluti !
Anima Libera
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Centuri 2012-11-29 10:24
Sono d'accordo: se l'Italia si è affossata la colpa non è del bidello della scuola che fa la pausa caffè di 20 minuti anzichè di 10, ne del piccolo impiegato che fa la spesa nell'orario di lavoro. Chi sostiene questo vuole scatenare guerre tra poveri per tenere al coperto i veri colpevoli: i signori della politica!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# margheritaj 2012-11-29 10:59
Caro Blondet
( o chi per lei censura i contenuti delle lettere ):
vedo -
con un grande imbarazzo -
che il mio intervento e’ stato tagliato
e pubblicato monco di parti piu’ significative.
Sapendo gia’ che all’interno del sito
opera un’inquisizione moderna,
ho lasciato stare l’argomento del signoraggio primario
( che avrei dovuto “scomodare” )
ma che mi si tagli anche i passaggi innocuissimi,
facendo apparire la lettera “priva di senso e di logica”
- questo e’ troppo !
A questo punto preferisco che non sia pubblicato niente.
Cancelli pure tutto il mio intervento.
Anima Libera
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità