>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

Russia: «Torniamo sulla Luna nel 2030»
Stampa
  Text size
I cosmonauti russi sbarcheranno sulla Luna nel 2030. Il piano per arrivarci è stato diffuso dall’agenzia spaziale moscovita Roscosmos stabilendo anche le prime due tappe intermedie entro il 2020, necessarie per raggiungere il successo. Impresa non facile ricordando che negli anni Sessanta gli allora sovietici erano stati battuti dagli americani nella conquista del nostro satellite naturale. Ma ora la situazione è ben diversa e anche gli interessi non sono soltanto quelli della supremazia politica e militare che in quei momenti animava la corsa alla Luna.

NEL 2015 IL PRIMO SBARCO AUTOMATICO - Per la prima tappa Roscosmos è già al lavoro costruendo la sonda automatica Luna-Glob (sfera lunare) che sbarcherà nel 2015. Seguirà Luna-Resurs il cui scopo è esaminare direttamente in luogo le risorse minerarie possibilmente utilizzabili sulla Terra. In particolare i russi sono interessati a indagare il modo opportuno per recuperare l’elio-3 che in futuro servirebbe per le centrali a fusione nucleare per produrre energia elettrica sulla Terra. Intanto nel nuovo piano si precisa anche che è già stato avviato lo studio per la realizzazione di una nuovo veicolo spaziale necessario allo scopo. E nello stesso tempo si sta pure mettendo a punto un nuovo e più moderno razzo vettore con varie capacità di carico a seconda delle necessità che emergeranno dall’esplorazione.

UNA BASE COMUNE - Queste sembrano essere le molle più importanti che spingono i russi verso la nuova avventura. Che non sarà, però, una toccata e fuga come fece la Nasa quarant’anni fa. Mosca vuole costruire una colonia abitata in permanenza, come sogna dall’inizio dell’era spaziale. Anzi Vladimir Popovkin, il presidente di Roscosmos, ha proposto sia all’Europa che agli Stati Uniti di costruirla assieme la base selenica. Gli analoghi propositi ufficializzati nei mesi scorsi da Pechino cominciano a produrre i primi frutti. Ma mentre Mosca risponde, Washington e le capitali europee stanno a guardare. Negli Stati Uniti perché il presidente Obama non condivide molto la prospettiva dell’esplorazione cosmica; in Europa perché gli interessi sono troppo divisi circa il futuro.

INTERESSI TEDESCHI - Esiste solo una disponibilità e un impegno, per ora contenuto, della Germania nei confronti della Luna. La società Astrium-Eads sta progettando a Brema un modulo di sbarco automatico. Ma quello che potrebbe cambiare le cose sarebbe un pronunciamento dei ministri della Ricerca che si riuniranno in novembre per decidere i nuovi programmi dell’agenzia spaziale europea Esa. Tuttavia, per il momento, le previsioni non sono molto ottimistiche su questo fronte.

Giovanni Caprara

Fonte > 
Corriere.it



Home  >  Worldwide                                                                               Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Giusus 2012-05-01 22:31
E l'Italia che è stata la terza nazione dell'umanità a varcare i confini del nostro pianeta con un suo satellite? Ah già, dimenticavo, noi non esistiamo più; ora siamo "europei".
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Nova 2012-05-01 23:04
L'escursione termica sulla superficie lunare va dai + 200 di giorno ai - 100 di notte. Bazzeccole!
E le striscie di Van Allen nell'orbita esterna della Terra le cui radiazioni arrostirebbero ogni creatura vivente?

Non fu mai descritto un aggancio fra navicelle spaziali in orbita attorno alla Luna e relativo allunaggio, una manovra comunque da brivido soprattutto in considerazione del contesto pieno di incognite.

Sono tutti d'accordo per infinocchiarci! ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Milo Dal Brollo 2012-05-02 18:12
Stai dicendo che nessuno può essere mai andato sulla Luna per questi motivi?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pietro G 2012-05-02 11:01
Mmmmm. Una base permanente sulla Luna per sfruttarne le risorse minerarie?
Cercarle nel fondo degli oceani è più economico e forse anche tecnicamente più semplice. Se si vuole invece uno sfruttametno in grande stile, senza badare ai prezzi, conviene orientarsi sugli asteroidi. La tecnologia giusta, come hanno capito bene i tedeschi, è quella dei moduli di trivellazione e di trasporto minerali totalmente automatizzate.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Vitoparisi3 2012-05-02 13:13
Chi sa dove "tornano". Se non hanno mai saputo o voluto spiegare il perché la luna si riduca o si completi nell'immagine, dalla terra, durante le quindicine calanti o crescenti, allora pure a riguardo della distanza e dell'entità della luna credo la versione degli ultimi secoli sia mendace. I nostri cannocchiali sono estensioni di organi umani. Neanche in una stanza intorno a noi o in un bicchier d'acqua possiamo dire, mediante i mezzi materiali adesso a nostra disposizione, chi ci sia. Per arrivare sulla luna vera bisogna avere prima la visione della luna vera, il che è cosa di angeli, e non di umani, specialmente quanto a umani plagiati e moralmente ottusi come oggi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Milo Dal Brollo 2012-05-02 18:18
Credo che l'immagine della Luna che si riduce e poi aumenta sia dovuto al semplice fatto che l'orbita è ellittica, e perciò ai suoi estremi essa è più lontana dalla Terra. In ogni caso molto perturbata, ancora oggi non si è riusciti a descriverla perfettamente, anche se molto accuatamente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# SART 2012-05-02 23:31
L'articolo MENTE in modo radicale per la sua premessa implicita: noi non possiamo tornare sulla luna, dato che non ci siamo mai andati prima. L'UOMO NON E' MAI STATO SULLA LUNA. Punto e basta. Per saperne di più su questo ennesimo mito mondialista consiglio vivamente la lettura del libro "NON SIAMO MAI ANDATI SULLA LUNA" di BILL KAYSING". Se cercate su Ebay lo treverete, ma a ... 200 euro! Lo hanno fatto sparire, come un tempo fecero con il Pranaitis.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# EdoardoCas 2012-05-02 23:49
Ciak, si gira?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ERMANNOMARTELLO 2012-05-03 08:55
non mi fanno più di tanto impressione, andare sulla Luna? Bazzecole, provate a fare i 27 km che mi separano dall'ufficio in meno di 1 ora e 15 minuti, quella sì che sarebbe un'impresa! T-I-T-A-N-I-C-A-!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Milo Dal Brollo 2012-05-12 07:52
Ragazzi "lunatici", guardate che sulla Luna ci siamo andati eccome, Gagarin è stato sparato in orbita ei satelliti girano anche vicino alle Strisce di Van Allen perché sono schermati.
Per esempio, la famosa bandiera "pietrificata" è tale perché ci hanno messo una stanghetta sopra per tenerla dritta, altrimenti si sarebbe afflosciata a causa della mancanza di forza di gravità.
Le ombre sono diverse per il semplice fatto che c'erano dei riflettori puntati a raggiera ed altri portatili, messi un po' ovunque.
Inoltre, un complotto sull'allunaggio avrebbe dovuto coinvoglere milioni di persone, tra militari, aziende fornitrici, registi ed attori, personale amministrativo, cienziati, pubblicitari, giornalisti... e sarebbero riuscita a darla a bere pure ai sovietici, che li intercettarono? Dai, non esagerate, altrimenti rischiate di chiudervi in un mondo che è veramente solo nella vostra testa!
Consiglio il blog "Complotti lunari", basta cercare su google "sulla Luna ci siamo andati", togliendo un "non". Eccolo qui: http://complottilunari.blogspot.com

Saluti
E non esagerate.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità