>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

Finanziamenti ai partiti, Violante: «Basta ipocrisie, tagliarli è impossibile»
Stampa
  Text size
ROMA - Presidente Violante, sui finanziamenti ai partiti accordo slittato e polemica sempre più rovente. Vedremo mai la riforma?
«Il voto amministrativo fa prevalere i toni propagandistici».

Ma quante probabilità ci sono che vada in porto una riforma del finanziamento pubblico?
«I partiti hanno il dovere di trovare un accordo. Però è un lavoro da fare su basi serie».

Cosa vuol dire?
«Si legge che alcuni partiti hanno già cartolarizzato con le banche la quota di finanziamento prevista per quest’anno. Un atto legittimo. Ma se è così capisco la difficoltà che, al di là dei discorsi, alcuni hanno ad accettare il principio del dimezzamento delle risorse a partire da oggi».

Nulla però impedisce di cambiare almeno per il futuro, i segnali di irritazione dell’opinione pubblica sono evidenti e anche il Quirinale...
«Oggi è necessario ridimensionare il flusso dei finanziamenti. Ma occorre serietà».

Che vuol dire?
«Bisognerebbe essere meno ipocriti e dividere il rimborso elettorale vero e proprio dal finanziamento pubblico annuale che resta necessario».

Come calcolerebbe l’entità del finanziamento?
«La quota di fondi pubblici dovrebbe essere rapportata a quella raccolta da ciascun partito presso privati. Bisognerebbe porre un tetto al finanziamento privato e garantire la conoscenza dell'identità del finanziatore che superi una certa soglia. E' in gioco la indipendenza della democrazia dalle forze economiche, che non possono apparire come forze occulte con collegamenti opachi con i partiti».

Perché?
«I cittadini hanno diritto di sapere chi finanzia i partiti e anche le imprese e tutti i partiti hanno lo stesso diritto. La clausola di trasparenza é prevista in molti altri Paesi».

Questo non ha impedito anche in quei Paesi l’esplosione di scandali anche ai massimi livelli.
«Ma infatti il problema del rapporto fra politica e risorse non è solo italiano e, da noi, non si può risolvere solo con la legge sui finanziamenti». E come allora? «Occorre anche una legge che stabilisca cosa sono i partiti, in attuazione dell’articolo 49 della Costituzione. I partiti hanno due finalità: concorrere per il potere di governo e garantire la partecipazione dei cittadini alle grandi scelte nazionali. Se c'è solo la prima finalità, la politica si riduce ad uno scontro fra oligarchie e permane una irrisolta nuova questione morale. Dunque l’obiettivo di una legge sui partiti come strumento di partecipazione dei cittadini è irrinunciabile».

Cosa dovrebbe prevedere questa legge?
«Presenza organizzata sul territorio, formazione politica e chiare regole democratiche. Ma insisto anche sulla risoluzione della nuova questione morale, che si fa con la volontà non con la legge».

E’ realistico che si possa arrivare ad una legge di questo tipo in fine di legislatura?
«Sul finanziamento la soluzione è possibile, sul resto è più difficile. Da quando c’è il governo Monti gli schieramenti sono tornati a parlarsi; il muro è crollato e tutte le questioni irrisolte sono diventate indifferibili; ma bisogna scegliere perché non si può fare tutto».

Che ruolo avrà Giuliano Amato incaricato di consigliare il governo sul da farsi sul fronte partiti e sindacati?
«Un ruolo positivo perché aiuterà a mettere a fuoco le misure da prendere».

Fonte >  Messaggero


Home  >  Worldwide                                                                               Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Maraffio 2012-05-05 18:26
Questi personaggi, che hanno le sembianze delle zecche rosse, non hanno la minima percezione della realtà attuale...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giorgio scotti 2012-05-05 21:26
Sono i partiti stessi a dover essere tagliati, in parlamento al limite dovrebbero essere rappresentate le "parti sociali"(sindacati, imprenditori, artigiani, pensionati, ecc.) a che servono i partiti con le loro fasulle,fallite ,ipocrite ed inesistenti ideologie?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Viktor - SS 2012-05-06 11:01
Citazione giorgio scotti:
Sono i partiti stessi a dover essere tagliati, in parlamento al limite dovrebbero essere rappresentate le "parti sociali"(sindacati, imprenditori, artigiani, pensionati, ecc.) a che servono i partiti con le loro fasulle,fallite ,ipocrite ed inesistenti ideologie?


Perfettamente d'accordo. Ma a questo punto di possono dare del corporativista e quindi del fascista. Che bella democrazia, eh?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Emanno Martello 2012-05-06 09:00
Sta parlando il prossimo presidente della repubblica, che prende il testimone da dove l'ha lasciato l'attuale. O tempora o mores.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sivispacemparabellum 2012-05-06 16:00
Non si tratta di destra, sinistra (zecche) o altro, bisogna smetterla di offendere le persone per il loro orientamente politico e ricomporre la NAZIONE.
Il linguaggio risente delle fobie e delle menzogne propalate per 65 anni da parte dei corifei degli invasori tedeschi e anglosassoni, si tratta di una sola parola SOVRANITA' perduta.
La divisione destra sinistra ha fatto comodo per schiavizzare il Paese e per far massacrare i giovani tra di loro, delitto gravissimo di fronte agli uomini ed odioso a Dio.
Il soggetto si commenta da se, prima moskali e poi washingoniani e non merita la minima considerazione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# EdoardoCas 2012-05-06 18:09
Un comunista che difende le ruberie sue e dei suoi compari.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# gustavo d 2012-05-07 07:32
Scusate, chiedo alla redazione una traduzione del testo, io non ho capito un'acca. Se Violante diventa presidente della repubblica chiederò che venga affiancato da un'interprete.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Emanno Martello 2012-05-07 14:13
Citazione gustavo d:
Scusate, chiedo alla redazione una traduzione del testo, io non ho capito un'acca. Se Violante diventa presidente della repubblica chiederò che venga affiancato da un'interprete


Accidenti che topica, chissà perchè ho letto Violante ed ho recepito Amato, scusate, mi farò vedere da un neurologo!
P.S.: comunque, non è che ci sia poi 'sta grande differenza tra i due loschi compari...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ClodoveoX 2012-05-07 16:49
Ha una bella faccia tosta, questo leguleio parassita ,di sinistra.
E' inevitabile che qualcuno di questa casta venga punito fisicamente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Sigfrido 2012-05-08 07:42
Ma tagliare la testa ai politici è possibile ca...!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità