>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

Rivoluzione negli Usa, i nuovi nati bianchi non sono più la maggioranza
Stampa
  Text size
I neonati di gruppi etnici (ispanici, neri e asiatici) rappresentano il 50,4% del totale delle nascite. Ma la popolazione bianca, con il 63%, rappresenta ancora la maggioranza degli americani

Rivoluzione demografica: cambia la popolazione degli Stati Uniti, più rapidamente del previsto. Per la prima volta nella storia americana le nascite degli appartenenti alle minoranze etniche hanno superato i nuovi nati di coppie bianche. Stando ai dati diffusi giovedì dal Census Bureau, l'ultimo censimento federale (riferiti al periodo luglio 2010 e luglio 2011) i neonati di gruppi etnici diversi dai bianchi (come ispanici, neri, asiatici o di razza mista) sono stati 2,2 milioni, pari al 50,4 per cento del totale delle nascite. I bianchi non ispanici rappresentano il 49,6% di tutte le nascite registrate nei dodici mesi che si sono conclusi nel luglio dello scorso anno. Se l’andamento registrato dovesse continuare a questi ritmi, tra qualche anno la maggioranza diventerà minoranza e le minoranze diventeranno maggioranza.

LE NUOVE NASCITE - L’aumento non è dovuto tanto alla crescita dei flussi migratori, quanto alle nuove nascite. Infatti, l'immigrazione verso gli Stati Uniti è diminuita. Nel complesso, gli abitanti appartenenti a minoranze sono aumentati dell’1,9 per cento, passando a 114,1 milioni, secondo le stime dell'Istat americana. Ciò equivale al 36,6% del totale della popolazione Usa. Tuttavia, aggiunge l'ufficio statunitense per il censimento, la popolazione bianca rappresenta nel suo complesso ancora la maggioranza degli americani, il 63,4%. Se qualche osservatore si è affrettato a dire che «il nero è il nuovo bianco», in realtà circa il 26% dei neonati dell’anno scorso negli Usa erano ispanici, il 15% neri e il 4% asiatici. «Si tratta di un'inversione di tendenza importante - ha commentato William H. Frey, studioso di demografia del Brookings Institution al New York Times - che segna il passaggio della società americana a una cultura pienamente globalizzata e multietnica». Altro numero interessante e che fa riflettere: appena il 13 per cento degli ispanici e il 18% dei cittadini di colore hanno una laurea in tasca, a differenza del 31% degli americani con la pelle bianca.

Elmar Burchia

Fonte > 
Corriere.it



Home  >  Worldwide                                                                               Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Pietro G 2012-05-17 21:35
Gli USA sono diventati un Paese di minoranze, e, anche per questo, in via di disfacimento. L'aumento della repressione interna e i preparativi per il controllo forzato della popolazione si spiegano anche con questi sviluppi demografici. Noi faremmo bene a non rallegrarci troppo, visto che siamo sulla stessa strada.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Vitoparisi3 2012-05-18 03:57
Chiamando "emancipazione" l'annientamento della propria prole e la riduzione a elemento di mercato del lavoro la madre, i bianchi, credendo il cinismo motivo di avanzamento, hanno imboccato la via verso il basso, e, quello che è peggio, che la stanno percorrendo con altezzosità, sino all'estinzione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità