>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli FREE

Vengano i tecnici. Tedeschi però
Stampa
  Text size
La stazione Roma Tiburtina è nuovissima, vastissima, scintillante di scale mobili che portano in sinistri vuoti – insomma un sunto delle pretensioni architettoniche moderne. Ma è priva di WC, toilettes o modesti, ma quanto desiderabili, pisciatoi. Lo posso assicurare perche ci sono passato due volte a Roma Tiburtina dove ferma Italo, il tgv privato che farà di questa stazione marginale un hub per decine di migliaia di viaggiatori. Eppure è senza cessi.

Quando si segue il noto simbolo internazionale si finisce alle biglietterie di Stato. Quando si chiede al personale, si viene indirizzati all’esterno della stazione dove, alla sommità di una gradinata (i poteri pubblici italioti amano riempire di scalinate le stazioni ferroviarie onde punire i viaggiatori con valige) sorgono due casotti prefabbricati, che sono due cessi chimici utilizzabili inserendo una moneta. Tariffa mezzo euro, ma funziona anche con 1 o 2 euro (ovviamente e italicamente, «la macchina non dà resto»). Dello stato interno dei due casotti è bello tacere. In compenso, abbondanti le scritte che offrono servizi bisessuali attivi e passivi («mi piace tutto», proclama un inserzionista).

Due cessi chimici per 140 mila passeggeri al giorno, quanti ne vedrà transitare Tiburtina a regime. Un classico esempio della speciale, ineliminabile inciviltà italica di cui abbiamo già trattato. Ma il caso pone una domanda: è possibile che la stazione nuova sia stata concepita priva di WC? Niente di piu plausibile, visto che l’architetto è un aspirante-archistar (la neo-architettura intende esplicitamente nuocere agli esseri umani) e per di più italiota: ossia dedito a modernità avveniristiche che sono mera apparenza, in quanto si coniugano benissimo alla mentalità dello zappatore o primitivo, ineliminabile figura nazionale, per il quale per antichissimo costume il defecare è attività campestre, o da savana primordiale.

Qualche indizio però (porte furtivamente aperte da qualche dipendente e poi richiuse a chiave) mi ha reso certo di un’ipotesi peggiore: i WC esistono, ancorchè pochissimi, ma il personale della Tiburtina se ne riserva l’uso escludendone i passeggeri. Forse per non dover pulire i cessi pubblici, forse per favorire l’appaltatore dei due casotti a gettone che «non danno resto» (un simile miserabile business dei cessi è gestito da camorristi a Pompei; a Fiumicino vige un pari losco affare sui carrelli nei quali bisogna inserire 1 euro...). Certo tutto ciò avviene con qualche complicità della dirigenza della nuovissima stazione, magari con l’intento di danneggiare Italo, il concorrente privato di Trenitalia.

Sia come sia, questo fatto mi ha definitivamente convinto che l’Italia è incapace di autogoverno. Non fatemi ricostruire il ragionamento: basti dire che chiunque, ad ogni livello, se ha assegnata una responsabilità con l’autonomia che ne consegue per esercitarla, ne approfitta per tradire la responsabilità e abusarne.

Pensate allo strame che s’è fatto delle autonomie regionali, pensate ai partiti che s’appropriano ogni anno di 200 milioni di denaro pubblico e si rifiutano di renderne conto; uniti in ciò ai sindacati che sono esenti dall’obbligo di bilancio...,  eccetera, eccetera. Un popolo capace di autogoverno è un popolo che si auto-educa per essere all’altezza della sua indipendenza; nei miei 60 anni di vita cosciente ho visto questo popolo tanto più diseducarsi quanto più diventava libero.

Che fare di un popolo che intende la libertà come vacanza?

Del resto scopro l’acqua calda. L’incapacità di autogoverno di questo popolo è ben nota da secoli all’estero («...espressione geografica») e siccome la politica (come la natura) aborre il vuoto, essa portava all’inevitabile: l’arrivo di stranieri per combattersi sul nostro suolo, o per dominarci, o stabilire su di noi dei protettorati. E quasi sempre ci hanno governato meglio di noi nel loro interesse (Maria Teresa d’Austra vitalizzò l’economia lombarda istutuendo il catasto terreni onde estrarre le tasse; i Borbone erano una dinastia estera e diedero un buon governo alle Due Sicilie).

Da quando l’occupazione militare non è più politically correct, al popolo italiano sono stati lasciati decenni su decenni di indipendenza, ossia un tempo troppo lungo di vacanza e irresponsabilità, di cui abbiamo approfittato per ridurre il sistema istituzionale (di autogoverno) al grado di corruzione autodistruttiva e putrefazione terminale che conosciamo.

Constatata la nostra inettitudine a riformarci da soli, le potenze internazionali ci hanno (di nuovo) messo sotto protettorato e amministrazione controllata, instaurando Mario Monti e i suoi cosiddetti tecnici con l’ordine di «fare i compiti a casa». Però spinti dalla necessità di fingere rispetto per la nostra indipendenza e sovranità, ci hanno affidato a tecnici che sono pur sempre italioti: ossia con titoli scientifici ottenuti col trucco, con una fama usurpata ottenuta a forza di ammanicamenti, insomma privi di conoscenza della situazione reale italiana, incompetenti, senza carattere e in conclusione, italicamente del tutto incapaci di governo. Non hanno tolto un solo euro all’immane avidissima «classe politica», non ne hanno ridotto né il numero né gli emolumenti e ancor meno la presa saccheggiatrice sull’economia produttiva; hanno, se possibile, reso piu invadente la burocrazia; hanno obbedito ai desideri di tutte le lobby parassitarie esistenti, fino al punto di assumere altri 12 mila nella scuola (che gia conta uno stipendiato ogni 4 alunni). E non è certo il segno che Monti ha eseguito i compiti a casa il fatto che l’industria italiana anche quest’anno ha pagato l’elettricita 10 miliardi in più rispetto alla tedesca. Tutto ciò che il governo tecnico e riuscito ad ottenere è il collasso definitivo dell’economia reale e un Polizia fiscale che ci strapperà i denti d’oro dalla bocca per pagare l’ultimo inutile deputato o consigliere regionale.

Oggi, a quanto ha confidato Hollande a Monti, la Merkel vorrebbe spingere l’Italia a chiedere formalmente l’aiuto del Fondo Europeo di stabilita o dell'ESM per metterci sotto commissariamento europeo. È segno che a Berlino non si fanno più illusioni sui nostri tecnici. Ancor piu temono chi verrà dopo le elezioni: di nuovo il Cav? Questa sinistra? Grillo? Coi contribuenti tedeschi ad avallare i debiti di questi irresponsabili incapaci di rettificare il loro proprio malgoverno?

Allora prenda il toro per le corna, frau Merkel. Bando alle ipocrisie, getti la maschera. La classe politica e dirigente italiota non fa che dichiarare che vuole più Europa; si dice pronta a cedere ancor più sovranità. Li prenda in parola. In nome della famosa solidarietà europea, mandi a governare questo Paese i tecnici. Ma che siano, finalmente, esplicitamente e senza infingimenti, tecnici tedeschi. Con il mandato di eseguire una riparazione completa di questo Paese, dal taglio ai costi della politica fino al rendere produttive le Regioni del Sud che oggi sono buchi neri, passando per l’accessibilità dei cessi alla Tiburtina. Carta bianca sui metodi. Se sarà necessario cancellare le 140 mila leggi vigenti quaggiù e sostituirle con le 5 mila in vigore in Germania, sia pure. Ciò comporterà la sospensione del legiferatore a catena italiota, ossia del parlamento? La decisione ai tecnici tedeschi. È l’Europa finalmente federale che lo esige, basta con le velleità sovraniste.

Da secoli gli stranieri sono intervenuti in Italia chiamati da italiani, che invocavano il nemico esterno perchè liquidasse per loro il nemico interno. Ho sempre guardato a questi invocatori come a rettili o vermi. Ora, temo di cominciare a capire le loro motivazioni: che altro fare se una classe politica ripugnante e rovinosa s’aggrappa alle poltrone del potere come l’attuale? Ben vengano a governarci i Tecnici Tedeschi.

Mi rendo conto che sto pensando ad un tipo specifico di «tecnici tedeschi». Personaggi che a suo tempo vestivano un look di insuperata eleganza militare, ed avevano certe mostrine runiche. Tecnici senza pari per la loro specialità e famosi per lo scrupolo e la indefettibile precisione con cui eseguivano il loro difficile compito. Penso per esempio che un bando da loro stilato che annunciasse un puntuale programma di decimazione a sorte dei nostri parlamentari otterrebbe l’allontanamento spontaneo dei più dalle lucrose poltrone, raggiungendo il tanto auspicato sfoltimento senza spargimento di sangue.

Credete che stia esagerando? Pensate a quali metodi servirebbero in Calabria dove – tanto per fare un esempio – i portuali di Gioia Tauro hanno votato in massa per la Cassa integrazione piuttosto che ridurre il loro assenteismo del 25% (ogni giorno uno su quattro non si presenta al lavoro, facendo perdere a Gioia Tauro quote di mercato a favore dei porti spagnoli, dove gli scaricatori reagiscono alla crisi sgobbando il doppio). Proprio in questi casi occorrono niente di meno che quegli speciali «tecnici tedeschi»: l’appendimento ai lampioni di pochi individui ben scelti, con appeso sul petto un cartello con la scritta Assenteista (in caratteri gotici) porterebbe forse l’alacrità agli altri.

Oso persino pensare che i Tecnici Tedeschi farebbero miracolosamente aprire i WC pubblici, dove si nasconde il personale della modernissima stazione Tiburtina, o almeno appurerebbero se effettivamente l’archistar ha dimenticato di progettarli, senza bisogno di nostre inchieste che finiscono in insabbiamenti.

Venite, venite tecnici. Tedeschi però.



L'associazione culturale editoriale EFFEDIEFFE, diffida dal copiare su altri siti, blog, forum e mailing list i suddetti contenuti, in ciò affidandosi alle leggi che tutelano il copyright.


 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# nuovo_larosa 2012-08-31 12:27
Bentornato in attività e grazie del bellissimo articolo. Ho avuto la stessa drammatica esperienza nella stazione Tiburtina dove devo prendere un treno per la mia città, Pescara, che impiega 6 ore per arrivare a destinazione. Avete letto bene, ci sono alcuni treni (veloci) da 4 ore mezza che però in genere arrivano sempre con un ritardo significativo e un treno al giorno che ne impiega 6 (per fortuna arriva in orario).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Hummel 2012-08-31 12:36
Dove devo firmare per sottoscrivere la petizione?
Grazie, Direttore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Antonio D. 2012-08-31 12:40
Gentile direttore,
innanzitutto bentornato!
Concordo con la sua testimonianza riguardante la stazione Tiburtina, con la sola differenza che mentre lei, presumibilmente , sia arrivato dal nord, io ci sono arrivato dal sud, dopo un viaggio notturno in vagoni letto di terza classe (grazie a Dio, il vagone letto me lo posso permettere).
Circa i tedeschi non ho problemi, lavoro con loro da circa tredici anni e per loro un accordo sulla parola concluso con una streta di mano é ancora un accordo che ha un valore.
Saluti e auguri.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# monte.gr 2012-09-05 11:52
In anni di lavoro, solo da un tedesco di 60 anni e con tanta esperienza sulle spalle mi sono sentito dire: "Hai ragione, ho sbagliato io"... Ho strabuzzato gli occhi e raccolto la mandibola da terra...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Brancaleone 2012-08-31 12:44
Bellegarde riferì che, partendo, Eugenio gli disse che “l'Italia è vile. Un solo ideale han le sue folle: non pagar tasse e starsene in panciolle”.

Eugenio di Beauharnais
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# montecrap 2012-08-31 12:52
Magistrale!
W i tecnici tedeschi!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# angers 2012-08-31 12:52
Vedo il suo pensiero nei molti articoli da Lei scritti, direttore, simile a quello del tanto schernito Beppe Grillo...
io credo che lui col movimento a cui ha dato anima e a cui sta dando voce stia cercando di stravolgere le regole e cambiare lo schifo dirigenziale in cui ci siamo impantanati... vista la mia ammirazione nei Suoi confronti vorrei capire cosa c'è che non va in quello che Grillo va cercando di fare...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# enrico61 2012-08-31 16:10
Citazione angers:
Vedo il suo pensiero nei molti articoli da Lei scritti, direttore, simile a quello del tanto schernito Beppe Grillo...
io credo che lui col movimento a cui ha dato anima e a cui sta dando voce stia cercando di stravolgere le regole e cambiare lo schifo dirigenziale in cui ci siamo impantanati... vista la mia ammirazione nei Suoi confronti vorrei capire cosa c'è che non va in quello che Grillo va cercando di fare...

Purtroppo il problema non è tanto Grillo persona, ma il tipo di elettorato che appoggia Grillo. Avete mai riflettuto su questa cosa??? Bene, se si vuole accelerare lo sfascio dell'Italia è quello che ci vuole!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Scipio emiliano 2012-09-01 10:02
Scusi ma per quale assunto l'elettorato di Grillo è uno spauracchio? Io sono un potenziale elettore del M5S. Non mi sento di sx come di dx ma semplicemente un cattolico che guarda alla dottrina sociale della Chiesa come Sapienza esperienziale. Come ha ben spiegato L. Copertino recentemente, il politico non può essere un assoluto, un satrapo, ma è sempre un relativo. A mio avviso,
quando questo avviene bisogna utilizzare una "ghigliottina" politica. Eliminarlo. Ora l'unica maniera è quella di non farlo accedere agli scranni parlamentari, ponendoci altri, nuovi, che abbiano il beneficio del dubbio.
Anche perche' le ricordo che uno dei concetti per cui i greci devono pagare è che i loro rappresentanti sono stati scelti democraticament e. Questa classe politica in toto ha dimostrato di essere Sistema, un Sistema che in 20 anni ha TRIPLICATO un debito pubblico di 40 (fino agli anni novanta) (dati di Oscar Giannino, vedere il suo seminario su youtube). In un Paese CIVILE dovrebbero essere giudicati da una corte marziale per alto tradimento.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# angers 2012-09-02 13:43
Le fasce etsremiste ci sono ovunque e anche nel movimento sicuramente tanta gente fancazzista sinistroide c'è ed è abbondante. Ma se discutiamo del programma e soprattutto del modo in cui è stato scritto si parla di cambiare l'idea che una piccola oligarchia possa decidere x un intero popolo o, come il direttore va affermando da anni, il mondo intero...
partecipazione e trasparenza, sembra di parlare di cose dell'altro mondo... e poi anche i fannulloni infiltrati se ne usciranno allo scoperto... si tratta di trovare le formule giuste e anche Grillo da persona intelligente qual'è sa che non è così semplice ma almeno si parte bene...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# DECIOMERIDIO 2012-09-19 06:57
Grillo di mestiere fa il comico : ecco perchè molti italiani si identificano con lui.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# albertotardivo 2012-08-31 12:56
A dimostrazione che è giunta l'ora di darsi da fare pago anche di mia tasca il noleggio di una sala per l'incontro, basta sapere che come luogo d'incontro vi vada bene Bassano del Grappa. Attendo fiducioso.
Ringrazio il Direttore per il suo prezioso lavoro e gli auguro un pronto rientro!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gotico 2012-08-31 13:07
Sono arrivato anche io a queste conclusioni.
L'Italia è un Paese troppo bello per lasciarlo governare... agli Italiani.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Bruno 2012-08-31 13:08
Bentornato direttore, però forse oltre le parole bisognerebbe iniziare concretamente a fare qualcosa
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ulisse 2012-08-31 13:15
Blondet cita il caso della stazione Roma Tiburtina, dove non ha trovato una toilette pubblica.Peggio ancora, le stesse città italiane, grandi e piccole, semplicemente hanno abolito i WC pubblici.
Qualche anno fa, nel centro storico di Bologna, in un torrido pomeriggio di agosto, incontrai un spaesato turista giapponese, che da ore stava cercando, invano, una toilette pubblica.
Cosa ho fatto? Ho accompagnato io stesso questo squisito signore giapponese, che parlava anche un po' di Italiano, alla toilette di una libreria "privata", da me frequentata, che si trovava nei pressi.
Un ulteriore contributo a quanto dice Blondet, a proposito di servizi, anzi di "disservizi" italici: quasi tutte le principali stazioni ferroviarie italiane hanno abolito le sale d'attesa al chiuso. Se uno va nella Stazione Centrale di Milano, o a Torino Porta Nuova, trova dei sedili nei corridoi, esposti a ogni rischio di borseggio, furto, aggressione.
Una volta chiesi a un gentile ferroviere, il quale mi disse che la ragione per cui progressivament e vengono aboliti i servizi pubblici (sale d'attesa, WC, ecc) nelle stazioni ferroviarie, "forse " è che non si riesce a garantirvi la sicurezza.
E'come dire che poichè non si possono/vogliono colpire i delinquenti, si limitano i diritti e le libertà personali di tutta la comunità!
Altra osservazione: mentre in Italia siamo impegnati nelle solite, interminabili risse da cortile (Dante " (l'Italia) ... l'aiuola che ci fa tanto selvaggi")Angela Merkel,in viaggo di Stato a Pechino, chiede (e a quanto pare ottiene) che la Cina compri parte del debito europeo.
E da noi? Tutti contro tutti, senza fine: certamente perchè sono uno stupido,ma io non sto capendo niente della questione "trattativa Stato /Cosa Nostra". Qualcuno può illuminarmi al riguardo?
Infine, concordo toto corde con l'auspicio di Blondet di ... importare direttamente i funzionari tedeschi in Italia.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Peppino 2012-08-31 13:21
Mi sembra di vedere quei bimbi ai quali tutto è consentito.
Giocare col cellulare di mammà mentre sono nel passeggino parcheggiato davanti al bar a mezzanotte...
Scrivere sui muri di casa, chissà che un archistar faccia una visita inaspettata e scopra il genio in pannolino...
Fare zapping e usare il computer a tre anni per la gioia di mamma e papà...
Caro Direttore l'augurio che le faccio è quello di non lasciarsi coinvolgere troppo emotivamente per queste brutture perchè si rischia di stare veramente male.
Nel mio piccolo l'ho sperimentato ogni volta che fra alcuni parenti e amici ho visto quello che ho scritto e son dolori.
La verità dovrebbe far male a loro e invece fa male a me (noi).
Perchè?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Milo Dal Brollo 2012-09-01 21:14
Perché lei è sensibile, signor Peppino, perché non vede i bimbi come "cose" che possono crescere anche senza educazione. Ormai di un figlio si fruisce, non si gioisce.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Riccardo 2012-08-31 13:50
Se qualche lettore di Roma volesse indagare sulla carenza di bagni pubblici... sarebbe edificante sapere se manchino del tutto o se siano semplicemente occultati.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# mastro45 2012-08-31 19:04
Ci sono, a pagamento (1 euro), nella gelleria sotto la stazione sia lato Via Marsala (a destra scendendo le scale) sia lato via Giolitti (su entrambi i lati sempre scendendo le scale, femmine a destra, maschi a sinistra), per un totale di 24 "postazioni" potenziali (doveroso precisare; ho assistito ad una rissa tra il gestore, un extracomunitari o, e un dimostrante lombardo: pare che su 6 "postazioni" ne funzionasse solo una)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Luigi B. 2012-09-01 09:52
Via Marsala e via Giolitti sono ai lati della Stazione Termini e lì i bagni ci sono sempre stati, credo invece che il lettore Riccardo si riferisse a quelli di Tiburtina. E' probabile che l'archistar ne abbia già di suo previsti pochi e che quei pochi siano stati usurpati dai dipendenti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# mastro45 2012-09-01 17:27
Sì è così, ho frainteso la domanda.
Non ho mai avuto il piacere di provarli, ma quelli della Biblioteca Nazionale si: sono affidati alla benevolenza (ti danno la chiave se ispiri fiducia) di un bar esterno alla struttura; in pratica devi restituire quello che stai leggendo, uscire,... rientrare e richiede l'oggetto della tua lettura; bontà loro, non ti fanno restituire la chiave dell'armadietto in cui si devono depositare gli effetti personali.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# stellapolare 2012-08-31 13:59
Grazie Maurizio del tuo intervento. Mi rattrista pensare alle persone cariche di valigie, malati, disabili, come faranno in questa situazione! Siamo nel 2012 e non pensiamo alle barriere architettoniche .
Per quanto riguarda le cure per guarire questa povera Italia, a volte ci penso, ma mi sembra un malato terminale al quale non riesci più a trovare una cura per risollevarlo. Forse i tecnici tedeschi potrebbero provare a fare qualcosa, ma non so quanto verrebbe a loro permesso di fare, dalle lobby che comandano dietro le quinte.
Forse possiamo alzare gli occhi al cielo, raccoglierci in tanti in preghiera ed affidare tutto questo al Signore.
Sai la preghiera: manda il Tuo Spirito e sarà una nuova Creazione che rinnoverà la faccia della terra.
Sì, abbiamo bisogno di questo vento nuovo.
Ti abbraccio e tanti auguri per la tua salute. Tienici informati.

Anna Maria
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# WILDSTAR 2012-08-31 14:02
Tutta questa ingiustizia, caro Blondet, finira presto... si tratta di avere pazienza, stringere bene i denti ed aspettare il grande cambiamento... sicuramente questa società che sono quasi completamente prive di Dio crolleranno miserabilmente...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giulio 2012-08-31 14:06
Bentornato, Direttore!
Ottimo articolo, come sempre.

Giulio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cangrande 2012-08-31 14:11
Articolo amaro ma condivibilissim o...
Torno da un soggiorno di due settimane a Berlino. Potete immaginare la rabbia e lo sconforto nel paragonare il confronto tra la mentalità italiota e tedesca.
Alcuni esempi: come scriveva il direttore, ho notato pure io che in tutti i Paesi d'Europa le porte dei treni arrivano a filo di binario. Da noi bisogna inerpicarsi come sherpa con le valigie.
Un'altra piccola cosa: in Italia per cercare un parchimetro nella via, occorre perdere 5 minuti avanti e indietro per cercarne uno. Lì, ognuno è sormontato da un palo alto 2 metri e mezzo con in cima un cartello con una freccia gialla catarinfrangent e che indica il parchimetro in basso, affinchè lo si noti immediatamente da lontano.
Piccole cose, ma che sommate, fanno capire il BUON SENSO. Cosa da noi inesistente.

Si pensi che a Verona si taglia il trasporto pubblico (a causa di sprechi e incompetenza politica e dirigenziale in camicia verde). E si accende un mutuo di 160 MILIONI di euro (!) per la costruzione di una filovia che fuori dal centro andrà ad elettricità e appena in centro, dovrà scollegarsi alla linea elettrica per andare a gasolio (!!!).

Ultimo inciso... a Berlino una donna delle pulizie percepisce al NETTO circa € 1.900, un tranviere circa 2.600. I prezzi nei supermercati sono all'incirca il 30% in meno che da noi (la frutta e verdura, come da noi). I farmaci costano meno della metà. E lavorano nè più nè meno di noi.
Ci stanno dando un'inc... pazzesca...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# henri 88 2012-09-01 07:15
Buongiorno,
ha dimenticato di ricordare l'efficienza dei trasporti pubblici berlinesi!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cangrande 2012-09-01 10:56
Citazione henri 88:
Buongiorno,
ha dimenticato di ricordare l'efficienza dei trasporti pubblici berlinesi!


Vero... Ma lo davo per scontato...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Lorenzo 2012-08-31 14:14
Suuuuublime, quante risate nella parte finale.
Un unico punto pultroppo... se avverata, tale situazione, probabilmente farebbe scoppiare una rivolta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# andrea.4463 2012-08-31 14:16
Arbeit mach frei!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rudo ergo sum 2012-08-31 14:19
Direttore, mi fa piacere ascoltarla. Molto. Non è in cima ai miei pensieri, ma i rari brandelli di Fede rimastimi, ispirano, talvolta, spontanee preghiere. Per Lei, qualcuna.

Giovannino Guareschi, cosi formula: una cucina attigua ad un gabinetto, è progresso. Una casa, distante dal proprio gabinetto, è civiltà.

A "Tiburtina", sono riusciti ad evitare entrambe. Magistrali e coerenti. Con la realtà itagliota.
spqr
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# anse 2012-08-31 14:24
FOSSE LA VOLTA BUONA!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# MarcoS 2012-08-31 14:25
Bentornato direttore!
Il riposo (forzato) le ha fatto bene!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# gianivy 2012-08-31 14:27
Sono d'accordo, bisogna fare qualcosa altrimenti scoppierà la rivoluzione.
Non possiamo farci depredare di tutto per mantenere questa squallida casta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Elrond 2012-08-31 15:17
Superbo Direttore! Non so se, come da comunicato di Redazione, sia ancora ricoverato in Ospedale, (se così fosse moltissimi auguri!). Sicuramente, anche in tal caso, a livello di sinapsi tutto funziona perfettamente! Nel mio piccolo, ragionando con altri amici come me "politically uncorrect", (o più semplicemente dotati di normale raziocinio), sono arrivato a questa conclusione. Probabilmente il nostro destino è quello di essere costretti a un loop eterno. Da momenti di "sana" e da tutti apprezzata "dittaura" (i primi anni del ventennio), quando "i treni arrivavano in orario" e "si poteva girare per le strade anche di notte senza rischi di aggressioni", passiamo per degenerazioni e soprusi da parte della stessa, che portano e inevitabili rivolte, spesso a tradimenti, pur di sopprimere il "male assoluto". Per ripartire poi con pseudo democrazie (nella realtà, quasi da subito, oligarchie economico finanziarie che facevano, e continuano a fare, il bello e il cattivo tempo, lasciando al popolo solo l'illusione della libertà). Quindi degenerazione del concetto di libertà (legittimazione di assassinii di milioni di bambini mai nati, nozze tra uomini, adozioni da parte di coppie dello stesso sesso, ovviamente droga libera...); finchè la maggioranza della popolazione (e le assicuro che sento sempre più gente affermarlo), esasperata, non rimpiange, per citarla "Personaggi che a suo tempo vestivano un look di insuperata eleganza militare, ed avevano certe mostrine runiche. Tecnici senza pari per la loro specialità e famosi per lo scrupolo e la indefettibile precisione con cui eseguivano il loro difficile compito".
Ecco, oggi siamo senz'altro in questa fase che lei descrive. Personalmente sono pronto da subito a rinunciare a una buona parte delle mie cosiddette "libertà" (ma quali poi? Quella di farmi 2 ore e 30 di tangenziale ogni giorno per andare al lavoro? Di poter andare al Centro Commerciale a comprare cose di cui non ho bisogno?), pur di vedere all'opera i "tecnici" che lei descrive con tanta precisione!
Se ha già pronta una petizione o magari un referendum popolare... la mia firma è garantita!
Roberto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# alfonsogrande 2012-08-31 15:27
... Credete che stia esagerando?
No, MAgnifico Direttore, lei non esagera, ho qualche dubbio sul super tecnico tedesco. Meglio se il tecnico fosse argentino magari un Maradona o Lavezzi. Saluti da un napoletano di nascita ma non di costumi.
A.G.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# asfodelo 2012-08-31 15:37
La ringrazio per questi distillati di intuizioni e intelligenza profusi a larghe mani anche nei momenti difficili.
Quanto alla Stazione senza bagni tale realizzazione mi rimanda alle costruzioni frutto di utopie, come la città ideale rinascimentale di Pienza,l'antica Pieve di Corsignano, dove il Palazzo di Papa Enea Silvio Piccolomini opera dell'arch. Bernardo Rossellino non presentava cucine, per il semplice motivo che non era un Palazzo, bensì una visione della mente.
Purtroppo queste esercitazioni vengono da lontano e da ambiti spirituali ben definiti.
Il guaio è che noi cittadini oggi avevamo bisogno di una stazione e come tale l'abbiamo pagata e non di proiezioni mentali di utopie discutibili.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Vitoparisi3 2012-08-31 15:46
L'articolo mi ricorda quando, il sette marzo 1821, si scontrarono a Rieti e ad Antrodoco i napoletani sostenitori dei moti costituzionali in opposizione agli austriaci: sui due campi, ai primi colpi di fucile asburgici i napoletani, gridando in massa non si sa perché, scapparono irrazionalmente e velocemente verso sud, nonostante il loro previo schieramento accurato. Trafelati e a Napoli, appesero lo striscione celeberrimo al parlamento con la scritta: "Affittasi!" -per poi acclamare festosamente gli austriaci nelle strade. Probabilmente, immagino, a Rieti e ad Antrodoco, i napoletani non avevano neppure sparato, ma solo dato la stella filante ai loro famosi fuochi d'artificio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# EMERICH 2012-08-31 16:27
"Mi rendo conto che sto pensando ad un tipo specifico di «tecnici tedeschi». Personaggi che a suo tempo vestivano un look di insuperata eleganza militare, ed avevano certe mostrine runiche. Tecnici senza pari per la loro specialità e famosi per lo scrupolo e la indefettibile precisione con cui eseguivano il loro difficile compito. Penso per esempio che un bando da loro stilato che annunciasse un puntuale programma di decimazione a sorte dei nostri parlamentari otterrebbe l’allontanament o spontaneo dei più dalle lucrose poltrone, raggiungendo il tanto auspicato sfoltimento senza spargimento di sangue".
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Alexi 2012-08-31 16:50
Ben tornato Direttore!
Ho scoperto forse qualcosa sui misteriosi bagni; sembra siano stati distrutti a gennaio e mai risistemati, ecco la lettera di un cittadino al Corriere:

- I bagni della Stazione Tiburtina appena inaugurati e già distrutti

Caro Conti, sto aspettando da qualche mese di leggere una notizia che non leggo, e allora vorrei darne informazione almeno ai lettori del Corriere. All'indomani
dell'inaugurazione, i bagni della nuova stazione Tiburtina, gioielli dotati anche di docce per i disabili, erano già stati spogliati di ogni suppellettile e danneggiati dai rom che gravitano nella zona, sotto gli occhi inerti della vigilanza. Non le chiedo cosa ci stiano a fare i costosissimi servizi di videosorveglian za, né perché le forze dell' ordine non agiscano per esaminare i video e arrestare i colpevoli. Le chiedo di pubblicare la notizia senza scusarsi, come lei sempre fa quando i protagonisti di un illecito sono i cosiddetti zingari: perché chi si deve scusare è chi ha ridotto la città in balia di gruppi di delinquenti che godono di ogni impunità e che coprono il modo sconcio in cui si rapportano alla società e alle sue regole, col nome di una stirpe ahinoi quasi estinta, i veri zingari, che vivevano ferrando cavalli, facendo spettacoli di strada, fermandosi non più di due giorni alle periferie urbane, tutto con decenza e dignità.

http://archiviostorico.corriere.it/2012/gennaio/08/bagni_della_Stazione_Tiburtina_appena_co_10_120108026.shtml
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Alexi 2012-08-31 16:54
Imperdibile:
http://www.youtube.com/watch?v=jahMnCzraWM
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# novanovar 2012-09-01 15:10
Citazione Alexi:
Imperdibile:
http://www.youtube.com/watch?v=jahMnCzraWM

Visto il filmato. È quanto ci meritiamo e non dimentichiamo che i nostri politici non arrivano dalla luna ma sono parte di noi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# fdftaf 2012-08-31 17:12
Nei parchi di Milano, all'ingresso delle aree per bambini, fa capolino un cartello che dice 'quest'area è dedicata ai bambini, siete pregati di non fumare'. A Milano!!! In mezzo alla peggior concentrazione di gas d'Europa!!! Non vi dico la sfilza dei 'Beh, mi sembra giusto, almeno al parco...' che ho collezionato, quando l'ho raccontato.
E poco più in là i famosi cessi chimici, con scritte incomprensibili e numeri di cellulare, ecc., ecc.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# gianfranco56IT 2012-08-31 17:16
Direttore, ben tornato!!!
Finalmente posso posso sottoscrivere l'articolo in pieno.
Io non vedo l'ora che arrivino i tedeschi.
Basti pensare che il capo della Polizia italiana, tale Manganelli, si porta a casa la modica cifra di 621.253,75 euro.
Per cosa poi? Quando l'Italia è il Paese dei mafiosi per eccellenza?
Dietro di lui il Ragioniere generale dello Stato, Mario Canzio, con 562.331,86 euro.
Capo dipartimento dell’amministra zione penitenziaria, Franco Ionta con 543.954,42 euro.
Alla quarta posizione dei manager pubblici più pagati c’ù il capo di Gabinetto del ministero dell’Economia, Vincenzo Fortunato, che ha ricevuto 536.906,98 euro.
Tralascio il resto.
Per chi è di stomaco buono, si legga il resto:http://www.giornalettismo.com/archives/204941/ecco-quanto-guadagnano-i-manager-italiani/

C'è da rabbrividire.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Francesco 2012-08-31 17:22
Trovare gabinetti pubblici gratis in Italia (che evidentemente è abitata da soli puri spiriti) è sempre stato difficile, quasi quanto trovare un lavoro dignitoso oggidì. E certamente non possiamo aspettarci grandi contributi da parte degli gnostici architetti "da uccidere", che hanno in odio la "vil materia", salvo poi elevarla a opera d'arte per gabbare i polli.
Complimenti per la verve e carissimi saluti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# monostatos 2012-08-31 18:03
Sì, anche a me vengono di questi sbocchi d'ira, di stanchezza, di disperazione. Però io ho dei figli, e l'invocazione della servitù non me la sento di farla, neanche al bar.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# CptHook 2012-08-31 18:10
APPLAUSI!!!
Grandissimo, come sempre, più di sempre...
Ci vorrebbero sì quei "tecnici specializzati" nella loro elegante uniforme, rigorosamente nera...
Ci permetta un abbraccio (virtuale) di tutto cuore.

Arrigo e Cinthia de Angeli
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# massimo f. 2012-08-31 18:15
Bentornato Signor Maurizio.
Le faccio i miei migliori auguri per la sua salute. Massimo Fabris
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pietro G 2012-08-31 18:34
Concordo, naturalmente, sulla necessità della presenza dei «tecnici tedeschi» in posizioni di governo, al posto di questi quattro ladroni mafiosi che infestano i corridoi di potere del Belpaese.
Quanto al degrado della capitale, dove abito, e dove non è cambiato niente con la gestione Alemanno, aggiungo solo che deve essere una delle poche capitali europee dove non esistono le tabelle di passaggio dei mezzi pubblici. Quando lavoravo in Germania, il tram passava esattamente, al minuto, rispettando le tabelle orarie presenti ad ogni fermata. Quì l'autobus lo si aspetta in media venti minuti e spesso anche più. Un disastro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ulisse 2012-08-31 18:44
Interessante la testimonianza di Alexi, sull'incuria criminale con cui viene gestita la cosa pubblica in Italia. Una parte di questa incuria deriva dalla sub-cultura del politically correct, per cui se i rom intorno s casa tua ti fanno vivere con il cuore in gola, non lo puoi/devi dire!
Basti pensare all'obbrobrio scellerato dei graffiti che imbrattano ogni angolo del Belpaese: basterebbe fare come ... in Argentina, dove vendono solo vernici idrosolubili (quindi lavabili ad acqua). In più, basterebbe tenere un registro di tutti quelli che acquistano vernici, soprattuto in formulazione spray.
Quindi, cosa succede da noi? Una cosa nuova, già in obsolescenza, viene abbandonata al degrado, e questo spiega tra l'altro il costo esorbitante dell'amministrazione pubblica italiana, paragonata non solo a quella tedesca, ma a tutte le altre dell'Eurozona, tra cui quella spagnola, come ha documentato il Direttore in un recente articolo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Andrea V. 2012-08-31 20:47
Direttore, condivido questo articolo frase per frase, virgola per virgola, punto per punto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# angelo64 2012-08-31 21:26
Egregio direttore, ciò che Lei ha scritto in quest'articolo conferma una cosa che ho sempre pensato: il popolo italiano non è maturo per la democrazia e questo lo aveva già capito novant'anni fa quel sant'uomo del Benito.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Ashur 2012-08-31 21:28
Tanto tempo fa eravamo SPQR con influssi slavo germanici, adesso siamo il paese di pulcinella africanizzato e fra poco cinesizzato, non ci possiamo fare niente è l'evoluzionismo applicato nella realtà. Diventeremo sempre più un Paese del terzo mondo, meglio sognare un mondo migliore con qualche droga.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Policarpo 2012-08-31 21:46
Ben tornato, direttore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cgdv 2012-08-31 21:57
Caro Maurizio vedo che non ti manca una meravigliosa verve malgrado la sfiancante permanenza in ospedale. Effettivamente se esaminiamo le cose italiane dovremmo o riderne o disperarcene chiedendo aiuto ai cavalieri teutonici. Metaforicamente , come per i cessi che mancano o vengono distrutti non solo nelle stazioni. Senza dubbio meglio in Svizzera dove, trovandomi a Silvaplana e dintorni, mi sono sentito fortunato di non aver incontrato il sobrio e fotografato esattore conto terzi Monti con numerosa famiglia e scorta di nove uomini. Questo a scanso di guai per qualche mia irrefrenabile boutade, visto che in quei luoghi non sono abituati a nessun genere di trasgressione.
Giuliano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Hermann 2012-08-31 22:05
Un bentornato al Direttore e grazie per questo articolo.
Il prossimo anno si torna al voto (cosa che non mi interessa, dal 2001 ho smesso di partecipare a questa ignobile farsa), quasi sicuramente vincerà il PD.... allegria!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# DBF 2012-09-01 00:12
DIRETTORE,
MI DISPIACE CONTRADDIRLA MA I TECNICI TEDESCHI SONO GIA' PRESENTI IN ITALIA. STANNO GIA' OPERANDO CON SOLERZIA E USANO LE TRADIZIONI ITALIANE PER FARSI CAPIRE INEQUIVOCABILME NTE DA CHI DEVE CAPIRE. PERCIO' I MAFIOSI SONO INTIMORITI CON SISTEMI MAFIOSI E I PREPOTENTI CON PREPOTENZA. INOLTRE LA POLITICA NON E' FINANZIATA CON 200 MILONI L'ANNO MA CON 18 MILIARDI NEL BIENNIO 2012/13 MENO TAGLI PER 400 MILIONI. INTANTO I DISOCCUPATI SALGONO AL 35% TRA LE PERSONE TRA I 15 E I 24 ANNI. INSOMMA TRA CHI NON LAVORA PERCHE' STUDIA. IN ITALIA CAMBIRRA' TUTTO MA NON CAMBIERA' MAI NULLA. E I FIGLI GATTOPARDI INTANTO CRESCONO.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cangrande 2012-09-01 02:19
Sempre a proposito della mia recente visita a Berlino, prenotando con un paio di settimane di anticipo, si ha diritto ad una visita guidata gratuita(in ITALIANO) del Bundestag (il parlamento tedesco. Immaginatevi qui...). Per chi fosse interessato, il link:

http://www.bundestag.de/htdocs_e/visits/besgrupp/fuehr.html

Della visita ricordo:
- ogni parlamentare percepisce LORDI € 7.500 di indennità (4.500 netti, neanche quelli di un dirigentucolo incapace di una ex municipalizzata qui)

-Poi ha altri 4.000 euro di rimborsi spese/diaria, con cui DEVE affittarsi un ufficio a Berlino e uno nel suo collegio elettorale, oltre a retribuire uno o due segretari/e.

- Durante le sessioni parlamentari (dal lunedì al giovedì) DEVE essere a disposizione al massimo in mezz'ora dalla chiamata in Parlamento per QUALSIASI votazione.

- per ogni seduta a cui NON partecipa (se non giustificato per GRAVI motivi) gli vengono detratti € 100

- per il periodo di ferie (tre settimane!) DEVE chiedere il permesso al Bundestag (come qualsiasi impiegato/operaio) e attendere che gli vengano concesse.
Al di fuori del periodo delle ferie, DEVE sempre essere a disposizione del parlamento e sempre reperibile in pochissimo tempo.

- La pensione, relativa al periodo prestato e agli emolumenti percepiti, viene erogata a partire dal 65esimo anno di età..

NO COMMENT.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giovanni Silvano 2012-09-02 01:17
E' proprio il caso di dire: no COMMENT.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gotico 2012-09-01 08:14
E tuttavia, affinchè non si dia soltanto risalto agli aspetti negativi vorrei sottolineare alcuni miglioramenti effettivi:

1. Alla stazione Termini i bagni ci sono in abbondanza. Euro 1 e la macchinetta cambia le banconote in spiccioli. Pulizia sufficiente.

2. Anche la stazione di Napoli, prima immonda, ora ha un'area di accoglienza con negozi e bar discretamente eleganti.

2. I treni Eurostar partono solitamente puntuali e arrivano puntuali.

Questi esempi positivi dimostrano che anche in Italia le cose possono migliorare.

Perdonatemi questo post "migliorista" con annesso esempio "napolitano"...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Scipio emiliano 2012-09-01 08:29
Ne "il golpe inglese" di Cereghino e Frasanella si descrive una nazione italiana da sempre controllata politicamente dall'Inghilterra.
Mi domando se questo Paese sia mai stato "autogestito" realmente.
Ammesso e non concesso che possiamo realmente scegliere un corpo dirigente e tecnico quale sarebbe lo scenario più probabile? Verrebbe ucciso come nei casi Mattei e Moro? Abbiamo la facoltà tutta mitteleuropea che ci permette di mandare a casa un politico perchè ha magari copiato la sua tesi di dottorato?
Questo Paese è terribilmente incivile ed egoista ma è un moto di un popolo lasciato a se stesso dalle istituzioni che si avvita nell'inciviltà. Però ha anche mostrato nei suoi uomini di Stato più alti il suo desiderio di emancipazione, uomini che sono stati guarda caso tutti uccisi.
Quanto ai casi specifici della Tiburtina: Se sono gli impiegati a non permettere l'uso dei WC è un fatto grave che andrebbe denunciato.
Quanto alle scale mobili: ha mai stazionato nella nuova stazione ferroviaria di Berlino? Lì è un trionfo di scale mobili. Il problema in questo caso è la cultura mondiale delle archistar, che voi di Effedieffe avete così bene esposto.
In sintesi: caro direttore, abbiamo la possibilità al giorno d'oggi di attuare il sogno che fu, anche per breve tempo, di un Paese migliore, moderno slegato dagli interessi anglosassoni?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pietro G 2012-09-01 11:10
Questo Paese è stato sovrano solo con Mussolini. Per vedere chi e perchè ha gestito la fine della prima repubblica e mani pulite come un teatro di marionette basta leggere gli ultimi articoli sull'intervista a Bartholomew e il caso Di Pietro-USA, o forse Di Pietro-CIA.
Ad esempio :http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/1-fermi-tutti-ci-voluta-lintervista-a-futura-memoria-di-bartholomew-per-strappare-ventanni-43296.htm
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# andream 2012-09-01 16:23
Ciao Pietro, condivido , è stato uno dei pochi periodi in cui siamo stati più "sovrani" di noi stessi. Purtroppo la storia la scrivono i vincitori ed abbiamo dovuto buttare il bambino con l'acqua sporca.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# acul69 2012-09-01 08:31
Mito, bentornato.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# adelauro 2012-09-01 10:09
Caro Direttore,

ben tornato. Sono tornato ieri dalla Romania, dove ero stato per un viaggio di lavoro. Ho notato che anche lì - dopo solo 23 anni di "democrazia" - già vogliono una nuova classe dirigente.
A Bucarest fiorisce l'industria della prostituzione, ma vi ho visto per la prima volta in vita mia un concessionario Ferrari, e per le strade molti chiedono elemosina e vivono senza fissa dimora.

Mistero della "Democrazia".
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Luigi B. 2012-09-01 10:16
Caro Direttore, concordo sull'inciviltà italica della quale lei ci ha dato già molti esempi in articoli illuminanti. Non sono invece d'accordo sulla soluzione d'importare "tecnici tedeschi" come soluzione del problema. Ogni volta che l'italiano ha invocato lo straniero, questi s'è fatto solo gli affari suoi. I tedeschi in particolare non sono mai stati storicamente capaci di interagire veramente coi popoli che hanno colonizzato. L'Italia è incivile, ma è anche una nazione finta-libera, mantenuta succube dai padroni angli che mirano a mantenerla disarticolata in tutto. Anche l'esempio di Italo è illuminante. L'Europa unita delle ferrovie non esiste, non c'è né liberalizzazion e del servizio, ma ecco che i francesi entrano in Italia senza contropartita. Moretti, l'unico che sia riuscito a risanare le ferrovie, lamentava che mentre era costretto a subire l'apertura della tratta più redditizia alla concorrenza, la SNCF francese si rifiutava perfino di discutere qualcosa di reciproco. Così facendo, resteremo sempre dei servi e ai servi l'inciviltà non è solo concessa, è uno strumento di soggezione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Der Beobachter 2012-09-01 10:59
Grazie Direttore!
Nel caso arrivassero, mi offro sul posto gratuitamente in facoltà di traduttore. In cambio mi accontenterei di una scusa formale di Sofia Villani Scicolone, che al microfono del "sommo" Mollica, ha parlato a favore dei buoni nonnini (Monti & Napoletano), ostacolati dalla cattiva Merkel... offrendo quella tipica propaganda da zappatori con quoziente intellettuale sotto lo zero, che vivono di luoghi comuni, giardini verdi solo a casa propria (con o senza WC) e non vedono al di là del proprio naso.
E' da lì che bisogna partire per risanare una civiltà!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# licio 2012-09-01 10:59
SOLO UNA RITROVATA MONARCHIA POTREBBE RIACCENDERE LE SPERANZE DEGLI ITALIANI...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# dommivincenti 2012-09-01 11:18
Acoltate una canzone di Gipo Farassino - Per 'l decoro 'd la sità http://www.youtube.com/watch?v=8nIMZ8MUSY8
e auguri al direttore: il riso fa buon sangue! Quanto le sapienze smisurate che tiranno i fili di tutta la città riescano a partorire non ci deprima, ma ci faccia ridere, tanto da seppellirli. Non ci resta che ridere! Anche quando facendo zapping mi succede di verificare che scalette dei titoli e filosofia tra la RAI e Mediaset sono identici, mi vien da pensare a qualche piramide che ci sta sopra, mi piacerebbe che il direttore approfondisse questa cosa, e immagino che tutti gli italiani si rechino a gettare i loro vecchi televisori su quelle sedi tanto da seppellirle insieme ai loro Faraoni. Così il panorama cambierebbe, almeno quello...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Carriola 2012-09-01 12:10
Caro Direttore, il suo desiderio è da me ampiamente condiviso. Resta il fatto che proprio i tedeschi assieme agli eurocrati ci hanno ammollato questi tecnici insipientemente italioti. Stanno facendo il loro dovere, concludono il massacro senza toccare i privilegiati poltronari. Poltronari che ora riscuotono il prezzo, sulla nostra pelle, delle cessioni di sovranità e del loro servilismo.L'unica speranza è, come da lei già detto, che Fantozzi si risvegli!
Auguroni, preghiamo per la sua salute!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Xenson 2012-09-01 12:34
Bentornato Herr Director,
Lei è ossigeno puro per le nostre menti... sperando che non finisca mai la bombola, altrimenti dovremo respirare solo zolfo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# amsicora 2012-09-01 12:49
La Germania è sicuramente governata meglio dell'Italia, ma evitiamo di mitizzarla, a cominciare dal direttore, che dimentica lo sfascio delle famiglie teutoniche (molto più evidente che in italia) ed il fatto che a Berlino 1/5 degli abitanti non lavora ma campa di generosi sussidi pubblici, peggio che in Sicilia (almeno i forestali qualche mese di servizio lo fanno!).
inoltre ricordo che uno che sostiene le tesi di Blondet in Germania sarebbe sotto processo per omofobia ed antisemitismo, cosa che in Italia (almeno per il momento) non può accadere...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# EMERICH 2012-09-01 15:54
E' vero anche questo... però ammettiamolo. lo sfascio "pubblico" italiano non ha eguali, dall'Atlantico agli Urali.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gotico 2012-09-01 16:22
Citazione amsicora:
La Germania è sicuramente governata meglio dell'Italia, ma evitiamo di mitizzarla, a cominciare dal direttore, che dimentica lo sfascio delle famiglie teutoniche (molto più evidente che in italia) ed il fatto che a Berlino 1/5 degli abitanti non lavora ma campa di generosi sussidi pubblici, peggio che in Sicilia (almeno i forestali qualche mese di servizio lo fanno!).
inoltre ricordo che uno che sostiene le tesi di Blondet in Germania sarebbe sotto processo per omofobia ed antisemitismo, cosa che in Italia (almeno per il momento) non può accadere...


Hai perfettamente ragione riguardo alle leggi repressive ( che per analogia potrebbero essere definite Leggi Sionistissime)...

D'altra parte potresti essere più circostanziato riguardo al dato del 20% dei tedeschi che vivono (esclusivamente ?) di sussidi pubblici. Chi sono? e a quali condizioni?

Se fosse vero, valuterei immediatamente la possibilità di trasferirmi a Monaco di Baviera...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# aloisius 2012-09-01 17:33
Sì Amsicora, hai ragione, inoltre è uscito oggi in prima pagina sulla Sueddeutsche Zeitung un vistoso articolo dal titolo: "Come la giustizia tedesca abbandona le propprie vittime".
http://www.sueddeutsche.de/panorama/unschuldig-hinter-gittern-wie-die-deutsche-justiz-ihre-opfer-im-stich-laesst-1.1456053
Tre pagine dedicate all'argomento nelle quali si citano i nomi e le storie di alcune vittime di errori giudiziari, in tutto sono 196, che dopo anni di detenzione e vessazioni varie, vengono rilasciate con assoluzione piena, ma al massimo risarcite con 25 euro per ogni giorno di detenzione abusiva. Ma il calvario non finisce qui, anzi continua con le richieste di riabilitazione, spesso annose e inascoltate. Gli ex carcerati, in toto sono 196, non trovano più lavoro, nè casa e sono socialmente emerginate, abbandonate a se stesse, al contrario dei carcerati per crimini commessi, che a fine detenzione vengono inseriti in un programma di aiuti vari.

Nel paradiso tedesco inoltre, i controlli degli abitanti divengono sempre più stretti e pressanti, tramite
delle antenne piazzate nei vari quartieri delle principali città, specialmente a Berlino, dove ogni cellulare funge da trasmettitore all'insaputa del suo proprietaro, che
oltre alle telefonate si vede anche controllati i propri movimenti.
La legge sulla privacy viene totalmente disattesa con scuse varie che mettono il legislatore in difficcoltà.
http://www.faz.net/aktuell/feuilleton/aus-dem-maschinenraum/strategische-ueberwachung-die-ortungswanze-in-der-tasche-11873391.html

Il mondo sta diventando un grande lager, dove più, dove meno efficiente, perché comunque devi subire e ti costa di più quando vedi e vivi gli sprechi idioti allegramente ignorati, se non voluti per interessi personali, da un classe politica da buttare che oltre tutto si fa chiamare ancora "onorevole" esempio di idiozia unica al mondo. La nostra.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giovanni Silvano 2012-09-02 01:06
Mi scusi Amsicora, cosa c'entra l'antisemitismo con l'articolo del direttore??? Mi scusi ma Lei forse vede troppi film.
Il direttore ha ragione, ormai in Italia siamo giunti ad un punto di non ritorno verso lo sfascio.
Poi venire a paragonare Berlino alla Calabria è semplicemente una fesseria da bar, un paragone del genere forse, dico forse, si poteva fare 30 anni fa quando c'era il muro non certo adesso, a 22 anni dalla riunificazione.
Purtroppo questoPaese è governato dalle mafie, una vergogna che non ha riscontro a livello mondiale, e visto che ben 4 polizie: Carabinieri, GdF, Polizia di Stato e Polizie locali non riescono a fare un tubo, forse sarebbe proprio il caso di mettere in campo i runici, non contro gli ebrei od i negri che proprio non hanno nessuna colpa, ma contro i noti personaggi mafiosi e paramafiosi che stanno portando questo Paese verso il nord Africa.
Sono d'accordo anch'io nel non mitimizzare qualcuno, ma se facciamo un raffronto fra l'Italia attuale e la Germania attuale, sicuramente la Germania è molto di più di un mito per noi poveri italioti frustrati, umiliati ed impoveriti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# amsicora 2012-09-02 13:41
"questoP aese è governato dalle mafie"
questo lo può sostenere solo qualche magistrato e Saviano...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giovanni Silvano 2012-09-02 01:14
Sono tornato recentemente da un viaggio negli USA, e negli USA la pensano esattamente come il nostro direttore.
I messaggi in codice di Obama & Co. alla Merkel dicono: "SALVATELI TUTTI, ITALIA E GRECIA COMPRESI, MA TOGLIETE LORO TOTALMENTE LA SOVRANITA'", "In sostanza trattateli a pedate nei c... come noi trattiamo qui nel continente americano, i messicani ed i panamensi, altro che Berlino=Calabria come chiacchiera qui l'amico Amsicora.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Andrea V. 2012-09-02 15:27
Citazione Giovanni Silvano:
I messaggi in codice di Obama & Co. alla Merkel dicono: "SALVATELI TUTTI, ITALIA E GRECIA COMPRESI, MA TOGLIETE LORO TOTALMENTE LA SOVRANITA'", "In sostanza trattateli a pedate nei c... come noi trattiamo qui nel continente americano, i messicani ed i panamensi, altro che Berlino=Calabria come chiacchiera qui l'amico Amsicora


Direi che hanno ragione, no?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giovanni Silvano 2012-09-03 01:06
Sì, hanno ragione anche secondo me, del resto quale altra soluzione ci sarebbe?
Però in Germania non amano troppo farsi tirare per la giacchetta dagli americani, in sostanza dopo le esperienze del passato i tedeschi attuali non amano farsi tirare dentro in casini fuori dai loro confini, preferiscono operare da libera Germania in un libero mercato globale.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# littoria3 2012-09-01 14:01
Carissimo Direttore, anche Lei si dimostra un antiitaliano ed esterofilo fino al midollo, credo che il suo pensiero e le sue argomentazioni, sono tutt'altro che fondate, le latrine nelle stazioni italiane, ci sono sempre state, anzi nei secoli e periodi scorsi, le stazioni ferroviarie italiane, erano i soli punti sul territorio nazionale in cui si poteva usufruire di tali SERVIZI, come pure l'acqua e un posto di ristoro, il tutto, in conformità alle antiche e valide strutture sia di epoca ronama che poi di quella medievale, es., le vie francigene, ecc. (siamo NOI italiani ad avere civilizzato i barbari, non viceversa).Credo che Lei dovrebbe fare delle precisazioni sul piano storico, più rispondenti alla verità e alla realtà, rispetto ad oggi. Oggi appunto siamo governati appositamente da personaggi comandati dall'estero per ragioni geostrategiche ben differenti rispetto al passato. l'Italia ha perso la guerra e per questo da oltre mezzo secolo, siamo in balia di italioti esterofili che hanno prodotto questa Italia e questi italiani, italioti ed esterofili. Le ricordo, che nel 1944, con Decreto Reale firmato da Umberto di Cagoja, veniva istituita l'apposita Commissione d'Inchieta sugli illeciti arricchimenti a carico dei Gerarchi e di tutti gli esponenti politici del periodo fascista. La Commissione era così composta:
Casati Cav. di Gr. Dv. Ettore, Primo Presidente della Corte Suprema di Cassazione: Presidente;
Cipolla Cav di Gr. Dr. Ettore, Avvocato Generale della Corte Suprema di Cassazione: Membro effettivo;
Carboni Comm. Dr. Giovanni, Primo Presidente di Corte d'Appello: Membro effettivo;
Manca Comm. Dr. Antonuio, Consigliere della Corte Suprema di Cassaziione: Membro supplente;
Borsani Gr. Uff. Dr. Umberto, Consigliere della Corte Suprema di Cassazione: Membro supplente;
Feraudo Comm. Dr. Camillo, Sostituto Procuratore Generale della Corte Suprema di Cassazione: Membro Supplente,
Oggioni Cav. Uff. Dv. Luigi, Condigliere della Corte Suprema di Cassazione: Membro supplente.
Questa Commissione perpetuatasi nel tempo, dal 1944/1948 e fino al 1960 con le altre Commissioni di inchiesta parlamentari, non poterono MAI dimostrare degli illeciti arricchimenti a carico dei responsabili inquisiti, già facenti parte del regime fascista dal 1922 al 1945.
Pertanto, NON è vero che gli italiani non siano in grado di 'Governarsi', l'Italia è pericolosa per le altre cancellerie, per questo gli italiani devono essere sempre sotto tutela, divisi, litigiosi, in ultimo 'italioti'.
L'Italia libera ed indipendente, è un serio pericolo per i barbari, banchieri, ecc., con la bombetta e farfallina, lo ha dimostrato dal 1922 al 1945.
Tutto il resto, è propaganda esterofila a cui moltissimi italioti si sono adoperati per mantenerla succube ad altri interessi non italiani, appunto degli iteressi stranieri, Lei caro Maurizio, consapevolmente o inconsapevolmen te mantiene la confusione tra gli italiani, non dicendo e non scrivendo la Verità e la Realtà sia storica che attuale. Poi, sul cesso mancante di Tiburtina che Lei giustamete denuncia, dico e affermo, che ne è la riprova, siamo in mano non a dei delinquenti, ma dei veri criminali, esterofili, al soldo dello straniero, barbaro e banchiere in cravatta, bombetta e frac, ma sempre barbaro è.
Ricordiamoci che il fascismo in verità e in realtà, non è caduto per motivi economici, politici, culturali, ecc., ma solo ed esclusivamente per... manu militari... dalla più potente accozzaglia barbara di lanzichenecchi di tutti i tempi, che ha INVASO l'Italia ed ancora oggi l'OCCUPA. Chi afferma il contrario è un falsario, esterofilo.
W l'Italia
Ave... e auguroni per la Sua salute Direttore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Nieuport 2012-09-01 14:16
Bentornato al direttore.
Premesso che concordo con l’articolo e anche con i commenti, per rimanere al campo delle stazioni: non solo mancano le sale d’aspetto e i bagni, ma anche l’acqua.
La stazione SMN di Firenze, capolavoro assoluto dell’architettu ra, e finora non ancora scempiata come hanno fatto a Porta Nuova a Torino, ha le fontanelle a secco. Peggio ancora la stazione di Rifredi, dove tutte le fontanelle sono bloccate con lucchetti. Mi chiedo se lo abbiano fatto per favorire gli affari delle macchinette a pagamento di bottigliette d’acqua o per puro sadismo, ma credo la seconda.
Io non credo che tutto questo accada a caso, credo che sia effettivamente in corso una guerra genocida contro i poveri.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# PHILIP 2012-09-01 14:47
Dalla lettura estiva di "Storia di Roma" di Indro Montanelli, ho appreso che la popolazione dell'Urbe era così già verso la fine della repubblica e l'inizio dell'impero. Stiamo parlando del periodo di massimo splendore di Roma e dell'Italia. Figuriamoci ora, in questi tempi così mediocri e bui, come possiamo comportarci. Il problema è che da allora non ci siamo più risollevati. Forse qualche barlume di alzata di testa nei secoli passati, o nei primi ottant'anni dell'unità d'Italia, ma in quei casi si trattava di isolate personalità che seppero fare la differenza. Ora all'orizzonte non se ne vedono proprio, le ultime se ne sono andate negli anni Sessanta, dopo il boom economico.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# aloisius 2012-09-01 14:57
Quando fu ampliato e miglorato l'areoporto di Fiumicino Leonardo da Vinci dopo la sua inaugurazione nel 1960, si accorsero che nonstante il progetto ci fosse, avevano dimenticato le rampe di accesso ai parcheggi sottostanti.
Qui NON cambierà MAI, non per mancanza di tecnici bravi, ma per abbondanza di corruzione e clientelismi vari.
Se riuscissimo a difarci di questo cancro, non avremmo assolutamente bisogno di tecnici teutonici. La Germania vive ancora della rendita dei suoi tempi passati, ma anche là le cose non sono tutte rose e fiori, ammettendo pure che molti servizi sono ottimi, ma costano anche parecchio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ulisse 2012-09-01 16:06
A Gotico vorrei cortesenmente osservare, sempre a proposito di Roma Termini, dove passo di frequente:
1) perchè devo pagare 1 Euro (2.000 lire) per un bagno, che in un pubblico servizio ci "deve" essere, ci deve essere, nel senso che deve essere gratuito;
2) sempre a Roma Termini (ma non a Milano Centrale: misteri italici!!!), se vai a depositare un bagaglio, ti fanno la fotocopia di un documento d'identità!!!
Ma ci rendiamo conto del rischio gravissimo a cui siamo esposti con questa procedura impropria?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# lettera41 2012-09-01 16:12
Direttore negli ultimi capoversi Lei ha evocato un mondo meraviglioso.
Cari saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# andream 2012-09-01 16:30
Gli italiani sono meno cretini di quello che si pensa: Oltre il 90% della popolazione è cosciente che i politici attuali fanno schifo, e che non è che sostituendo questi con altri la situazione cambi in meglio. Il problema è il sistema, che deve essere cambiato (abbattuto e ricostruito da zero), altre nazioni lo hanno già fatto in questi anni, vale a poco una tinteggiata se il muro dietro è marcio...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giovanni Silvano 2012-09-02 11:59
Sarà anche vero quello che dici, ma non mi convince al 100%, perche i popoli, che non sono cretini, non mi sembra che abbiano dei cretini al governo da qualcosa come 50 anni.
I popoli intelligenti sanno organizzarsi in modo tale che i cretini non vadano al governo, o se al massimo per errore ci vanno, non durano molto, perche la loro organizzazione politica e sociale prevede i sistemi per farli dimettere in 48 ore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità