>> Login Sostenitori :              | 
header-1
header-200

RSS 2.0
menu-1
Messe a suffragio della moglie di Degrelle
PDF
Stampa
  Text size
Mi comunicano da Bruxelles che la moglie di Leon Degrelle sta morendo. I medici hanno consigliato l'eutanasia ma lei è cattolica e vuole spegnersi naturalmente. Le figlie hanno chiesto se si possono dire delle semplici messe anonime per sofferenti e agonizzanti in giro per l'Europa, in modo da fare anche una comunione con i Degrelle.

Io ho contattato tutti i cattolici impegnati che conosco e di sicuro abbiamo delle messe a Parigi, Roma, Velletri ma probabilmente altri cinque o sei posti in Italia.

Una signora di novant'anni, emigrata dall'età di trentacinque, madre e nonna di una famiglia numerosa e profondamente credente, sta agonizzando da settimane. I medici hanno detto che non c'è più nulla da fare e che bisognerebbe staccare la spina. Lei, credente, vuol portare fino in fondo la sua croce; le figlie e i nipoti pensano che per aiutare spiritualmente lei e tante altre persone che soffrono in silenzio e che nessuno magari mai conoscerà, dire delle messe per i sofferenti e gli agonizzanti (una sola, o una a settimana, o una ogni quindici giorni dipende dalle opportunità) potrà spiritualmente aiutarli tutti in comunione con Dio.

Peppe



In Belgio (come in Olanda) l’eutanasia èdiventata legale, e come si vede viene attivamente “consigliata” a morenti. La signora Degrelle col suo messaggio mostra che i “consigli” dei medici assassini tendono a diventare “pressioni”, diciamo imposizioni, a persone in situazione psicologica vulnerabile, per le quali la fine delle sofferenze può costituire una tentazione. È spaventoso constatare che fra le tentazioni e seduzioni che la società senza Dio presenta ai cristiani degli ultimi tempi, c’è anche questa, mortuaria e satanica. Madame Degrelle sta conducendo la sua ultima battaglia; anche suo marito Leon Degrelle (1906-1994 ) quando fondò il movimento fascista in Belgio, lo chiamò “Rexista” per ricordo del grido di battaglia, “Viva Cristo RE!”, dei Cristeros messicani, della cui eroica (e censurata, dimenticata) resistenza fu testimone diretto, in veste di giornalista inviato in Messico da metà degli anni ’20. Durante l’immane tragedia europea, formò la Legione Wallonien, inquadrata nelle Waffen SS. È morto in esilio in Spagna nel 1994. Non sapevo che sua moglie fosse ancora tra noi, Non gli mancherà il mio suffragio.

Maurizio Blondet




 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Centuri 2013-07-02 11:28
Ringrazio il lettore Peppe e il Direttore per la domanda e la risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# legolas1 2013-07-02 16:01
Preghiamo, oggi che si festeggia la Madonna delle Grazie, per Dona Juana Brevet de Degrelle.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Milo Dal Brollo 2013-07-06 12:49
Pregherò. Pregate anche per Mandela. Adesso è in uno stato semicomatoso, e gli stessi familiari vogliono staccare la spina, ma se gli parlano lui dischiude ancora gli occhi. Ormai non c'è più bisogno di essere in stato vegetativo per essere sacrificati all'ideologia del risparmio di vita e di sofferenza, per darsi una morte borghese e poco temuta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Franco_PD 2013-07-06 15:53
Grazie per l'informazione, neppure io sapevo che fosse ancora tra noi. Ho letto molto di (non solo "su") Degrelle. Interessanti certi suoi articoli di giornalista che una volta erano anche reperibili in rete, ora forse non più spazzati via dalla scopa della censura democratica. Pregevoli anche come forma oltre che per i contenuti. Misurati anche se vigorosi. Come diceva lui: "Che il Destino ti trovi sempre forte e degno".....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Ultime lettere pubblicate:
Attacco di gastrite istituzionale?
Alcuni organi di stampa hanno riportato il perentorio, categorico e rabbioso divieto del Prof Burioni, (burocrate del ministero della salute, eletto da politici) a Comune, Provincia e Università di...
La Scelta Antitumore
Ho pubblicato il libro sulla prevenzione dei tumori, da oggi in libreria, per documentare come i principi della prevenzione e cura del MDB (Metodo Di Bella)
Veritas filia temporis, e il reato di “guarigione indebita”
Tante tragedie non li sfiorano neppure, sono infastiditi se qualcuno cerca ripetutamente di coinvolgerli, interessarli, chiedere attenzione e aiuto, occupati, come sono, a celebrare i riti, i fasti,...
FILM-DOCUMENTARIO SU METODO DI BELLA
È uscito un film–documentario dal titolo “Metodo Di Bella - 20 anni dopo (1997-2017)”. Per la realizzazione di quest’opera è stata condotta un’indagine di oltre 4 anni sul Metodo Di...
Metodo Di Bella e diffamazione
È stato creato dall’AIOM (Associazione Italiana Medici Oncologi) il sito “Tumore, ma è vero che?” generosamente, capillarmente diffuso con grande, zelante impegno e generale mobilitazione a...
Sperimentazione del Metodo Di Bella
In questo articolo vengono sintentizzate le numerose e gravi anomalie che hanno destituito di ogni credibilità e dignità scientifica la sperimentazione ministeriale del MDB del 1998.
È il “mercato”, ragazzi…
Recentemente si è verificata negli ospedali USA la scarsità del più semplice ed economico dei farmaci, la soluzione fisiologica (“saline”), carenza artificiosamente pianificata e indotta...
La cura dei Tumori e la loro Prevenzione Farmacologica
I meccanismi biologici della malattia, lo studio e la conoscenza della loro deviazione dalla fisiologica normalità, ne determinano la base razionale della medesima concezione terapeutica
Meccanismi d’azione nella prevenzione farmacologica dei tumori
Gli illuminati guardiani dell’ortodossia della ricerca censurano le scomode evidenze scientifiche per potere poi affermare in coro con le immacolate e disinteressate vestali della comunità...
La relazione su 297 casi trattati con MDB al New Zealand Breast Cancer Symposium di Auckland
È stata accettata, pubblicata agli atti e inserita nel programma questa relazione sul MDB. Il dato che ha destato maggiore interesse è la sopravvivenza a 5 anni del 4° stadio del tumore del...
Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità