>> Login Sostenitori :              | 
header-1
header-200

RSS 2.0
menu-1
Ecco cos’è il vero cattolicesimo
PDF
Stampa
  Text size
Gentili lettori,

pubblichiamo questa lettera mettendo da parte la nostra piccola soddisfazione nel leggere che il nostro lavoro continua ad essere utile per le anime di qualche lettore.

La pubblichiamo invece, con il consenso dell’estensore – inizialmente restìo a vedersi pubblicato –, per richiamare l’attenzione sul fatto che queste righe rappresentato un messaggio di vero cattolicesimo, ovvero quella gioia prorompente, schietta e sincera – la vera letizia – di chi è caduto nel suo personale percorso, ma ha avuto i meriti e la caparbietà di rialzarsi appoggiandosi all’unico sostegno possibile e veramente liberatorio — nelle piaghe del divin Salvatore.

La riforma personale (e famigliare) difatti è l’unico sforzo che Dio pretende da noi. Tutto il resto è secondario. Il vero rinnovamento (della stessa società) parte interamente e solo da qui, dalla personale lotta contro le tenebre di questo lettore, come dalla nostra.

Questa testimonianza, soprattutto oggigiorno, ci insegna una cosa fondamentale: che la speranza non deve mai venire meno, perché la restaurazione che presto verrà, aiutata dall’Alto, è interamente nelle nostre mani se sapremo assecondare i piani del Creatore. Pertanto, forza e coraggio.

(Lorenzo de Vita)



Egregio Direttore e Redazione tutta,

Scrivo queste righe perché è giusto rendere merito a Lei e al sito EFFEDIEFFE per quanto state facendo a salvaguardia della Fede e della Verità Cattolica e di noi poveri mortali.

Le illustro il mio personalissimo esempio.

Premetto che grazie a EFFEDIEFFE ho conosciuto la Tradizione e grazie ad EFFEDIEFFE mi sono avvicinato per la prima volta alla Chiesa di sempre. L’ho fatto più per curiosità che per convinzione, per poi allontanarmene subito, attratto da spiritualità politiche neo-pagane più moderne e più permissive.

A Settembre 2013 leggo una notizia politica che provoca in me un profondo crollo emozionale. Comincio a bestemmiare. Bestemmio e non riesco a fermarmi. Lo faccio a tutte le ore di tutti i giorni, in qualsiasi occasione, lieta o meno lieta che sia. Quando bestemmio cambia il tono della mia voce: diventa più profondo, quasi cavernoso, oserei dire “satanico”.

A dicembre 2013 altro passo verso il baratro: comincio una relazione extra-coniugale con una collega. E’ vero che avevo già tradito ma una vera e propria relazione non l’avevo mai intrapresa. La persona con cui mi impegolo in questa vicenda non è delle migliori (e come potrebbe esserlo?): vengo portato in un abisso fatto di tensione, infelicità, perenne attesa compensate (si fa per dire) da esplosioni di “gioia” erotica che non bastano mai e servono solo a creare nuove tensioni.

Devo essere sincero, vedo all’opera l’innominabile in tutta la sua abilità: ti attira promettendoti qualcosa di piacevole, te la fa assaggiare, te ne promette ancora ma devi abbassarti, umiliarti, rovinare te e la tua famiglia se vuoi ancora provare certe emozioni.

Vado avanti così per quasi un anno. Poi le letture EFFEDIEFFE mi aiutano. Mi aiuta soprattutto il volumetto “Un cuore per la Vita Eterna” che mi porta a riflettere sulla Presenza Reale e su come la mia vita sia ormai su una brutta china. Ma il colpo di grazia me lo dà l’articolo “Veronesi morirà. Presto. E poi?”. Comincio ad avere paura dell’inferno.

Dopo l’ultimo incontro con l’amante (venerdì scorso) sento che è arrivato il momento di dire basta. Sento dentro di me la vergogna e la paura diventare sempre più forti: devo salvare la mia anima!

Il giorno dopo chiedo a mia moglie un semplice regalo: “sacrificati tu a seguire i nostri figli domenica mattina (sono piccoli e danno tanto lavoro) in modo che io possa andare in una Cappella a confessarmi e a comunicarmi”. Mia moglie, cattolica, ovviamente acconsente. Io sono determinato.

Subito dopo questa decisione (e siamo a sabato sera) comincio a sentirmi male, come se avessi l’influenza. Al momento non ci faccio caso ma dopo interpreterò in ben altro modo il tutto. La sera preparo il necessario, compreso il messale in latino che avevo comprato anni prima.

La notte è molto agitata e quello che sento fa pensare a una sindrome influenzale anche abbastanza violenta, di quelle che ti fanno dire: domani resto a casa al caldo e poi vediamo se lunedì riesco ad andare al lavoro. La mattina mi sveglio debole e a pezzi, ma non demordo: mi faccio coraggio e parto, osservando anche il tradizionale digiuno. Arrivo alle 9.00, la Messa è alle 10.00: riesco ad essere tra i primi a confessarmi. Il Sacerdote mi segue davvero come un padre e mi dà dei consigli su come affrontare tutta la situazione. Dopo la confessione, mentre faccio le preghiere di penitenza, comincio a sudare. Tengo duro, mi godo la Messa che trovo sublime e mi comunico con animo finalmente sereno.

Torno a casa libero, contento e prostrato: mentre mangio continuo a sudare e a sentirmi poco bene. Dopo pranzo mi stendo sul letto per un breve riposo. Mi sveglio e sento che sto BENISSIMO, in un vero e proprio STATO DI GRAZIA.

La finta malattia altro non era che la reazione dell’innominabile, che ormai si era infiltrato dentro di me e non voleva che facessi un passo così grave per lui. La domenica, dopo i riti che NS Gesù Cristo ci ha concesso per salvarci, si è dichiarato momentaneamente sconfitto e ha lasciato la mia anima. Per adesso ovviamente, perché mi aspetto altri assalti del miserabile.

Ma è grazie a Voi che ho imparato a riconoscere il demoniaco, il satanico, il suo “modus operandi” e le armi enormi che il Signore ci ha concesso per respingerlo, se non per sconfiggerlo. E che lui, distruggendo la Santa Chiesa, cerca di negarci.

Grazie davvero di cuore, Vi ricorderò nelle prossime preghiere che non mancherò di fare.

(non firmo, scusatemi, ma in questa epoca delirante e pericolosa la prudenza non è mai troppa)



 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Centuri 2014-12-01 19:17
Bellissima testimonianza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Alexi 2014-12-02 09:36
Bella testimonianza, consiglio comunque all'autore della lettera di recarsi da un esorcista della sua zona, anche piccole manifestazioni fisiche come quelle descritte possono essere solo suggestioni ma possono anche nascondere altro.
Non ci si deve impressionare o spaventare nell'avvicinare un prete esorcista, una sua benedizione può comunque solo far bene. Lo consiglio molto insistentemente e lo faccio per esperienza personale.
Per contattare un esorcista di norma basta informarsi presso la propria diocesi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# enricog 2014-12-02 14:09
E comunque perseverare nella preghiera, nella confessione e comunione frequenti.

Grazie di questa bella testimonianza!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# mauro73 2014-12-02 22:59
E' una vera gioia ed anche io devo tantissimo ad EffediEffe, meravigliosa opera di persone di buona volontà.
Vorrei fornirvi una testimonianza che mi ha stravolto proprio quest'anno ma per prudenza attendo per coglierne tutti i segni. Sono convinto di esser stato graziato dalla mia "rozza" Fede mentre un mio caro amico se ne è andato lanciandosi inspiegabilment e dal terzo piano. In lui purtroppo ha vinto l'omicida fin da principio... e lo penso ogni giorno e prego affinchè il Creatore abbia pietà della sua anima.
Un caro saluto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giulio 2014-12-02 23:31
Bellissima testimonianza.
Assicuro la mia preghiera sia al lettore che a quanti lavorano in/per Effedieffe.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# gianfranco56IT 2014-12-03 16:22
Mi rallegro per la testimonianza ma ti auguro di cuore di raggiungere il giusto cammino non per paura dell'inferno ma per libera scelta!
Oltretutto l'inferno oggi, si è scoperto che non esiste.
L'ha dichiarato espressamente il sedicente vescovo di roma il quale ha detto:
"In Paradiso "saremo finalmente rivestiti della gioia della pace e dell’amore di Dio in modo completo, senza più alcun limite. È bello pensare che tutti noi ci ritroveremo in Cielo, tutti! È bello e rafforza l’anima". "Tutto il Creato sarà liberato ed entrerà nella gloria dei figli di Dio". Anche gli animali".
Il vicario di Cristo ha deciso che l'inferno non esiste.
Se TUTTI andremo in paradiso è ovvio che l'inferno non può esistere, questo almeno, è lo stato dell'arte!!!
Se lo dice lui!!
:-) :-)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Antonio_1234 2014-12-03 19:07
Bella e coraggiosa testimonianza. Non molli, caro "collega" lettore!
Quanto raccontato vale, seppur con accenti diversi, anche per il sottoscritto. Se quando giungerà il mio momento avrò meritato la compassione e la misericordia del Padre Eterno, grande, grandissima parte del merito andrà a FDF, al direttore Blondet e alle tante belle persone che - seppur solo virtualmente - ho avuto modo di conoscere su questo sito.
Che Dio vi benedica e vi conservi il più a lungo possibile!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Nahars 2015-01-03 17:03
Citazione Antonio_1234:
Bella e coraggiosa testimonianza. Non molli, caro "collega" lettore!
Quanto raccontato vale, seppur con accenti diversi, anche per il sottoscritto. Se quando giungerà il mio momento avrò meritato la compassione e la misericordia del Padre Eterno, grande, grandissima parte del merito andrà a FDF, al direttore Blondet e alle tante belle persone che - seppur solo virtualmente - ho avuto modo di conoscere su questo sito.
Che Dio vi benedica e vi conservi il più a lungo possibile!

quoto al 100%
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# zampano 2014-12-03 22:09
vi ringrazio di cuore, sia la redazione che il lettore
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# spawnman 2014-12-04 12:59
Non ho avuto brutte esperienze come il lettore, ma per vari motivi della mia vita, sono stato spinto lontano dalla grazia di Dio e devo anche io ringraziare Effedieffe e il nostro stimatissimo direttore Blondet se ad oggi sto tornando sui miei passi, soprattutto con la convinzione che vorrò insegnare ai miei due figli l'amore per Dio, cosa che purtroppo a me non e' stato dato di conoscere in tenera età, dove la propria purezza permette un incontro che è più difficile ottenere da adulti. Anche io dedico un grandissimo GRAZIE a Effedieffe e un abbraccio virtuale a Blondet che mi ha guidato ad oggi dove sono ora.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# steveds 2014-12-05 10:03
Mi associo commosso ai ringraziamenti, dopo un lungo periodo di torpore spirituale, grazie soprattutto a voi amici di EFFEDIEFFE, mi sono avvicinato alla preghiera e alla messa di sempre: da convivente e quindi in peccato mortale ora siamo una Famiglia con uno splendido bambino, fonte quotidiana di gioia.
Ora so come si sta in Grazia di Dio.
Infinitamente Grazie!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rosalino 2014-12-17 12:21
Da convivente e in peccato mortale mi sono rivolto al Signore confidando nella Sua misericordia e tributandogli ogni giorno la preghiera alla Sua Sacratissima Spalla.
Abbi pietà di me Signore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Catone 2014-12-17 15:52
Citazione rosalino:
Da convivente e in peccato mortale mi sono rivolto al Signore confidando nella Sua misericordia e tributandogli ogni giorno la preghiera alla Sua Sacratissima Spalla.
Abbi pietà di me Signore.

Questi vostri due post sono propri belli. Il problema vero è questo: chi è in peccato deve sapere di esserlo. Deve inchinarsi ogni giorno verso Dio e implorargli pietà. Oggi c'è invece chi è in peccato e pretende che la Chiesa, parlando per Dio, gli dica che il suo peccato non è più tale, che Dio ha cambiato idea o che noi non l'avevamo capito bene.
Ognuno tragga le sue debite conclusioni, senza bisogno di alcun commento.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Felix77 2014-12-13 00:32
Bene, un altro soldato nella nostra legione, pronto a impugnare la spada portata da Cristo Gesù. Bella testimonianza. Anche a me EFFEDIEFFE ha determinato una sana e importante svolta. Conobbi questa realtà editoriale, apologetica e giornalistica dopo aver scoperto i libri del caro direttore Blondet, uno su tutti, che fu il primo, Gli Adelphi Della Dissoluzione, libro che mi aprì mente e cuore; una frattura radicale, suggestionato e assiduo seguace dei libri colorati della band Calasso! Già che ci siamo mi abbandono anch'io a una sorta di celebrazione: Non ringrazierò mai abbastanza il caro direttore Blondet e tutti voi che avete permesso di non perdermi, da convertito, nei meandri del 'paolobrosismo' da un lato e dell'ateismo devoto dall'altro, con lo strascico occidentalista e democraticista del caso. E al lettore che ci ha donato questa testimonianza dico di non temere: Fa più paura il ruggito del leone Cristo che il verso del maiale del nemico.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Milo Dal Brollo 2014-12-13 11:23
«Àlzati e va'; la tua fede ti ha salvato».

Continua così! :-D
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# seventhwave 2014-12-22 12:28
ringrazio il lettore per la sua testimonianza e colgo l'occasione per fargli i miei auguri.

Anche io sono tra quelli che si erano persi e che si stanno ritrovando grazie a Effedieffe.

Un grazie di cuore al Direttore e a tutta la Redazione, un saluto e un augurio a tutti voi per un Santo e gioioso Natale: che Gesù possa entrare nei nostri cuori.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Mec1961 2015-01-07 14:54
Anche nel mio caso FDF è stata di aiuto alla mia conversione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# jerimum 2015-03-07 22:44
Le auguro che si sistemi tutto e che la sua consorte trovi il coraggio per perdonarla, cosi che la sua famiglia sia in grazia di Dio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Ultime lettere pubblicate:
Attacco di gastrite istituzionale?
Alcuni organi di stampa hanno riportato il perentorio, categorico e rabbioso divieto del Prof Burioni, (burocrate del ministero della salute, eletto da politici) a Comune, Provincia e Università di...
La Scelta Antitumore
Ho pubblicato il libro sulla prevenzione dei tumori, da oggi in libreria, per documentare come i principi della prevenzione e cura del MDB (Metodo Di Bella)
Veritas filia temporis, e il reato di “guarigione indebita”
Tante tragedie non li sfiorano neppure, sono infastiditi se qualcuno cerca ripetutamente di coinvolgerli, interessarli, chiedere attenzione e aiuto, occupati, come sono, a celebrare i riti, i fasti,...
FILM-DOCUMENTARIO SU METODO DI BELLA
È uscito un film–documentario dal titolo “Metodo Di Bella - 20 anni dopo (1997-2017)”. Per la realizzazione di quest’opera è stata condotta un’indagine di oltre 4 anni sul Metodo Di...
Metodo Di Bella e diffamazione
È stato creato dall’AIOM (Associazione Italiana Medici Oncologi) il sito “Tumore, ma è vero che?” generosamente, capillarmente diffuso con grande, zelante impegno e generale mobilitazione a...
Sperimentazione del Metodo Di Bella
In questo articolo vengono sintentizzate le numerose e gravi anomalie che hanno destituito di ogni credibilità e dignità scientifica la sperimentazione ministeriale del MDB del 1998.
È il “mercato”, ragazzi…
Recentemente si è verificata negli ospedali USA la scarsità del più semplice ed economico dei farmaci, la soluzione fisiologica (“saline”), carenza artificiosamente pianificata e indotta...
La cura dei Tumori e la loro Prevenzione Farmacologica
I meccanismi biologici della malattia, lo studio e la conoscenza della loro deviazione dalla fisiologica normalità, ne determinano la base razionale della medesima concezione terapeutica
Meccanismi d’azione nella prevenzione farmacologica dei tumori
Gli illuminati guardiani dell’ortodossia della ricerca censurano le scomode evidenze scientifiche per potere poi affermare in coro con le immacolate e disinteressate vestali della comunità...
La relazione su 297 casi trattati con MDB al New Zealand Breast Cancer Symposium di Auckland
È stata accettata, pubblicata agli atti e inserita nel programma questa relazione sul MDB. Il dato che ha destato maggiore interesse è la sopravvivenza a 5 anni del 4° stadio del tumore del...
Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità